Chi è la poliziotta eroina che ha salvato tante vite nell’aggressione a Sydney

Sui social è stata già rinominata come eroina nazionale per aver salvato molte persone nell'aggressione al Westfield center di Sydney.

Melissa Matiddi
Melissa Matiddi
Esperta in comunicazione e digital marketing, studia lo yoga e le discipline orientali. Ama creare, leggere e viaggiare. Silenziosa ma rumorosa, è sempre pronta a varcare nuovi orizzonti.
spot_img

Una poliziotta australiana ha bloccato e ucciso il responsabile di un attacco in un centro commerciale di Sydney. È stata già definita un’eroina nazionale. Sui social network sta circolando l’immagine della donna mentre blocca l’uomo.

L’agente ha soccorso non solo le persone ferite, ma anche il responsabile dell’attacco che ha causato la morte di 6 persone, tra le vittime anche un bimbo di 9 mesi portato con urgenza all’ospedale.

Chi è la poliziotta che ha bloccato l’attacco nel centro commerciale

Un’agente della polizia del New South Wales si è precipitata nel centro commerciale di Westfield Bondi Junction e si è guadagnata l’appellativo di “eroina” da parte del primo ministro Anthony Albanese.

Anthony Cooke delle Forze dell’Ordine ha riferito:

L’ufficiale è stata chiamata sul luogo dell’aggressione dalle persone che si trovavano nel centro commerciale e ha agito salvando la vita di numerose persone.

Come si legge anche nel Daily Mail, la poliziotta avrebbe chiesto all’aggressore di mettere già il coltello. A quel punto l’attentatore avrebbe puntato la pistola contro l’agente che ha sparato un colpo nel petto dell’uomo.

La poliziotta ha prestato soccorso ai feriti e praticato un massaggio polmonare all’uomo rimasto a terra che al momento non è stato ancora identificato. Le indagini stanno cercando di risalire al movente di questa strage.

“È certamente un’eroina”: le parole del Primo Ministro Anthony Albanese

Non c’è dubbio che grazie alle sue azioni abbia salvato diverse vite.

La giornata di oggi ci ricorda che le persone che indossano un’uniforme sono persone che si gettano nel pericolo, non ne fuggono.

In questo modo il Primo Ministro ha commentato le gesta eroiche dell’agente che non si è fermata davanti alla furia omicida di un uomo, il cui movente resta per il momento ancora un mistero.

La premier australiana ad interim del Nuovo Galles del Sud, Penny Sharpe, si è detta ’’scioccata’’ per l’aggressione. In una nota ha affermato che:

I miei pensieri e quelli del governo del Nuovo Galles del Sud sono in questo momento con le vittime, le loro famiglie e i primi soccorritori, così come con coloro che potrebbero aver assistito a questi eventi orribili.

Ricevo aggiornamenti regolari dalla polizia del Nuovo Galles del Sud e dai servizi di emergenza, nonché dal Dipartimento del Premier. A breve riceverò un briefing formale.

Quale potrebbe essere il mandato dell’aggressione di Sydney

Il responsabile dell’attacco era un uomo di 40 anni noto alla polizia australiana. La Bbc ha riferito in queste ultime ore che “non si tratta di un episodio di terrorismo“, in un comunicato l’ispettrice della polizia locale Karen Webb ha dichiarato:

Sappiamo qualcosa di questa persona ma stiamo aspettando di confermare la sua identificazione.

in altre parole non si tratta di un episodio di terrorismo.

Leggi anche: Il terrorismo è tornato, Al Qaeda spietata contro la cristianità

spot_img

Correlati

Fedez e Chiara Ferragni, in vendita la dimora estiva sul Lago di Como: qual è il valore sul mercato?

Fedez e Chiara Ferragni hanno deciso di vendere la loro dimora estiva sul Lago...

Ilaria Salis esce dal carcere dopo 15 mesi, i legali: “Vogliamo vederla presto in Italia”

Ilaria Salis è uscita da poco dal carcere di massima sicurezza di Gyorskocsi utca...

Caso Scurati, Presidente Rai prima difende Serena Bortone, poi cambia idea: “Nessuna censura”

La presidente della Rai, Marinella Soldi, in commissione di Vigilanza ha chiarito alcuni aspetti...
Melissa Matiddi
Melissa Matiddi
Esperta in comunicazione e digital marketing, studia lo yoga e le discipline orientali. Ama creare, leggere e viaggiare. Silenziosa ma rumorosa, è sempre pronta a varcare nuovi orizzonti.
spot_img