lunedì, Ottobre 25, 2021

Sigaretta elettronica: ecco perché sceglierla al posto delle tradizionali sigarette

Se sei un fumatore, l'opzione migliore per la tua salute è la sigaretta elettronica: ecco perché sceglierla al posto delle normali sigarette di tabacco.

Se sei un fumatore, la scelta migliore per la tua salute è la sigaretta elettronica: gli studi condotti su persone che ne fanno un uso abituale hanno dimostrato quanto essa sia vantaggiosa rispetto alla tradizionale sigaretta che brucia tabacco. Sviluppato come alternativa al fumo del tabacco, che si ottiene proprio bruciandolo, il sistema della sigaretta elettronica si fonda sulla produzione di un aerosol contenente una quantità variabile di nicotina, vaporizzata assieme a una in sospensione di acqua, glicole propilenico, glicerolo e altre sostanze, aggiunte per dare un sapore gradevole al composto.

Il mercato delle sigarette elettroniche è molto vasto e offre un ampio ventaglio di possibilità: ne esistono molti modelli, ma il principio di funzionamento non cambia. Una cartuccia contiene in media tra i 6 e i 24 mg di nicotina, anche se si possono trovare modelli che vaporizzano una soluzione priva di nicotina e che rilasciano del semplice fumo aromatizzato, praticamente lo stesso componente utilizzato nei teatri o ai concerti per dare l’effetto nebbia.

Sigaretta elettronica: come funziona

La struttura e il funzionamento di una sigaretta elettronica è piuttosto semplice. Il liquido deve raggiungere un dispositivo chiamato atomizzatore, che ha il compito di vaporizzare la soluzione e permetterne l’inalazione. La principale differenza con la sigaretta classica è proprio questa: l’assenza di combustione. Il mezzo che contiene i principi attivi, infatti, ha un punto di evaporazione talmente basso che non forma il catrame, gli idrocarburi policiclici aromatici e altri residui tossici.

Nella sigaretta elettronica, l’elemento che consente la vaporizzazione, ovvero l’atomizzatore, è una resistenza elettrica fatta surriscaldare attraverso una batteria. La resistenza in questione è a sua volta a contatto con un tamponcino impregnato del liquido da vaporizzare: a questo punto, è sufficiente tirare per ottenere una boccata di fumo.

Sigaretta elettronica: i tipi in commercio

Le sigarette elettroniche in commercio possono essere molto diverse, in base alla forma, alla misura o al modello. La distinzione principale riguarda il modo in cui il liquido della sigaretta accede al meccanismo riscaldante. Seguendo tale criterio, i tipi principali sono:

  • Sigarette elettroniche a sistema aperto (vape pen): Esse possiedono un cleromizzatore che viene riempito di liquido manualmente e sono dotate di un bocchino rimovibile. Sono composte da tre parti principali: il bocchino, il cleromizzatore e la batteria. Questo tipo di e-cigarette richiede certamente più manutenzione rispetto a quelle a sistema chiuso, ma consente di utilizzare aromi diversi. Inoltre, sono riutilizzabili (consentono di rabboccare il liquido quando lo si termina), la loro batteria dura molto e, spesso, sono anche piuttosto economiche;
  • Sigarette elettroniche a sistema chiuso (cigalike): Sono dispositivi lunghi e sottili, da non smontare per la ricarica. Per le cigalike occorre usare ricariche preriempite di e-liquid da inserire direttamente alla batteria della sigaretta elettronica: per ricaricarle basta svitare la cartuccia usata e sostituirla con una nuova. Il bocchino è qui incorporato nella cartuccia, anche l’elemento riscaldante è incorporato al loro interno e non può essere rimosso. Molte cigalike sono usa e getta e risultano di semplice utilizzo, per questo sono consigliate per chi è alle prime armi;
  • Vaporizzatori personali avanzati (mod): accanto ai dispositivi più diffusi, ci sono sigarette elettroniche più esclusive, come le mod: modelli con caratteristiche differenti e design personalizzati. Ovviamente, queste sono consigliate per svapatori più esperti: chi è alle prime armi potrebbe confondersi nel gestirne le diverse componenti.

Fondamentale per una buona sigaretta elettronica è il liquido contenuto all’interno. Se sei in dubbio, l’opzione migliore per scegliere i migliori liquidi sigaretta elettronica è rivolgersi a Terpy, lo shop di svapo numero uno in Europa, che offre al cliente un’ampia gamma di liquidi di alta qualità.

Sigaretta elettronica: ecco perché sceglierla al posto delle normali sigarette

Ma quali sono, concretamente, i vantaggi di fumare la sigaretta elettronica rispetto a quelle normali? Almeno sei:

  • Aiuta a smettere di fumare: iniziare a fumare la sigaretta elettronica serve per smettere di fumare quelle tradizionali;
  • Migliora la tua salute: è scientificamente provato che la sigaretta elettronica è il 95% meno dannosa rispetto alle sigarette di tabacco normali;
  • Risparmio: Svapare è più economico che fumare sigarette normali. Dopo aver acquistato il proprio kit (che costa dai 20 ai 50 euro), il liquido di ricarica utilizzato giornalmente dura da una a quattro settimane;
  • Non saprai più di fumo: La sigaretta elettronica permette a chi la usa di continuare ad avere un alito fresco, denti e dita senza macchie e vestiti profumati;
  • Varietà di scelta: Sono disponibili migliaia di gusti e di liquidi per sigaretta elettronica: questo aiuterà a dire addio alle sigarette normali;
  • Non dà fastidio a chi ti sta vicino e si può fumare ovunque: la sigaretta elettronica non produce fumo e non infastidisce chi ci circonda. Inoltre, si può utilizzare anche in posti in cui non è consentito fumare.

Leggi anche: Raccolti 20.000 mozziconi di sigaretta sulla spiaggia più bella della Sardegna

Ultime notizie