martedì, Aprile 20, 2021

San Valentino secondo Banksy, un Cupido dal cuore infranto

Marianna Chiuchiolo
Marianna Chiuchiolo
Laureata in Mediazione Linguistica, con un passato nella musica e nel teatro e un'avida curiosità per tutto ciò che riguarda scienza, arte e scrittura. Ha abbracciato da tempo la crociata della Mental Health Awareness come missione di vita. Autrice di racconti, poesie e sceneggiature perché l'immaginazione lo pretende, giocatrice di ruolo perché immaginare storie è bellissimo, ma viverle è meglio.

San Valentino a base di fiori, cioccolatini e cenette romantiche, fatti da parte. La tendenza degli ultimi anni sembra essere quella di andare contro le ansie da prestazione e la gara a chi sparge più zucchero su queste 24 ore per dar voce a chi, per scelta o meno, il 14 febbraio lo vive senza avere le dita di qualcun altro intrecciate alle proprie. Come sempre irriverente e fuori dagli schemi, quest’anno è stato Banksy a togliere a Cupido il diritto di esser l’unico a scagliare dardi. Sulla facciata di un edificio della sua Bristol natale è comparsa una bambina armata di fionda che sembra proprio aver colpito un malcapitato Eros, il cui cuore infranto è stato realizzato con foglie e fiori di plastica rossa in una spettacolare esplosione. Un inno a chi soffre, non solo per amore, ma anche per lo spirito del tempo in un periodo in cui la cronaca è sempre più tinta di rosso sangue. Il murale è visibile nella zona di Barton Hill, ma ha già fatto il giro del mondo grazie a Instagram, social sul quale l’artista lo ha prontamente condiviso senza didascalie di sorta. All’attribuzione di significati e messaggi ci sta pensando, come sempre, il popolo web.  

 
Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Banksy (@banksy) in data:

Leggi anche: BANKSY: L’OMAGGIO DI NATALE A UN SENZATETTO di Marianna Chiuchiolo

Marianna Chiuchiolo
Marianna Chiuchiolo
Laureata in Mediazione Linguistica, con un passato nella musica e nel teatro e un'avida curiosità per tutto ciò che riguarda scienza, arte e scrittura. Ha abbracciato da tempo la crociata della Mental Health Awareness come missione di vita. Autrice di racconti, poesie e sceneggiature perché l'immaginazione lo pretende, giocatrice di ruolo perché immaginare storie è bellissimo, ma viverle è meglio.

Ultime notizie