sabato, Marzo 6, 2021

San Valentino 2021: 5 cocktail con cui stupire la vostra dolce metà, l’ultimo analcolico

Quest'anno stupiamo il partner trasformandoci per una sera in barman o barlady. Ecco cinque cocktail che possiamo preparare, con l'aiuto dei giusti strumenti.

Michela Sacchetti
Michela Sacchetti
Aspirante giornalista. Ama la letteratura, il cinema e il teatro. Dopo il diploma in ragioneria cambia itinerario iscrivendosi alla facoltà di Lettere. Laureata in Scienze del Testo, crede che nella vita si può e si deve continuare sempre ad imparare.

San Valentino 2021 si avvicina e purtroppo quest’anno le prospettive non sono rosee. Siamo ancora in piena fase d’emergenza Covid e non avremmo modo di festeggiare questa ricorrenza come avremmo voluto.

Dobbiamo, come abbiamo fatto nell’ultimo anno, ricorrere ad un po’ di fantasia. Ed ecco che abbiamo pensato a cinque cocktail: il Margarita, il Bloody Mary, l’Old Fashioned, il Singapore Sling e un cocktail analcolico ai fiori di sambuco, mirtilli e rosmarino. 

A seconda dei nostri gusti scegliamone uno, o anche di più, e stupiamo la nostra dolce metà.

O stupiamo noi stessi, se siamo singol, trasformandoci per una sera da barman o barlady.

San Valentino 2021, Margarita

San Valentino 2021_Margarita

Il Margarita è un cocktail a base di tequila, ideale da sorseggiare dopo cena, ma può essere anche un ottimo aperitivo. In questo drink il dolce si unisce con il salato. Il sale infatti viene utilizzato per la bordatura del bicchiere.

Il Margarita si serve nella tipica coppa, detta appunto coppa Margarita. In Messico, paese in cui è nato, è considerata la bevanda nazionale. Il nome utilizzato vuole essere un omaggio all’attrice Marjorie King, la quale era allergica ai distillati tranne che alla Tequila. Si narra che nel 1938 il barman dell’Hotel “La Gloria Ranch” vicino a Tijuana, dove la King era ospite, creò per la prima volta il drink, in omaggio alla donna.

Oltre alla tequila viene utilizzato il triple sec, un liquore dolce aromatizzato all’arancia, trasportandoci nell’atmosfera forte e colorata del Messico.

Ecco la ricetta del Margarita da fare a casa

Preparazione: 15 minuti          Ricetta: facile

Ingredienti:

  • 35 ml tequila bianca o mezcal
  • 20 ml di triple sec
  • succo fresco di lime
  • sale fino
  • ghiaccio

Una caratteristica del cocktail è l’utilizzo della coppa ghiacciata, per questo è importante tenere il bicchiere nel freezer.

Il drink è poi preparato nello shaker per poi essere filtrato. Nel bordo della coppa ghiacciata viene posto il sale. Alcuni barman salano solo metà dell’orlo del bicchiere per offrire la possibilità di gustare il cocktail anche senza sale.

Leggi anche: San Valentino 2021, le 5 location romantiche (e più ricercate) di sempre!

San Valentino 2021, Bloody Mary

San Valentino 2021_bloody mary_drink

Il Bloody Mary è una bevanda energizzante. Nel cocktail viene utilizzato il succo di pomodoro, che gli conferisce un colore rosso vivo. Viene poi aggiunta qualche goccia di tabasco e salsa Worcester, che danno quel tocco piccante, per via del peperoncino contenuto in entrambi.

La salsa Worcestershire è una salsa piccante, la cui ricetta è ignota ancora oggi. Il tabasco è invece una salsa per la quale si utilizza il sale e il vino bianco, che è stata brevettata nel 1870 da Edmund McIlhenny, in Louisiana.

