lunedì, Gennaio 17, 2022

Omicron piega l’America: più di 500mila casi al giorno e 123 mila ricoveri

Negli Stati Uniti, così come in Europa, la diffusione della variante Omicron non mostra segni di rallentamento e sta per mandare in tilt il sistema sanitario a stelle e strisce.

Tommaso Panza
Salentino, classe 1993. Una laurea in mediazione linguistica. Fondazione Basso(Roma). Amante della lettura e del cinema, in particolare delle opere che raccontano spaccati di realtà. Deciso sin da piccolo a diventare un giornalista.

Omicron ha portato i casi Covid negli Stati Uniti a toccare picchi record. I ricoveri per Covid in America sono destinati a raggiungere cifre mai viste questa settimana.

Variante Omicron, record di casi Covid negli Stati Uniti: in media mezzo milione di casi al giorno

Variante Omicron, record di casi Covid negli Stati Uniti: in media mezzo milione di casi al giorno

I ricoveri sono aumentati costantemente dalla fine di dicembre quando Omicron ha rapidamente superato Delta come ceppo dominante negli Stati Uniti, anche se gli esperti affermano che Omicron probabilmente si rivelerà meno letale delle varianti precedenti.

Sebbene ritenuta meno grave, i funzionari sanitari hanno tuttavia avvertito che l’enorme numero di infezioni causate da Omicron, provocando un aumento terrificante dei casi Covi negli Stati Uniti, potrebbe mettere a dura prova i sistemi ospedalieri, alcuni dei quali hanno già mostrato segni di sofferenza, in parte a causa della carenza di personale.

“Non credo che abbiamo ancora visto il picco qui negli Stati Uniti” – ha detto venerdì il direttore dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC) Rochelle Walensky al programma “Today” di NBC News, che ha poi aggiunto – “anche le scuole e le imprese lottano con carichi di lavoro in aumento”.

Gli Stati Uniti hanno segnalato 3 giorni quasi 710mila casi, confermando la media dell’ultima settimana a oltre 800mila casi al giorno, tre giorni dopo che è stato segnalato un record di quasi 1 milione di casi.

La media di sette giorni per i nuovi casi ha stabilito un record per il decimo giorno consecutivo con 597.000 nuove infezioni, mentre i ricoveri Covid hanno raggiunto quasi 123.000 e sembravano pronti a superare il record di oltre 132.000 stabilito lo scorso anno nei prossimi giorni.

I decessi, un indicatore calcolato in ritardo rispetto ai ricoveri, rimangono abbastanza stabili a 1.400 al giorno, secondo il conteggio, ben al di sotto dei numeri record dell’anno scorso, sebbene in genere non vengano aggiornati giornalmente.

“Stiamo ancora vedendo quei numeri in aumento” – ha detto Walensky, osservando che mentre i casi hanno superato i ricoveri e i decessi, i ricoveri in aumento sono stati principalmente tra i non vaccinati.

Delaware, Illinois, Maryland, Pennsylvania, Ohio, Vermont e Washington hanno tutti riportato livelli record di pazienti Covid causati da Omicron, ricoverati in ospedale negli ultimi giorni.

L’aumento dei casi Covid negli Stati Uniti, dovuta a Omicron, ha costretto i sistemi ospedalieri in quasi la metà degli stati del paese a a posticipare gli interventi chirurgici vitali.

Mentre molti sistemi scolastici hanno promesso di continuare le lezioni in presenza, alcuni hanno dovuto affrontare chiusure ad hoc con l’aumento dei casi. 

Le scuole pubbliche di Chicago, il terzo più grande distretto scolastico degli Stati Uniti, sono state chiuse per il terzo giorno consecutivo ,venerdì, a causa dell’abbandono degli insegnanti.

Molti funzionari hanno affermato che le scuole possono essere aperte in sicurezza, soprattutto tra vaccini e booster ampiamente disponibili, e giovedì il CDC (Center for Disease Control and Prevention – Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie) ha pubblicato nuove linee guida per le scuole sulle politiche di isolamento.

Mentre gli Stati Uniti stanno combattendo un’impennata in questo momento, il paese dovrà affrontare gli impatti a lungo termine, ha affermato Walensky.

“Stiamo sicuramente guardando a un momento davanti a noi in cui il Covid diventerà presto un virus endemico” – ha detto alla NBC il direttore del CDC.

I funzionari continuano a premere sulle vaccinazioni come la migliore protezione contro il virus, sebbene i mandati federali che li richiedono siano diventati politicamente controversi.

Più tardi venerdì, la Corte Suprema degli Stati Uniti valuterà le richieste di bloccare il mandato di vaccino del presidente Joe Biden per i datori di lavoro più anziani e un requisito simile separato per le strutture sanitarie. 

La Food and Drug Administration venerdì ha ridotto di un mese l’intervallo per inocularsi il booster Moderna per le persone di età pari o superiore a 18 anni, portandolo a cinque mesi.

La decisione normativa arriva pochi giorni dopo che l’agenzia ha fatto una mossa simile e ha ridotto l’intervallo per l’ammissibilità al vaccino di richiamo a cinque mesi da sei per il vaccino Pfizer . La dose di richiamo Pfizer è stata autorizzata anche per l’uso nei bambini di età compresa tra 12 e 15 anni.

Leggi anche: Stati Uniti: ecco il metodo per far rimanere a scuola i bambini esposti al Covid

Non perderti nemmeno un'articolo Seguici su Google News
Tommaso Panza
Salentino, classe 1993. Una laurea in mediazione linguistica. Fondazione Basso(Roma). Amante della lettura e del cinema, in particolare delle opere che raccontano spaccati di realtà. Deciso sin da piccolo a diventare un giornalista.

Ultime notizie