domenica, Ottobre 25, 2020

Lavorava nel garage di casa, oggi fattura 3,5 milioni con il suo brand di moda etica

Lei è Anna Fiscale e il progetto si chiama Quid. È un brand di moda etica che utilizza le rimanenze di tessuti delle grandi aziende per creare nuovi capi. Il brand dà lavoro a 120 donne con storie difficili alle spalle ed è entrato a far pate del gruppo Calzedonia.

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Anna Fiscale, classe 88, è la titolare di un brand di moda etico e sostenibile. Il marchio si chiama Quid e da qualche anno ormai produce capi di abbigliamento utilizzando le rimanenze di tessuti di grandi aziende. Anna ha avviato la sua idea di business dal garage di casa, quando aveva 25 anni, e oggi è arrivata a fatturare 3,5 milioni di euro, dando lavoro a oltre 120 donne con storie difficili alle spalle. Quid non è solo un brand di moda, ma, come si legge nella pagina di presentazione dell’azienda, è anche:

Passione per la bellezza e innovazione sociale: la Moda Made in Italy con un “Quid” di consapevolezza in più!

Un brand etico a favore delle donne in difficoltà

Anna Fiscale è nata ad Aversa, in provincia di Caserta, nel 1988. Dopo la laurea a Verona, vola in India per seguire un progetto umanitario che si occupa di sostenere le piccole iniziative imprenditoriali femminili. A seguito di quest’esperienza, la vita della giovane ragazza campana viene rivoluzionata. La sua missione diventa quella di impegnarsi per aiutare altre donne in difficoltà a trovare un riscatto. E arriva l’idea. Anna vuole creare una sua azienda, un brand che sia etico e che, allo stesso tempo, aiuti donne con storie di fragilità alle spalle a riscattarsi. Così, dal garage di casa sua nasce Quid.

Leggi anche: Piplantri, il villaggio indiano dove si piantano alberi ogni volta che nasce una bambina

Quid diventa un marchio del gruppo Calzedonia

Non avendo soldi per partire, Anna prova a rivolgersi ad alcune fondazioni private. Nel tempo riesce a mettersi in contatto con la Fondazione San Zeno, istituita dal presidente del gruppo Calzedonia, proprio allo scopo di finanziare enti e associazioni che intraprendono progetti umanitari. L’idea di Quid viene accolta positivamente e finalmente il progetto di Anna può diventare realtà.

La moda etica che fattura milioni

Il primo anno le collaboratrici in Quid sono due e il fatturato è di 90 mila euro. Ma nel tempo la crescita è esponenziale. Nel 2018 i capi prodotti del marchio sono 100 mila e il fatturato tocca i 3 milioni di euro. E i partener dell’azienda, che forniscono stoffe e materiali da cui realizzare capi, sono sempre più numerosi.

Ad oggi Anna, partita dal suo piccolo garage con un sogno stretto in mano, è diventata la fondatrice di un brand etico e sostenibile, e che dà lavoro a oltre 120 persone, per lo più donne, con storie difficili alle spalle. Un altro vanto Made in Italy.

Leggi anche: Orange Fiber, l’azienda che produce abiti con gli scarti delle arance

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Nuove regole Inps sulla quarantena: l’isolamento fiduciario a casa non è malattia

Diversamente da quanto stabilito nel decreto Cura Italia, l’isolamento domiciliare non sarà automaticamente equiparato alla malattia. Ecco cosa c’è da sapere.

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

Maxi concorso al Comune di Roma: 1500 nuove assunzioni. Tutto quello che c’è da sapere

L’atteso concorso annunciato dal Campidoglio probabilmente sarà pronto per la seconda metà di agosto. Si cercano 1500 dipendenti in diversi profili, da assumere entro la primavera 2021. Causa Covid, le selezioni avverranno a distanza.

Ultimi

Chi è Annalisa Scarrone, vita di una cantante pop

Il suo nome d'arte è semplicemente "Annalisa" detta "Nali". Annalisa Scarrone deve...

C’era una volta il west: la sfida Trump-Biden

La Casa Bianca aspetta il suo nuovo Presidente per il giorno tre...

I cani possono riconoscere il Covid-19 se addestrati

I cani sono sensibili al Covid-19 distinguendo la saliva delle persona sane...

Chi è Greta Favino, una delle figlie di Pierfrancesco Favino

Il noto attore Pierfrancesco Favino e la compagna Anna Ferzetti hanno avuto...

Impronta ecologica, come alleggerire l’impatto della nostra vita sulla natura

L'impronta ecologica è un’unità di misura che calcola lo sfruttamento delle risorse...