La storia del Bloody Mary ci riporta agli ’30 del ‘900. L’ideatore fu un barman francese, Ferdinand Petiot, trasferito negli Stati Uniti. L’uomo creò il cocktail inspirandosi alla vicenda di Maria Tudor, Regina cattolica d’Inghilterra, chiamata con l’appellativo di “sanguinaria” in riferimento alle violente persecuzioni perpetrate nei confronti dei protestanti. 

Ecco come preparare il Bloody Mary a casa

Preparazione: 10 minuti          Ricetta: media

Ingredienti:

  • 45 ml di vodka
  • 90 ml di succo di pomodoro
  • succo di limone fresco
  • poche gocce di Salsa Worchestershire
  • poche gocce di Tabasco
  • sale
  • pepe
  • ghiaccio
  • sedano (per la decorazione)

Prima di tutto è importante scegliere degli ingredienti di qualità.

Molto spesso, il Bloody Mary viene decorato con un gambo di sedano alto e aggiunto del ghiaccio.

Per la preparazione del Bloody Mary serve uno shaker che, come ricorda la parola stessa che in inglese significa scuotere, serve per miscelare gli ingredienti.  

La tecnica applicata per questo cocktail è detta Throwing, ossia versare da uno shaker all’altro per più volte.

Indispensabili poi: un jigger, un bar spoon e uno strainer. Lo jigger è un dosatore che ricorda una clessidra, il bar spoon, o cucchiaio con il manico lungo, serve per miscelare gli ingredienti. Infine lo strainer, assomiglia ad un colino ed è usato per rimuovere il ghiaccio dai cocktail dopo essere stati miscelati o agitati.

Dapprima si versa nello shaker il succo di pomodoro e poi il succo di limone. Si aggiunge qualche goccia di tabasco, salsa Worchestershire, sale e pepe. Poi si mescolano gli ingredienti con l’aiuto di un bar spoon.

A questo punto si può aggiungere la vodka con un jigger. Per questo ingrediente si utilizza il dosatore, in modo da controllare con precisione le dosi. E si aggiunge qualche cubetto di ghiaccio direttamente nello shaker.

Per ultimo si utilizza la tecnica del Trowing.

Infine il cocktail può essere versato, bloccando il ghiaccio con l’aiuto dello strainer, in un tumbler alto, bicchiere a forma cilindrica. Si può come tocco finale decorare il drink con un gambo di sedano.

Leggi anche: San Valentino 2021 in Italia: 7 città da non perdere

San Valentino 2021, Old Fashioned

San Valentino 2021_old-fashioned

L’Old Fashioned è un cocktail da aperitivo a base di bourbon nel quale vengono dissolti zucchero, angostura bitter ed essenza di scorza d’arancia.

È uno dei cocktail più famosi al mondo e uno dei più antichi degli Stati Uniti, lo si consumava nei locali già alla metà dell’Ottocento. Pare che sia nato al Pendennis Club di Louisville, in Kentucky, per stemperare il gusto del whiskey di contrabbando.

Ecco come preparare a casa l’Old Fashioned

Preparazione: 10 minuti          Ricetta: Facile

Ingredienti

  • 4,5 cl di bourbon whiskey, scotch o rye whiskey
  • 2 gocce di angostura
  • 1 zolletta di zucchero
  • 1 spruzzata di soda
  • ghiaccio
  • scorza di arancia
  • ciliegina al maraschino

Per realizzare i cocktail munirsi di: un Mixing glass, uno strainer, una pinza e un bar spoon. L’ideale per quest’ultimo sarebbe il muddler, strumento a forma di un pestello che termina in modo piatto: sulla testa del cucchiaio è presente un piccolo pestello che serve per spaccare il ghiaccio o in questo caso per premere le zollette di zucchero utilizzate nel cocktail.

Si aggiungono due gocce di angostura, e il whisky che si preferisce. La ricetta classica vuole il Bourbon, whiskey che prende il nome da una contea dello Stato del Kentucky.

Il cocktail, a differenza del Bloody Mary che si serve in un tumbler alto, si bene in un bicchiere massiccio tumblem basso, detto Old Fashioned, che va prima raffreddato in freezer.

