sabato, Marzo 6, 2021

Mario Draghi al G30: “Siamo sull’orlo del precipizio, le autorità intervengano”

L'ex presidente della Bce, Mario Draghi, è intervenuto nel rapporto preliminare del G30 e ha lanciato l'allarme. Molti Paesi sono sull'orlo del precipizio in termini di solvibilità.

Silvia Aldi
Silvia Aldi
Classe 1990, laureata in Scienze Politiche con una specializzazione in Comunicazione pubblica Internazionale. Amante della storia sin da piccola e appassionata di grandi classici della letteratura italiana. Si auto definisce una sognatrice che tende a considerare sempre il bicchiere mezzo pieno anche nelle situazioni più critiche. Altri segni particolari? Appassionata di calcio e tifosissima!

L’intervento dell’ex presidente della Bce, Mario Draghi, nel rapporto preliminare del G30 non lascia spazio all’immaginazione. Secondo Mario Draghi molti Paesi sono sull’orlo del precipizio in termini di solvibilità.

Nel suo intervento al G30 realizzato dal think tank di consulenza su questioni di economia monetaria e internazionale ha dichiarato:

In molti settori e Paesi siamo sull’orlo del precipizio. Specialmente per le piccole e medie imprese, con i programmi di sostegno in scadenza e il patrimonio esistente che viene eroso dalle perdite.

Mario Draghi co-presidente al G30

Mario Draghi è intervenuto ieri nella veste di co-presidente del gruppo di lavoro del G30 in un rapporto preliminare dell’organizzazione sugli effetti del Covid-19.

Nel suo intervento, Mario Draghi lancia un invito a un agire condiviso anche dalla Fed (Federal Reserve System, la banca centrale degli Stati Uniti d’America) che ha esortato il Congresso statunitense ad agire in tempi rapidi con nuovi aiuti all’economia distrutta dal Covid-19.

L’ex presidente della Bce è nel comitato di direzione del G30 (Group of the Thirty, un think tank di consulenza su questioni di economia monetaria e internazionale), insieme a Raghuram Rajan, ex governatore della Reserve Bank of India, che alla presentazione del rapporto ha spiegato: “Non è troppo presto per iniziare a pensare al periodo successivo alla pandemia ed evitare danni collaterali”.

Leggi anche: Decreto Ristori verso la fiducia, martedì il voto al Senato

Mario Draghi lancia l’allarme: “La situazione è peggiore di quello che sembra”

Mario Draghi al G30 lancia l'allarme.
Mario Draghi, al G30, lancia l’allame: la crisi è peggiore di quel che sembra.

L’ex presidente della Bce sottolinea che la crisi pandemica del Covid-19 ha generato molta confusione che sta mascherando la vera entità del problema economico. Mario Draghi lancia un allarme molto chiaro, in gioco c’è la tenuta del sistema:

Il problema è peggiore di quel che appare perché il massiccio aiuto in termini di liquidità, e la vera e propria confusione causata dalla natura senza precedenti di questa crisi che stiamo vivendo, ne stanno mascherando le vere dimensioni.

“Stiamo entrando in una nuova era – ha ribadito anche Draghi – nella quale saranno necessarie scelte che potrebbero cambiare profondamente le economie”.

La proposta di Mario Draghi: concedere credito a famiglie e imprese

Mario Draghi al G30 lancia appello su economia colpita dal Covid-19.
Mario Draghi, nel suo intervento al G30, lancia l’allarme sull’economia colpita dal Covid-19.

Mario Draghi sostiene sia necessario trovare un equilibrio per sostenere le imprese che sono in grado di uscire dalla crisi della pandemia del Covid-19, garantendo che il sistema bancario sia in grado di concedere credito a famiglie e imprese e di sostenere la ripresa economica. Ha detto Draghi:

Dobbiamo concentrarci sul mantenimento della capacità del sistema finanziario di sostenere il credito e sulla compensazione delle conseguenze indesiderate per il sistema finanziario e la stabilità delle banche.

Leggi anche: Conte è il leader più credibile d’Europa: lo dice la classifica di Politico.eu

Silvia Aldi
Silvia Aldi
Classe 1990, laureata in Scienze Politiche con una specializzazione in Comunicazione pubblica Internazionale. Amante della storia sin da piccola e appassionata di grandi classici della letteratura italiana. Si auto definisce una sognatrice che tende a considerare sempre il bicchiere mezzo pieno anche nelle situazioni più critiche. Altri segni particolari? Appassionata di calcio e tifosissima!

Ultime notizie