sabato, Settembre 25, 2021

Usa, balena inghiotte pescatore. Poi un colpo di tosse e si salva

In Massachusetts un pescatore professionista di aragoste è riuscito a salvarsi dopo essere stato inghiottito da una balenottera azzurra, per un colpo di tosse del cetaceo.

Michela Sacchetti
Michela Sacchetti
Aspirante giornalista. Ama la letteratura, il cinema e il teatro. Dopo il diploma in ragioneria cambia itinerario iscrivendosi alla facoltà di Lettere. Laureata in Scienze del Testo, crede che nella vita si può e si deve continuare sempre ad imparare.

In Massachusetts un pescatore subacqueo di aragoste è stato inghiottito da una balena a Cape Cod ma si è salvato grazie ad un colpo di tosse di quest’ultima.

Michael Packard si è agitato così tanto all’interno del mammifero al punto che la balena infastidita ha tossito e l’uomo si è riuscito a salvare.

Ora l’uomo, 56enne, è ricoverato in ospedale con lesioni superficiali, ma le sue condizioni non destano preoccupazione.

Pescatore inghiottito da una balena è salvo

inghiottito da una balena_salvo

Attimi di terrore e paura per il pescatore professionista di aragoste inghiottito da una balenottera azzurra al largo della costa di Provincetown in Massachusetts: Ecco cosa ha raccontato dal suo letto d’ospedale al Cape Code Times:

Ho pensato che sarei morto.

E del momento all’interno il corpo della balena ha detto:

Sono sceso a circa 45 piedi in mare (circa 14 metri), e all’improvviso ho sentito una spinta e un secondo dopo era tutto nero: ero interamente all’interno della balena.

La balena si è infastidita molto per l’agitarsi dell’uomo al suo interno e ha iniziato dapprima a scuotere il muso a destra e a sinistra per poi sputare il pescatore dopo 30-40 secondi. Ecco cosa ha aggiunto il sub:

Ho pensato che non avrei avuto scampo, in quel momento la mia mente è andata ai miei due figli di 12 e 15 anni.

Ho visto la luce, la balena si muoveva da un lato all’altro. E all’improvviso mi sono ritrovato fuori.

Questa non è l’unica volta in cui Michael è riuscito a salvarsi in situazioni che possiamo definire ‘estreme’. Pare che 10 anni fa fosse a bordo di un aereo da turismo che è precipitato in Costarica. I due piloti e un passeggero sarebbero morti nello schianto. Packard si sarebbe salvato insieme ad altri superstiti e trascorso con loro due giorni nella giungla prima di essere ritrovati.

Il testimone e i veloci soccorsi

Ci sarebbe anche un testimone, Joe Francis, il capitano di una nave da pesca che si trovava nelle vicinanze. Ecco cosa ha raccontato del momento in cui ha visto il pescatore inghiottito da una balena:

È dannatamente fortunato ad essere vivo. Ho visto Mike volare fuori dall’acqua con le sue pinne e atterrare di nuovo in acqua.

Così lo abbiamo raggiunto e issato a bordo e dopo avergli tolto il respiratore e calmato e lui ha detto: ‘Joe, ero nella bocca di una balena‘ e ha detto ‘Non posso crederci, ero nella bocca di una balena Joe!’

Leggi anche: Ponza, l’eccezionale avvistamento di una balena grigia: “Non era mai successo prima”

La spiegazione degli scienziati

Peter Corkeron, uno scienziato senior del New England Aquarium, ha spiegato come si alimentano le megattere, queste grandi balenottere:

Le megattere fanno ciò che chiamiamo “alimentazione a sorsate” e possono aprire la bocca in modo incredibilmente ampio.  È un incidente molto insolito, un caso su un trilione di possibilità, è stato molto sfortunato da trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato.

Le balene generalmente non sono interessate a disturbare gli umani, ma è una buona idea tenersi a distanza: le balene sono grandi e forti, e se qualcosa va storto quando sei vicino a loro, può essere molto pericoloso.

Leggi anche: Australia, 380 balene sono morte spiaggiate. È mistero sulle cause

Michela Sacchetti
Michela Sacchetti
Aspirante giornalista. Ama la letteratura, il cinema e il teatro. Dopo il diploma in ragioneria cambia itinerario iscrivendosi alla facoltà di Lettere. Laureata in Scienze del Testo, crede che nella vita si può e si deve continuare sempre ad imparare.

Ultime notizie