sabato, Dicembre 5, 2020

Orso sbrana un’aspirante domatore al circo: “Indossava mascherina, non l’ha riconosciuto”

Il ventottenne Valentine Bulich, addetto alle pulizie nel Great Moscow State Circus, è morto sbranato dall’orso Yasha, una delle attrazioni principali del circo.

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Russia, dramma al Great Moscow State Circus, una delle compagnie circensi più famose del Paese. Un addetto alle pulizie del circo è stato sbranato da un orso mentre era intento a pulire la sua gabbia. Secondo la ricostruzione dei giornali locali, Valentine Bulich aveva preso di nascosto le chiavi della gabbia per poterla pulire a fondo e stabilire un contatto con Yasha, l’animale che tanto amava e che sognava di addomesticare. Ma qualcosa è andato storto. Hanno dichiarato dal circo:

Valentin Bulich ha commesso una grave violazione delle norme di sicurezza. Quando ha visto l’uomo entrare nella gabbia, Yasha ha pensato di essere in pericolo. Non avendolo riconosciuto, perché il suo volto era coperto dalla mascherina di protezione contro il coronavirus, l’orso lo ha attaccato.

Russia, domatore al circo sbranato da un orso

L’operatore Valentine Bulich indossava la mascherina quando è entrato nella gabbia di Yasha. Con il volto coperto, purtroppo, l’orso non l’ha riconosciuto e pensando di essere in pericolo ha attaccato. Per primi sul posto sono arrivati i colleghi del ragazzo, ma i tentativi di tenerlo in vita sono stati vani. Racconta la mamma di Valentine, Elena:

Valentine era molto fiducioso, gentile e ingenuo. Voleva provare a trovare un linguaggio comune con l’orso. Mi ha detto che era già bravo a comunicare con i cuccioli. L’ho sostenuto, dicendogli che non sarebbe stato a vita un addetto alla pulizia delle gabbie. Per questa sua capacità empatica e comunicativa il ragazzo è stato ribattezzato dai media russi come “l’uomo che parlava agli orsi”.

Leggi anche: Congo, bracconiere condannato a 30 anni di carcere. Ha ucciso 500 elefanti. Sentenza storica

L’orso non sarà abbattuto

circo
Yasha, l’orso del Great Moscow State Circus.

Secondo il Daily Mail l’orso non sarà abbattuto. Yasha è una delle attrazioni principali del Great Moscow State Circus ed è noto per le sue acrobazie e per la sua indole docile. Si avvicina spesso agli umani e mai aveva dato dimostrazioni di violenza, racconta Tatyana Zapashnaya, dirigente del circo. “È molto difficile per noi. Tutto è accaduto molto rapidamente e inaspettatamente. Questo è un disastro e un dolore che dobbiamo affrontare” ha detto. Intanto gli animalisti incalzano. “L’addestramento va di pari passo con la crudeltà e i circhi con gli animali andrebbero banditi” ha scritto Irina Novozhilova, del gruppo per i diritti degli animali Vita che ha chiesto di mettere al bando i circhi con gli animali.

Leggi anche: Francia, gli animali non saranno più sfruttati al circo: ora è legge

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Ti sei mai chiesto quali sono i 20 eserciti più potenti al mondo?

20) Spagna Indice della forza militare: 0,3388Popolazione totale: 49.331.076Personale...

Nuove regole Inps sulla quarantena: l’isolamento fiduciario a casa non è malattia

Diversamente da quanto stabilito nel decreto Cura Italia, l’isolamento domiciliare non sarà automaticamente equiparato alla malattia. Ecco cosa c’è da sapere.

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

Ultimi

Benedetta Barzini, prima top model italiana: “L’anoressia malattia grave, ma utile”

È stata la prima italiana a comparire sulla copertina di Vogue America, nel 1963. Bellissima e fascinosa, all’età di 77 anni è protagonista del documentario di Beniamino Barrese, "La scomparsa di mia madre".

Natale con droni, posti di blocco ed esercito, il piano del Viminale per la sorveglianza

Il piano del Viminale interviene per la sicurezza dei cittadini. Affinché si...

Adolf Hitler africano: cosa faresti se alla nascita ti venisse assegnato questo nome?

Di recente è stato eletto in un consiglio regionale in Namibia un...

California: bimbo si suicida a 11 anni, in diretta durante una lezione on line

Un bimbo si suicida all'età di soli anni a Woodbridge, in California....

Autostrade, Castellucci indagato per crollo della galleria Berté in A26

Nel giorno in cui il Riesame dispone la scarcerazione dell'ex dirigente per la vicenda delle barriere fonoassorbenti, Castellucci viene indagato, insieme a una decina di persone, per la mancata manutenzione delle gallerie.