martedì, Gennaio 26, 2021

Omicidio Colleferro, autopsia: Willy ucciso per colpi traumatici su più parti del corpo

Sono arrivati i risultati dell’autopsia sul corpo del giovane Willy Monteiro, si parla di un “politraumatismo importante”. In carcere tre aggressori.

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Attesi, sono arrivati i risultati dell’autopsia sul corpo del giovane Willy Monteiro, ucciso nel corso di una rissa a Colleferro, perché intervenuto per aiutare un amico. Si parla di un “politraumatismo importante”.

Autopsia sul copro di Willy Monteiro

L’esame autoptico sul corpo di Willy Monteiro è stato eseguito dal medico legale Saverio Potenza dell’Università di Roma Tor Vergata, e avrebbe riscontrato diverse lesioni traumatiche. È da verificare quali di queste lesioni siano state causate dai colpi inferti da quelli che oggi sono imputati come assassini, oppure dalla caduta a terra durante la rissa. Secondo le fonti citate dall’Adnkronos:

Il giovane è morto a causa dei “politraumi” distribuiti tra torace, addome e collo che hanno portato a un “grave shock traumatico” e quindi all’arresto cardiaco.

Leggi anche: Omicidio Colleferro, i familiari dei responsabili: “Hanno solo ucciso un immigrato”

Per Willy, politraumatismo importante

Secondo l’autopsia eseguita dal prof. Potenza si parla di un politraumatismo importante, il cui esito finale sarà pronto fra circa 60 giorni. Ecco le parole del medico:

Al momento abbiamo acquisito tutti i dati necessari per poter liberare anche il corpo e restituirlo ai genitori. Abbiamo fatto tutti i rilievi necessari imprescindibili, ora vanno messi insieme tutti gli elementi acquisiti e fare un ragionamento medico-legale anche col supporto dei vari esami di laboratorio che devo ancora avviare. Sarà necessario fare un quadro generale e dal particolare ricostruire la dinamica dell’evento.

Omicidio Colleferro, l’ordinanza del Gip

Nel frattempo, il Gip di Velletri ha provveduto a convalidare l’arresto con la detenzione in carcere per Marco e Gabriele Bianchi i quali, in sede di interrogatorio, hanno dichiarato di non aver toccato Monteiro, e per Mario Pincarelli. Disposti gli arresti domiciliari per Francesco Belleggia. Nei documenti che compongono l’ordinanza del Gip e che raccolgono varie testimonianze sulla rissa a Colleferro nella notte tra sabato 5 e domenica 6 settembre, si legge che:

Ho visto sopraggiungere ‘a palla un’auto di grossa cilindrata. Sono scese 5 persone che si sono lanciate contro chiunque capitasse a tiro sferrando calci e pugni e poi si accanivano contro Willy.

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Ultime notizie

Cinque anni dalla scomparsa di Giulio Regeni, Mattarella: “L’Egitto dia risposte adeguate”

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella “in questo giorno di memoria” rinnova la solidarietà alla famiglia Regeni e chiede un impegno “comune per giungere alla verità”.

Olimpiadi Tokyo 2021, Italia verso l’esclusione. Entro mercoledì la decisione del CIO

Entro mercoledì 27 gennaio arriverà la decisione del CIO sull'esclusione dell’Italia dalle...

Covid, spunta l’idea di una zona rosso scuro in Europa: cos’è e quali le regole per viaggiare

Dall'Europa arriva l'idea di istituire la zona rosso scuro per indicare dove la circolazione del virus è molto alta. Ecco cos'è, pechè è necesssaria e quali sono le regole.

Brescia, arrestato primario: “Ha indotto la morte di pazienti Covid con farmaci non idonei”

È successo a Montechiari, presidio degli Ospedali Civili di Brescia. Il primario Carlo Mosca è ora accusato di omicidio volontario.

Manifestazioni e proteste in Russia e nel mondo per la liberazione di Alexey Navalny

Mentre l'ormai noto oppositore di Putin, Alexey Navalny, è in carcere, in Russia, ma non solo, si rivendicano democrazia e libertà e si chiede la liberazione del dissidente avvelenato.