Come comprendere i tuoi pensieri al meglio: i sintomi dello stress emotivo

A volte riuscire a interpretare i propri pensieri non è facile. Ecco come orientarsi.

spot_img

A volte riuscire a interpretare i propri pensieri non è facile. Capire fino in fondo cosa proviamo, quali sono le sensazioni e le emozioni che il mondo esterno scatena in noi può provocare confusione. Per tale motivo è molto importante comprendere i messaggi delle nostre emozioni, farlo ha un impatto non solo sulla nostra salute, ma anche sul modo in cui ci relazioniamo con gli altri. È importante distinguere tra sentire e capire. 

L’udito è proprio usare quel senso che ci fa situare nel mondo che ci circonda. La comprensione ha un senso speciale di prestare attenzione. Può darsi che ascoltiamo, ma non comprendiamo. Comprendere implica un impegno, significa esserci, percepire cosa ci dicono il nostro corpo e le nostre emozioni, e cosa vogliono trasmetterci.

Può capitare anche di vedere numeri angelici quando stai cercando di capire i tuoi pensieri al meglio. E questi possono mandarci dei messaggi che ci aiutano a comprendere meglio ciò che stiamo vivendo o ciò che ci riserva il futuro. 

Ma vediamo alcuni suggerimenti utili per imparare a comprendere meglio i pensieri e le emozioni che proviamo. 

Comprendi il tuo corpo, parla delle tue emozioni

Le cause più comuni del malessere sono gli atteggiamenti e le emozioni negative. Cercare attenzione, evitare situazioni spiacevoli o scappare da esse, sono situazioni in cui il nostro corpo parla, di solito producendo sintomi come segnali che qualcosa non va. 

Le persone che non capiscono che queste reazioni sono causate dalle emozioni spiacevoli che stanno vivendo spesso soffrono di malattie fisiche causate dal loro blocco emotivo.

Ci sono numerose indagini che supportano il potere delle emozioni sul corpo umano. I ricercatori hanno trovato una relazione più che evidente tra dolore e stress. Lo stress emotivo, i problemi emotivi manifestati a livello fisico, che non riusciamo a gestire correttamente, possono lasciare il segno indelebile sul nostro corpo.

I sintomi più frequenti dello stress emotivo sono:

  • Emozioni: depressione o ansia, irritabilità, paura, nervosismo
  • Pensieri: eccessiva paura del fallimento, eccessiva autocritica, difficoltà di concentrazione, presa di decisioni, pensieri distorti
  • Comportamenti:  maltrattamento degli altri, aumento del consumo di tabacco, alcol e altre droghe, aumento o diminuzione dell’appetito, pianto, diminuzione dell’appetito, digrignamento dei denti
  • Cambiamenti fisici: tensione muscolare, mani fredde o sudate, insonnia, mal di testa, affaticamento, problemi alla schiena o al collo, respiro accelerato, disturbi del sonno, disfunzioni sessuali

Ma come si può imparare a tradurre questi sintomi?

Comprendi la tua mente

Come abbiamo spiegato prima, l’atteggiamento mentale può bloccarci al punto da crearci problemi fisici. Questo blocco mentale ha origine quando dentro di noi emergono emozioni che ci fanno perdere l’attenzione e addirittura disconnetterci da ciò che stiamo facendo. Le emozioni negative ci causano distrazioni, smettiamo di prestare attenzione all’attività che stiamo svolgendo e iniziamo a pensare a queste emozioni.

Prestando attenzione alla nostra mente, riconosceremo i nostri sentimenti ed emozioni . Ascoltando il nostro interiore possiamo prepararci a superare sentimenti ed emozioni spiacevoli, per poterci concentrare sulle attività della vita quotidiana. In questo modo ci riusciamo a prepararci sia fisicamente che mentalmente a riconoscere e isolare le emozioni negative. Infatti, solo così sarà più facile superarle.

La mente è responsabile del pensiero. Combina senso, pensiero, giudizio e memoria. Ci consente di soppesare il costo e il vantaggio di prendere decisioni ragionate. La tua voce interiore potrebbe non essere sempre chiara, ma cercherà di dirti qualcosa. Scrivi un diario, discuti il ​​tuo critico interiore, trova posti tranquilli, in breve, impara a capire la tua mente. 

Prima di arrabbiarti, incolpare o bloccare te stesso, ascolta te stesso, rimuovi le emozioni e i sentimenti negativi dalla tua mente. Preparati fisicamente e mentalmente ad ascoltare attentamente, nessuno è un interlocutore migliore per il tuo corpo di te stesso. Quindi apri la mente e ascolta il tuo corpo. 

spot_img

Correlati

Adhd in età adulta: come riconoscerlo e affrontarlo

Negli ultimi decenni, il panorama della salute psicologica sta avendo una significativa avanzata. Questo...

Logopedia e disturbi del linguaggio: quando è necessario intervenire

Sempre più spesso si sente parlare di logopedia, ma risulta ancora difficile comprendere di...

Bonus psicologo, come funzionano le graduatorie e quando saranno disponibili?

Bonus psicologo, da oggi 18 marzo fino al 31 maggio 2024 sarà possibile richiederlo...
spot_img