venerdì, Aprile 23, 2021

Roma, debuttano gli Stati Generali. Conte: “Non sarà una passerella”

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Villa Pamphilj a Roma ospita gli Stati Generali, importante convention promossa dal premier Giuseppe Conte alla quale parteciperanno i nomi più influenti del panorama politico ed economico europei.

Cosa sono gli Stati generali

Il concetto di Stati Generali risale alla Francia del XIV secolo, quasi cinquecento anni prima della Rivoluzione, quando gli Stati Generali erano un organo di governo costituito dall’assemblea generale dei rappresentanti dei 3 ordini o Stati: clero, nobiltà e borghesia. Quelli organizzati a Roma da Conte è l’occasione di rilancio per il Paese che vedrà sul tavolo dei relatori nomi illustri al livello europeo. Attesi i contributi della presidente della Commissione Ue Ursula Von der Leyen, il commissario europeo ed ex premier Paolo Gentiloni, il presidente del Parlamento europeo David Sassoli. Christine Lagarde a capo della Bce, la direttrice del Fmi Kristalina Gheorghieva, il segretario generale dell’Ocse Angel Gurrìa. Nonché il governatore di Bankitalia Ignazio Visco. Leggi anche: Conte interrogato tre ore per la mancata zona rossa Alzano e Nembro

La polemica delle opposizioni

Agli Stati Generali, grande assente è la politica di casa nostra, specialmente il centrodestra. Le polemiche all’iniziativa di Giuseppe Conte non sono mancate. Compatta l’opposizione ha detto no alla passerella romana. Mentre Salvini della Lega lascia Roma per andare in Sicilia, Meloni di Fratelli d’Italia contesta la sede dell’incontro, da Forza Italia, Tajani fa sapere che:

Siamo pronti ad incontrare il Governo e il presidente del Consiglio prima o dopo gli Stati Generali a Palazzo Chigi per affrontare i problemi del Paese e mettere in campo un piano concreto per rilanciare l’Italia. Gli Stati Generali saranno una passerella, noi vogliamo confrontarci per lavorare concretamente sui contenuti e sulle riforme da attuare. Le riunioni si fanno a Palazzo Chigi.

Leggi anche: Giorgia Meloni attacca il Premier: “Conte ha usato la pandemia come opportunità”

I dubbi della maggioranza

La scelta di organizzare gli Stati Generali in questo momento e per di più in una sede seppur affascinante, come Villa Pamphilj, ma extra parlamentare, lascia in dubbio anche parte della maggioranza. Il PD inizialmente si era manifestato contrario all’iniziativa, sopratutto per le tempistiche. Con il passare dei giorni, il segretario Zingaretti ha appoggiato gli Stati Generali di Conte, purché non siano una semplice passerella, ma servano davvero a fissare una road map per un Recovery Plan in grado di utilizzare al meglio le risorse europee. Leggi anche: Favara: è nata la prima scuola politica per le leader di domani

Le dichiarazioni di Conte a Villa Pamphilj

A conclusione della prima giornata degli Stati Generali dell’economia, da Villa Pamphilj Giuseppe Conte fa il punto della situazione e dichiara:

Non vogliamo sprecare neanche un euro per il rilancio del Paese, non ci accontenteremo di ripristinare una normalità, non vogliamo ripristinare lo status quo ma migliorare il Paese.

  di Catiuscia Ceccarelli

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Ultime notizie