Leggi anche: Strade del vino in Italia, le 4 location più belle dove andare nel 2021

San Valentino 2021, Singapore Sling

San Valentino 2021_Singapore-Sling-Raffles

Il Singapore Sling è un cocktail alcolico fruttato a base di gin e triple sec. Il drink è stato creato nel 1915, dal barman Ngiam Tong Boon, in un lussuoso hotel di Singapore, il Long Bar del Raffles Hotel.

Si tratta di un cocktail molto particolare che, seppur alcolico, risulta leggero e fresco al palato.

Apprezzato soprattutto dalle signore, divenne ben presto famoso.

Preparare il Singapore Sling è molto semplice ma bisogna far attenzione alle dosi. Essendo fresco e leggero può trarre in inganno tale da dimentica la sua gradazione alcolica.

Ecco come preparare il Singapore Sling

Preparazione: 5 minuti          Ricetta: facile

Ingredienti:

  • 3 cl di gin
  • 1,5 cl di arpicot brandy
  • 0,75 di triple sec
  • 0,75 di DOM Benedictine
  • 12 cl di succo di ananas
  • 1,5 di succo di limone
  • 1 cl di granatina
  • 1 goccia di Angostura

La prima ricetta del Singapore sling prevedeva solo tre ingredienti: succo di limone, gin e cherry brandy. In seguito venne aggiunta la soda e solo dopo molti anni gli altri ingredienti.

Per prima cosa prendiamo lo shaker e versiamo tre cubetti di ghiaccio. Uniamo il gin aiutandoci con un misurino. Aggiungiamo poi lo cherry, il cointreau, il don benedectine, il succo di limone, il succo di ananas, lo sciroppo di granatina ed una goccia di Angostura.

Chiudiamo lo shaker e agitiamo per 12-15 secondi. Prendiamo un bicchiere a forma cilindrica tipo highball e versiamo la composizione ottenuta filtrandola con lo strainer.

Guarniamo con un quarto di fetta di ananas ed una ciliegia al maraschino.

Leggi anche: Le migliori ricette estrattori da fare tutto l’anno

San Valentino 2021, Cocktail analcolico ai fiori di sambuco, mirtilli e rosmarino

San Valentino 2021_cocktail analcolico

Se il partner è astemio oppure semplicemente non ha voglia di sorseggiare un drink alcolico possiamo optare per una bevanda analcolica.

Per l’occasione abbiamo pensato ad un cocktail analcolico ai fiori di sambuco, mirtilli e rosmarini. Ecco come realizzarlo:

Preparazione: 10 minuti          Ricetta: facile

Ingredienti:

PER IL COCKTAIL

  • 10 mirtilli
  • 1 rametto di rosmarino
  • 50 ml di sciroppo di sambuco Fabbri
  • 100 ml di acqua tonica
  • il succo di ½ limone
  • ghiaccio

PER DECORARE

  • 1 rametto di rosmarino
  • 5-6 mirtilli

Per la realizzazione di questo cocktail pestiamo dapprima i mirtilli insieme agli aghi di rosmarino e allo sciroppo di sambuco Fabbri, sul fondo di uno shaker da cocktail. Aggiungiamo 5 o 6 cubetti di ghiaccio e poi shakeriamo per 20 secondi.

Filtriamo con un colino e trasferiamo in un bicchiere insieme ad altri cubetti di ghiaccio, il succo di limone e all’acqua tonica. Mescoliamo e serviamo aggiungendo uno spiedino con infilzati i mirtilli e un rametto di rosmarino.

Michela Sacchetti
Michela Sacchetti
Aspirante giornalista. Ama la letteratura, il cinema e il teatro. Dopo il diploma in ragioneria cambia itinerario iscrivendosi alla facoltà di Lettere. Laureata in Scienze del Testo, crede che nella vita si può e si deve continuare sempre ad imparare.

Popolari

Ultimi