domenica, Maggio 16, 2021

Omicidio Lecce: arrestato il presunto assassino di Daniele e Eleonora

Sarebbe Antonio De Marco l'assassino di Eleonora e Daniele, i due giovani fidanzati uccisi a coltellate a Lecce lo scorso 21 settembre. L'omicidio Lecce ad una svolta.

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Sarebbe stato identificato e fermato il presunto assassino dei due giovani fidanzati Eleonora Manta e l’arbitro Daniele De Santis, uccisi la sera del 21 settembre scorso a nell’ormai noto omicidio Lecce. L’assassino sarebbe Antonio De Marco ed è uno studente di Scienze infermieristiche di 21 anni. Pare che per un certo un periodo De Marco avrebbe vissuto a casa di una delle due vittime.

Leggi anche: Omicidio Lecce, l’arbitro Daniele De Santis e la compagna uccisi a coltellate in casa loro

Omicidio Lecce, un delitto brutale

Eleonora Manta e il compagno l’arbitro Daniele De Santis, uccisi la sera del 21 settembre a Lecce.

Quello che si è consumato nell’appartamento al secondo piano di un palazzo di via Mondello, a Lecce, vicino alla stazione, dove i due fidanzati si erano appena trasferiti è a tutti gli effetti un delitto brutale e premeditato. In questi sette giorni, gli inquirenti hanno lavorato sodo per arrivare ad una conclusione e per trovare un colpevole, tra testimonianze dei vicine e telecamere di sorveglianza.

Omicidio Lecce, i dettagli della Procura

Ieri in tarda serata, in una conferenza stampa, il procuratore di Lecce Leonardo Leone De Castris ha fornito alcune importanti informazioni sull’arresto di Antonio De Marco, colpevole di aver ucciso a coltellate l’arbitro Daniele De Santis e la sua compagna Eleonora. Il giovane killer è di Casarano, un paese della Provincia di Lecce, ma fino allo scorso agosto era stato coinquilino della coppia, avendo abitato in affitto in una stanza della casa, che poi Daniele De Santis aveva deciso di ristrutturare per andarci a vivere con Eleonora. Secondo quanto spiegato dal procuratore, l’omicidio sarebbe stato a lungo premeditato e definito nei minimi dettagli.

Leggi anche: Omicidio Colleferro, autopsia: Willy ucciso per colpi traumatici su più parti del corpo

Omicidio Lecce, la città esce da un incubo

Il procuratore di Lecce Leonardo Leone De Castris.

Il procuratore De Castris attende una confessione dell’indagato, ma ne frattempo pare che nelle sue intenzioni, ha detto il procuratore:

L’omicidio doveva essere una rappresentazione anche per la collettività. Da oggi la città di Lecce esce da un incubo, l’accaduto è una rarità nella criminologia penale.

Leggi anche: Omicidio Como: sacerdote accoltellato a morte da un senzatetto straniero

Omicidio Lecce, De Marco non ha movente

Non c’è ancora un movente e questo ha reso difficile la fase iniziale delle indagini per capire quale pista seguire. Gli inquirenti sono arrivati a De Marco attraverso le immagini delle telecamere di videosorveglianza, le intercettazioni e una perizia grafica sui bigliettini sporchi di sangue, con gli appunti presi dal killer per escogitare il suo piano mortale e persi nella fuga, dopo aver commesso il fatto. Anche i contratti di affitto della casa dell’arbitro De Santis sono stati utili per individuare De Marco.

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Ultime notizie