martedì, Gennaio 26, 2021

Roma, ragazzo entra con il motorino nella Fontana delle Rane al Coppedé

È successo nella serata di ieri e le immagini hanno fatto rapidamente il giro dei social. La sindaca Raggi indignata denuncia: “Video vergognoso”.

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Roma, quartiere Coppedé. Nella serata di ieri un ragazzo è entrato con un motorino nella vasca della Fontana delle Rane. C’è un video, pubblicato sulla pagina Instagram di un gruppo umoristico chiamato Welcome to Favelas, che immortala tutta la scena. Il giovane entra nella fontana, monumento recentemente restaurato, e, dando di gas, con la ruota posteriore del mezzo fa schizzare acqua ovunque. In sottofondo si sentono fragorose risate. A denunciare il fatto è stata la stessa sindaca della città di Roma, Virginia Raggi, che ha espresso tutta la sua indignazione in un messaggio Twitter:

Un video vergognoso, uno schiaffo a tutta Roma, un’offesa a tutti noi cittadini.

La polizia locale di Roma Capitale svolgerà accertamenti per cercare di risalire al responsabile.

Roma, al Coppedé ragazzo entra con il motorino nella fontana delle Rane

La storica fontana delle Rane nel quartiere Coppedé di Roma è stata restaurata e inaugurata non più tardi dello scorso ottobre. Era la prima volta dal 1927, anno della sua realizzazione per mano dell’architetto Gino Coppedé. La sindaca Virginia Raggi, proprio in occasione dell’inaugurazione del monumento, aveva salutato con grande entusiasmo il risultato ottenuto. “È un onore essere qui a inaugurare il lavoro di restauro completato sulla fontana delle Rane” aveva detto. “Questa fontana è il cuore del quartiere Coppedé e finora non era mai stata restaurata” spiega con orgoglio.

Ora più che mai, si capisce, il gesto vandalico della notte scorsa appare un oltraggio alla città di Roma e alla sua storia, oltre che “un’offesa a tutti noi cittadini” ha scritto la sandica.

Leggi anche: Turista danneggia una statua del Canova per un selfie

Il restauro della fontana delle Rane nel quartiere Coppedé di Roma


5 ottobre 2020. Virginia Raggi insieme al vicesindaco e assessore alla Cultura, Luca Bergamo, alla sovrintendente capitolina ai Beni culturali, Maria Vittoria Marini Clarelli, alla presidente del II Municipio, Francesca Del Bello, e alla presidente della commissione Cultura di Roma Capitale, Eleonora Guadagno.

Ci sono volute 14mila ore di lavoro e oltre 283 mila euro per completare il restauro della fontana delle Rane al Coppedé di Roma. “Sono stati risolti problemi idraulici di non poco conto e si è operato un riallineamento della fontana, oltre al ripristino del marciapiede circostante” aveva spiegato Raggi durante l’inaugurazione. La fontana era inclinata di circa 27 centimetri e ben 17 centimetri di incrostazioni calcaree che avevano finito per ricoprire i simboli della fontana, comprese le 12 rane in cima, sono state rimosse.

“Il restauro di fontana della Rane” – aveva sottolineato la sindaca – “è parte di un progetto di recupero delle fontane storiche di Roma. Il simbolo dell’acqua e delle fontane caratterizza la nostra città e quindi vogliamo recuperare questo patrimonio per troppi anni dimenticato”.

Leggi anche: Giardini di Ninfa: il parco più romantico del mondo si trova in Italia

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Ultime notizie

Cinque anni dalla scomparsa di Giulio Regeni, Mattarella: “L’Egitto dia risposte adeguate”

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella “in questo giorno di memoria” rinnova la solidarietà alla famiglia Regeni e chiede un impegno “comune per giungere alla verità”.

Olimpiadi Tokyo 2021, Italia verso l’esclusione. Entro mercoledì la decisione del CIO

Entro mercoledì 27 gennaio arriverà la decisione del CIO sull'esclusione dell’Italia dalle...

Covid, spunta l’idea di una zona rosso scuro in Europa: cos’è e quali le regole per viaggiare

Dall'Europa arriva l'idea di istituire la zona rosso scuro per indicare dove la circolazione del virus è molto alta. Ecco cos'è, pechè è necesssaria e quali sono le regole.

Brescia, arrestato primario: “Ha indotto la morte di pazienti Covid con farmaci non idonei”

È successo a Montechiari, presidio degli Ospedali Civili di Brescia. Il primario Carlo Mosca è ora accusato di omicidio volontario.

Manifestazioni e proteste in Russia e nel mondo per la liberazione di Alexey Navalny

Mentre l'ormai noto oppositore di Putin, Alexey Navalny, è in carcere, in Russia, ma non solo, si rivendicano democrazia e libertà e si chiede la liberazione del dissidente avvelenato.