Motociclismo, quella filosofia di vita che combatte lo stress

Il motociclismo ci riconnette alla natura, contribuisce all'espressione della propria personalità, ci fa socializzare e aiuta a combattere lo stress. Perché per molti è considerata una vera e propria filosofia di vita e quali sono i vantaggi?

Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img


Il motociclismo come antidoto allo stress. Può sembrare una frase fatta, una forzatura, ma c’è del vero. A dimostrarlo, moltissime testimonianze di appassionati in giro per il mondo. D’altronde, se le moto appassionano così tante persone, un motivo ci dev’essere e non può essere legato esclusivamente ai risvolti pratici della guida, come la possibilità di abbreviare i tempi di percorrenza e la capacità di superare il traffico veicolare.

Una panoramica dei benefici del motociclismo in chiave anti-stress

moto che corrono nel verde

A seguire riepiloghiamo i vantaggi per il corpo e per lo spirito, contribuendo a una migliore gestione dello stress e di come il motociclismo sia occasione per esprimere se stessi mediante la personalizzazione del veicolo, grazie ai caratterizzanti scarichi sportivi, che rappresentano elementi fondamentali della pratica del tuning.

I benefici del motociclismo per l’umore

Chi non ha mai guidato una moto non può comprendere appieno il senso di libertà, di spensieratezza e allo stesso tempo di eccitazione che si provano quando si sfreccia in strada. Queste sensazioni sono condivise da tutti i motociclisti e rappresentano le motivazioni più importanti per salire in sella.
In realtà, hanno una spiegazione scientifica, almeno secondo una ricerca dell’Università di Los Angeles.

La guida della moto impone la massima concentrazione, di fatto costringe il motociclista a focalizzarsi sul mezzo, sulla strada e su se stesso. In questo modo, entra in una specie di circolo virtuoso meditativo, in cui i “rumori di fondo” della vita quotidiana si attenuano. Insomma, i problemi per qualche tempo si allontanano, diventano un ricordo. Ciò genera effetti peculiari sull’umore, che si esplicano in una netta diminuzione dello stress. A testimoniarlo, un calo del cortisolo (l’ormone dello stress appunto) che può superare il 28%.


Ma andare in moto scatena anche le endorfine, che sono l’ormone del piacere. Ciò è sempre legato alla diminuzione dei livelli di stress, ma anche a dinamiche particolari. Guidare la moto è infatti abbastanza impegnativo dal lato fisico. Dunque, equivale a fare attività fisica, ancorché leggera. E, come dimostrato, l’attività fisica stimola il corpo a produrre endorfine.

Vantaggi del motociclismo, dal contatto con la natura all’espressione di sé

moto che corrono nell'acqua

Nel motociclismo si apprezzano poi tutta una serie di benefici che sono legati sì all’umore ma che hanno motivazioni di tipo sociale, piuttosto che biochimico. Li possiamo riassumere così.
Il contatto con la natura. Chi balza in sella spesso si concede una scappata lungo le strade urbane, dove a fare da sfondo è la campagna piuttosto che la collina o la montagna. In quei frangenti, il motociclista, forte di un apparato sensoriale iper-ricettivo (vedi aumento della concentrazione) apprezza meglio il paesaggio, in un certo senso lo vive.
L’accesso a una community di appassionati. Il motociclismo consente alle persone di condividere con tanti altri il suo amore per le due ruote. Le community sono diffuse, ben nutrite, molto solide. In questo caso, il motociclismo assume un carattere sociale che riempie la vita e pone le condizioni per passare dei bei momenti in compagnia.
Un modo per esprimere se stessi. La moto è anche uno strumento di espressione del sé. Ciò capita soprattutto quando si procede con la personalizzazione del mezzo, quando si pratica il famoso tuning. In questo caso, la moto diventa una sorta di progetto, un cantiere aperto grazie al quale dare la vita alla moto dei propri sogni, a una moto che possa rappresentare. In genere, si inizia dagli scarichi sportivi, che fungono insieme da punto di partenza e da fulcro delle attività di tuning.


Motociclismo, un approfondimento sugli scarichi sportivi

Cosa sono invece gli scarichi sportivi, come funzionano e quali le ragioni del loro successo? Gli scarichi sportivi funzionano come gli scarichi normali, nel senso che hanno lo scopo di raccogliere ed espellere i fumi. Tuttavia, si caratterizzano per un design interno tale da velocizzare il passaggio di questi fumi. Ciò genera alcune conseguenze positive: il carburante viene sfruttato al massimo, le prestazioni aumentano, la timbrica della moto cambia e si fa più aggressiva.

Gli scarichi sportivi, poi, si caratterizzano anche per il design esterno. Afferiscono agli stili più diversi (classici, eleganti, aggressivi, creativi etc.) ma esprimono un valore estetico sempre superiore agli scarichi di serie. Ciò vale per tutte le moto, ma soprattutto per quelle che di base spiccano per l’impianto sportivo, come le Ducati.

Il mercato degli scarichi sportivi è cresciuto negli ultimi anni. Da qui, la presenza di molti scarichi e l’imbarazzo della scelta. Il consiglio è di puntare su chi si distingue, magari producendo scarichi artigianali, che sono quasi per definizione unici. Puntare su servizi di qualità forniti da qui ha lunga esperienza nel settore è il modo per definire il proprio punto di riferimento, Roadsitalia negli anni ha accolto e curato una community di motociclisti molto affiatata che può usufruire di consigli personalizzati per i propri acquisti.

spot_img

Correlati

Come è cambiato il modo di cercare una babysitter? Oggi si fa tramite app

Sempre più genitori cercano oggi una babysitter per accudire i propri figli, e la...

La ricerca dell’amore nel 2024: le persone vogliono di nuovo connessioni profonde

Cercare l’amore nel 2024 non è più l’impresa eroica di una sera da ricordare....

Australia, turisti italiani in crescita del 10%: come organizzare un viaggio sicuro?

Una buona parte dei turisti che si recano in Australia provengono dall'Italia. Rispetto al...
Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img