lunedì, Settembre 26, 2022

Punto fisco autenticazione: cos’è e come funziona

Come si effettua l'autenticazione al fisco per l'accesso ai servizi dell'Agenzia delle Entrate? Vediamolo nel dettaglio.

Melissa Matiddi
Esperta in comunicazione e digital marketing, studia lo yoga e le discipline orientali. Ama creare, leggere e viaggiare. Silenziosa ma rumorosa, è sempre pronta a varcare nuovi orizzonti.

Il punto fisco autenticazione permette di accedere al portale Siatel e di utilizzare il servizio telematico per le comunicazione all’Anagrafe Tributaria.

Con il provvedimento del 9 luglio 2001, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 165 del 18 luglio 2001, è stata introdotta la possibilità di usufruire del Servizio Telematico per le questioni indicate all’interno del relativo documento.

Punto fisco autenticazione: cos’è

É una piattaforma che offre l’opportunità di scambiare informazioni importanti con gli enti. Il sistema Siatel è gestito dall’Agenzia delle Entrate, si tratta di un abbreviativo: Sistema Interscambio Anagrafe Tributarie Enti Locali.

Il sistema di scambio permette di formare una banca dati nazionale, utile ai vari comuni che contiene i dati anagrafici di tutti i cittadini italiani. Inoltre, è possibile trovare la residenza anagrafica effettiva di ogni persona.

Tale modalità permette ai Comuni di recuperare i propri dati, riducendo di moltissimo i possibili errori per indirizzi errati o utenti introvabili.

Punto fisco autenticazione: come funziona l’attività di amministratore

Iniziamo subito col dire che per usare la piattaforma Siatel, il sistema di collegamento telematico, è necessario firmare una convenzione tra l’Agenzia delle Entrate e gli enti.

Sulla pagina web di autenticazione, bisogna indicare oltre i dati dell’ente, anche le informazioni del Responsabile di Convenzione, definito pure Amministratore Siatel.

Tramite questo strumento gli enti locali collaborano allo scambio di dati anagrafici della popolazione residente nel proprio comune, registrando nascite, decessi e cambi di residenza.

I Comuni e gli uffici che utilizzano maggiormente questo sistema sono gli uffici di anagrafe, di polizia municipale e di tributi. Quest’ultimi adoperano Siatel per:

  • Bonifica degli indirizzi delle varie banche dati
  • Accertamenti sulle residenze 
  • Controlli incrociati con i dati delle dichiarazioni dei redditi
  • Riscontri sui contratti di affitto
  • Verifiche delle banche dati Enel 
  • Verifiche dei rappresentanti legali delle varie società

Punto fisco autenticazione: come accedere a Siatel

Per accedere al sistema Siatel è necessario inserire le credenziali di accesso dell’utente formate dal codice fiscale e dalla password. I dati della matrice di sicurezza rappresentano una forma di protezione maggiore per l’accesso e si trovano all’interno di una griglia costituita da 10 righe e da 10 colonne.

Per avviare la procedura al Siatel e avviare l’autenticazione, è necessario installare il certificato di postazione, entrando nella pagina di accesso principale e andando sulle funzioni di servizio, bisogna inserire semplicemente le credenziali di accesso Siatel.

Il servizio è attivo solo nei giorni feriali, dal lunedì al venerdì dalle ore 7.00 alle ore 20.00 e il sabato dalle ore 7.00 alle ore 14.00. Per eventuali urgenze, si può chiamare il numero verde 800 863 116.

Leggi anche: Truffa via mail, l’Agenzia delle Entrate: “False comunicazioni di rimborso IVA, fate attenzione”

Melissa Matiddi
Esperta in comunicazione e digital marketing, studia lo yoga e le discipline orientali. Ama creare, leggere e viaggiare. Silenziosa ma rumorosa, è sempre pronta a varcare nuovi orizzonti.

Ultime notizie