Home»Digital Life»San Valentino, sei curioso di sapere come si festeggia nel mondo?

San Valentino, sei curioso di sapere come si festeggia nel mondo?

Paese che vai San Valentino che trovi: dal Brasile agli Usa, ecco come si festeggia la festa degli innamorati.

6
Condivisioni
Pinterest Google+

San Valentino è alle porte e, nonostante alcuni la considerino solo una festa consumistica, per molti questa è ancora un’occasione per dimostrare i propri sentimenti verso la persona amata. Spesso, infatti, è la data prescelta per fare la fatidica proposta, dichiarando il proprio amore in modo plateale nel giorno più romantico dell’anno. Non serve essere artisti ispirati o poeti ottocenteschi, San Valentino sembra essere il momento perfetto per parlare col cuore. È giusto pensare di dover tener viva la fiamma dell’amore giorno per giorno, ma è altrettanto importante riconoscere il 14 febbraio come parte della tradizione del proprio Paese. La tradizione della festa, che risale al Medioevo in Italia, solitamente prevede una cena a lume di candela, il regalare mazzi di rose, cioccolatini, biglietti romantici e il passeggiare per le vie del centro, rigorosamente mano per la mano. Si avverte lo stesso tipo di romanticismo anche in altre nazioni come la Francia e la Germania, ma in realtà in giro per il mondo le maniere per festeggiare San Valentino sono le più diversificate possibili.

In America e in Finlandia è il “Giorno degli amici”

Romantica passeggiata a NY.

In America il giorno di San Valentino non è solo la festa degli innamorati, ma è anche l’opportunità di esprimere gratitudine ed affetto ai propri amici e ad ogni componente della propria famiglia. Si organizzano feste, si regalano cioccolatini, fiori, caramelle e si invitano ospiti a cena per riunirsi tutti insieme e rinnovare l’amore familiare o il legame d’amicizia. Molto coinvolti sono anche i bambini, che preparano bigliettini rosa di auguri fatti a mano per donarli agli insegnanti e ai genitori. Simili alla tradizione statunitense sono i costumi di Finlandia ed Estonia: qui il San Valentino è il “giorno degli amici”. Una giornata speciale, quella del 14 febbraio, da trascorrere con le persone più care e per scambiarsi regali e pensieri di ogni tipo.

Cucinare per il proprio amato, in Cina si festeggia così

San Valentino in Cina.

Spostandoci verso est, la Cina non si distacca molto dai classici festeggiamenti presenti in Italia o in altri paesi del mondo. La particolarità è che quella del 14 febbraio non è la festa dell’amore più sentita dai cinesi, poiché per loro la più importante è la Festa “Qixi”. Nota anche come Festa del Doppio Sette, perché cade il settimo giorno del settimo mese lunare, è l’occasione per le donne di sfoderare le proprie doti culinarie per conquistare il proprio ‘lui’. Contro ogni aspettativa, in Giappone si invertono i ruoli del classico corteggiamento cavalleresco. Qui sono le donne a offrire i cioccolatini agli uomini, che non sono necessariamente i loro mariti o fidanzati. Quello che più conta, però, è la scelta del tipo di cioccolato: ognuno, infatti, avrà un certo significato in fatto di relazione. Esattamente un mese dopo, ovvero il 14 marzo, saranno gli uomini a dover ricambiare durante il cosiddetto “White Day”. In questa occasione loro prepareranno e regaleranno cioccolatini bianchi. La stessa identica tradizione accomuna la terra nipponica ai costumi della Corea del Sud, fatta eccezione per il “Black Day”. In questo giorno, che cade esattamente il 14 aprile, tutti i single e coloro che hanno fallito nei tentativi compiuti nelle occasioni precedenti, indossano capi di colore scuro, mangiano i black noodle e si commiserano l’un l’altro.

Leggi anche: Il castello della Disney esiste davvero

In Brasile il diritto a ballare con l’amata è una conquista

In alcuni Paesi San Valentino è legato alla speranza di trovare un compagno per la vita. In Brasile, ad esempio, la tradizione vuole che non si festeggi a febbraio, bensì il 12 giugno: vigilia di Sant’Antonio, protettore dei matrimoni. In quel giorno le donne che ancora non hanno trovato marito portano con sé una statuetta del santo, al quale affidano il loro desiderio di andare all’altare. Mentre gli uomini carioca sono tenuti a dimostrare coraggio e resistenza in tale occasione, come nel caso della cosiddetta “prova del tronco” diffusa tra alcune popolazioni del Brasile. Qui i giovani si sfidano correndo per 6 km con un tronco di barauna sulle spalle. Il vincitore conquista il diritto di ballare con l’amata.

San Valentino argentino davvero speciale: dura una settimana

Ballando un tango a Buenos Aires.

Nella patria del tango e della passione un giorno di San Valentino non basta: per questo in Argentina gli dedicano un’intera settimana, la “Sweetness Week”. Si tratta di una settimana che va dal 13 al 20 luglio e si aggiunge al consueto 14 febbraio. Durante questi sette giorni, gli amanti si scambiano baci in cambio di sorprese e dolci.

In dono un cucchiaio di legno: il buon auspicio gallese per la famiglia

Due piccoli gallesi regalano il tradizionale “love spoon” al principe Harry e a Megan Markle in onore della loro visita in Galles.

I Gallesi celebrano San Valentino un po’ prima, ovvero il 25 gennaio, e in un modo unico al mondo. Seguendo un’antica tradizione risalente al XVII secolo, i partner si scambiano i Loverspoons, caratteristici cucchiai di legno. In passato gli ammiratori lo regalavano alla donna dei loro sogni per dimostrare alla famiglia della ragazza di poter provvedere alla famiglia e di essere abile nell’intagliare il legno.

Mentre in Russia la ricorrenza non viene accettata

Se è assodato che nel mondo San Valentino è una giornata di festa, celebrata – metaforicamente – con svariate tonalità di rosa, in alcuni Paesi non corrisponde ad un momento di condivisione e gioia.  In Russia e in altri stati dell’ex Unione sovietica, soprattutto quelli a maggioranza ortodossa il San Valentino non viene festeggiato e soprattutto non viene accettato da molti governi che vietano questa ricorrenza in quanto non è presente nel calendario religioso.

Leggi anche: Kazakistan: esiste un’incredibile foresta ‘sottosopra’ nel lago Kaindy

Grande festa in Africa: San Valentino si celebra fra danze e colori

Festeggiamenti in Kenya.

Fra tutti i tipi di festeggiamenti esistenti nel giorno degli innamorati, quelli più caratteristici e originali si svolgono in Africa. In Kenya, ad esempio, è tradizione che le donne donino al proprio sposo una zucca colma di vino di palma ricevendo in cambio un pezzo di focaccia di tiglio, un pranzetto da consumare assieme. Gare di danza, invece, per la tribù dei Wodaabe nel Niger. Qui le ragazze scelgono il proprio compagno tra tutti i ballerini che, per l’occasione, indossano collane, vestiti e copricapi colorati. E i Samburu del Kenya si cimentano in danze destinate al corteggiamento, alla fine delle quali i giovani gettano un ciuffo di capelli sul viso dell’amata che, se non si mostra contrariata, riceverà in dono da lui una collana di perline.

di Federica Tuseo

Articolo Precedente

"Aveva 25 anni, cinque più di me. Io sono vivo, lui è morto"

Articolo Successivo

“I veri innamorati non festeggiano San Valentino”, lo dicono gli esperti

Nessun Commento Presente

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *