sabato, Gennaio 23, 2021

Natale in casa Cupiello: in onda questa sera l’omaggio di Rai a Eduardo De Filippo

Il film è una trasposizione dell'opera teatrale di Eduardo De Filippo e verrà trasmesso questa sera su Rai 1 come omaggio al 120° anniversario della sua nascita.

Silvia Aldi
Silvia Aldi
Classe 1990, laureata in Scienze Politiche con una specializzazione in Comunicazione pubblica Internazionale. Amante della storia sin da piccola e appassionata di grandi classici della letteratura italiana. Si auto definisce una sognatrice che tende a considerare sempre il bicchiere mezzo pieno anche nelle situazioni più critiche. Altri segni particolari? Appassionata di calcio e tifosissima!

Questa sera, martedì 22 Dicembre, andrà in onda in prima serata su Rai 1 il film Natale in Casa Cupiello. Il film è una trasposizione del’opera teatrale di Eduardo De Filippo, presentata per la prima volta al pubblico al Teatro Kursaal di Napoli nel 1931.

Il film, Natale in casa Cupiello, diretto dal regista Edoardo De Angelis, è un omaggio per i 120 anni della nascita di Eduardo De Filippo.

Natale in casa Cupiello: l’opera teatrale di Eduardo De Filippo

L’opera teatrale Natale in casa Cupiello è stata portata in scena per la prima volta al Teatro Kursaal di Napoli il 25 dicembre 1931.

Originariamente era una commedia ad atto unico, ampliato successivamente. Nel 1932 si aggiunse l’attuale primo atto e nel 1934 o nel 1937 o nel 1943, si configurò l’opera nella sua versione attuale, composta da tre atti.

Leggi anche: Gli orologi del diavolo: l’avvincente serie di Beppe Fiorello

Natale in casa Cupiello: il film

Una scena di Natale in casa Cupiello.
Set del film “Natale in casa Cupiello” di Edoardo de Angelis. Nella foto Sergio Castellitto, Marina Confalone, Toni Laudadio e Adriano Pantaleo. Foto di Gianni Fiorito.

Natale in casa Cupiello narra il percorso di una famiglia, tra i preparativi per Natale e la comunicazione familiare inefficiente. Vedremo sentimenti e risentimenti di questa famiglia.

Il film è ambientato nel 1950, un periodo di incertezze per la città di Napoli, sospesa tra guerre e benessere, come spiega il regista De Angelis:

Napoli è ancora ferita dalle bombe, nel dopoguerra s’intravedono i primi barlumi della nascita del ceto medio. Un anno sospeso tra distruzione e ricostruzione, che mi sembra assomigli molto al 2020.

Natale in casa Cupiello: trama e cast

Castellitto in Natale in casa Cupiello.
Sergio Castellitto in una scena di Natale in casa Cupiello.

Luca Cupiello (Lucariello) si dedica a una delle sue più grandi passioni: il presepe. Passione non condivisa dal resto della famiglia. Il figlio Tommaso e lo zio Pasquale sono sempre alle prese con i loro litigi. La moglie Concetta cerca di nascondere i conflitti familiari sotto il tappeto. Sarà una lettera della figlia finita nelle mani sbagliate a sconvolgere il clima natalizio della famiglia Cupiello.

Il cast di attori è composto da Sergio CastellittoMarina Confalone che vestirà i panni di Concetta Cupiello, moglie di Luca. Adriano Pantaleo che sarà Tommasino Cupiello, figlio della coppia e Pina Turco nei panni di Ninuccia Cupiello, primogenita donna.

Da giovane, Sergio Castellitto ha avuto il piacere di vedere dal vivo Eduardo De Filippo proprio in Natale in casa Cupiello e, a DiPiù, commenta così la battuta celebre del drammaturgo e poeta partenopeo: 

Quando pronunciava la celebre battuta chiedendo a suo figlio ‘o presepe?’ faceva venire i brividi. Ogni parola che pronunciava era una lezione di recitazione.

Chi è Marina Confalone, l’attrice scoperta da Eduardo De Filippo

Marina Confalone è Concetta Cupiello in Natale a casa Cupiello.
Marina Confalone è Concetta Cupiello in Natale a casa Cupiello.

Marina Confalone è nata a Napoli nel 1951. Sarà proprio Eduardo De Filippo a scoprire il suo talento come attrice.

Infatti, l’attrice napoletana, in una lunga intervista in occasione de lancio di Natale in casa Cupiello, racconta che Eduardo de Filippo non è stato solo un maestro ma dice:

Era quasi un padre.

È stato il più grande attore del Novecento.

Marina Confalone si è dedicata a cinema, teatro e televisione. Ha lavorato con grandissimi registi: Monicelli, Wertmuller, Fellini, Luchetti e Calopresti, Nanni Loy, Giuseppe Bertolucci.

Nel film Natale in casa Cupiello, Marina interpreta Concetta, personaggio reso immortale da Pupella Maggio, a cui, però, ha raccontato di non ispirarsi:

Non mi ispiro a Pupella. Un’attrice che adoro e che sbirciavo durante le rappresentazioni. La messa in scena di De Angelis è straordinaria, ha rispettato la tradizione e l’archeologia arricchendola con l’introspezione. Tutto è stato recitato all’impronta.

Alla fine mi sembrava di essere dentro casa Cupiello, di essere io stessa Concetta, la mia però.

Nel corso della sua carriera Marina Confalone ha vinto cinque David di Donatello. Uno come migliore attrice protagonista per il film Incantesimo napoletano e quattro come attrice non protagonista per i film Così parlò Bellavista, dove ha vinto anche un Nastro d’argento.

Leggi anche: Il ritorno di Sophia Loren con La vita davanti a sé: da oggi su Netflix

Silvia Aldi
Silvia Aldi
Classe 1990, laureata in Scienze Politiche con una specializzazione in Comunicazione pubblica Internazionale. Amante della storia sin da piccola e appassionata di grandi classici della letteratura italiana. Si auto definisce una sognatrice che tende a considerare sempre il bicchiere mezzo pieno anche nelle situazioni più critiche. Altri segni particolari? Appassionata di calcio e tifosissima!

Ultime notizie

Dante 2021, 5 cose da vedere a Firenze tra i luoghi del somma poeta

Quest’anno sarà speciale. Pronti a celebrare i 700 anni dalla morte di...

Gli organi della piccola Antonella, morta per una sfida social, salveranno tre bambini

Gli organi di Antonella Sicomero, morta per una presunta challenge su Tik Tok, sono stati espiantati e destinati a tre piccoli pazienti. Intanto la procura della Repubblica indaga per istigazione al suicidio.

Smog, rapporto Mal’Aria 2020: ecco le città italiane più inquinate. Torino in testa

Ecco i nuovi dati dello studio sullo smog in città raccolti da Legambiente nel report Mal’aria 2020. L'associazione ambientalista ha stilato una pagella sulla qualità dell’aria di 97 città italiane.

Tra storia e tradizione, 5 cose da sapere sul caffè espresso

Il caffè espresso, come lo conosciamo oggi, nasce solo 80 anni fa. Ecco 5 cose che, forse, non sapete sul caffè.

Trento, somministrata soluzione fisiologica al posto del vaccino: si corre ai ripari

Centinaia tra medici, infermieri e operatori sanitari dovranno ora eseguire il test sierologico al fine di capire chi ha ricevuto il giusto farmaco e chi no.