sabato, Maggio 8, 2021

Saniniu Laizer, milionario all’improvviso. “Costruirò una scuola per il mio villaggio”

Saniniu, minatore di 52 anni, ha trovato due pietre preziose che, ad oggi, sono i più grandi frammenti di tanzanite mai rinvenuti su territorio africano. Il Governo, in cambio delle due pietre ha pagato il corrispettivo di 2,9 milioni di euro.

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Saniniu Kuryan Laizer, minatore tanzaniano di 52 anni, è diventato milionario nel giro di una notte per aver trovato due grandi pietre di tanzanite, i più grandi frammenti mai rinvenuti su territorio africano. Il Governo ha pagato a Saniniu il corrispettivo di 2,9 milioni di euro in cambio delle due pietre preziose. E il presidente John Magufuli si è congratulato con lui, con una telefonata in diretta durante una trasmissione televisiva alla quale Saniniu era stato invitato. Il minatore ha detto di voler utilizzare i soldi per aiutare la sua comunità, il distretto di Simanjiro nella regione di Manyara in Tanzania. Parte del denaro verrà speso per la realizzazione di una scuola nei pressi del suo villaggio. Un’altra parte verrà utilizzata per aprire un centro commerciale di pietre. Ha detto alla BBC:

C’è tanta gente povera qui intorno che non si può permettere di portare i figli a scuola. Io non ho studiato ma voglio fare le cose in modo professionale. La stessa cosa la desidero per i miei figli.

Leggi anche: Acquamarina: una pietra preziosa dalle mille qualità

Il controllo delle miniere della Tanzania

Il governo della Tanzania in cambio delle pietre ha pagato a Saniniu Kurian Laizer 7,7 miliardi di scellini tanzaniani, il corrispettivo di 2,9 milioni di euro.

La tanzanite è una pietra rara e per la maggior parte viene esportata in India. Saniniu Laizer ne ha trovati due grandi frammenti in una delle miniere nel nord del paese. Pesano rispettivamente 9,27 kg e 5,1 kg. Una grandezza decisamente rara. Nel 2018, nel tentativo di controllare le attività illegali di estrazione e commercio, il governo della Tanzania ha costruito un muro di cinta attorno alle concessioni minerarie. All’epoca, ha detto il Presidente, circa il 40% della tanzanite prodotta in quel luogo andava perduto in furti. E per lo stesso motivo, lo scorso anno la Tanzania ha istituito centri commerciali per consentire ai minatori artigianali come Saniniu di vendere legalmente gemme e oro al governo. Da qui il desiderio di aprire un altro centro e agevolare il lavoro altri minatori come lui.

Per celebrare il lieto evento Saniniu, che ha quattro mogli e più di 30 figli, ha detto di voler festeggiare uccidendo una delle sue mucche e riunendosi con i propri cari.

Leggi anche: “Acqua per tutti”, il caso della startup milanese che porta l’acqua in Africa

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Ultime notizie