domenica, Ottobre 25, 2020

Chi è Madame Electricité, la regina delle lampadine che fattura 24 miliardi di euro

Si chiama Marie Cristine Coisne Roquette ed è una venditrice all'ingrosso di apparecchiature elettriche. La sua azienda di famiglia, la Sonepar, dal 1988 investe anche in Italia e ha incorporato diverse aziende del settore elettrico.

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Leader mondiale nella distribuzione di apparecchiature elettriche all’ingrosso, Marie Cristine Coisne Roquette è una signora di 62 anni, a capo di una delle più ricche aziende di Francia. L’impresa fattura ben 24 miliardi di euro distribuendo interruttori, trasformatori, quadri elettrici, cavi, antenne, con un catalogo che conta oltre 350 mila diversi articoli. Le informazioni a disposizione su Marie Cristine non sono molte. Sembrerebbe essere una persona riservata, restia ai riflettori, come del resto la sua azienda di famiglia, pressoché sconosciuta. L’azienda miliardaria, la Sonepar, non è neanche quotata in Borsa, non ha bisogno di investitori. Il suo patrimonio è circa 6 volte la Fininvest di Berlusconi, il doppio dei Benetton e come Ferrovie e Poste Italiane messe insieme. Dal 1988 investe anche in Italia e ha incorporato diverse aziende del settore elettrico.

Chi è Madame Elecrticité

Dicono che sia un vulcano di idee, rapida nel prendere le decisioni e carismatica nel motivare i suoi manager e dipendenti. Il gruppo di cui è presidente e amministratore delegato si chiama Sonepar, seconda società privata francese dopo Auchan. Eredita dal padre, Henri Coisne, l’azienda conta un gruppo di 48 mila dipendenti in 48 Paesi ed è costantemente in crescita, come i suoi ricavi. Fatturava 7,7 miliardi di euro nel 2005, 12,8 nel 2008, 22,4 nel 2018 e oggi, oltre 24 miliardi. La società è una Sas, società per azioni semplificata, tipica struttura familiare. A lei viene attribuito un patrimonio di 4,8 miliardi, ma non sappiamo di più poiché, come scrive il Corriere, Madame Electricité è una persona riservata e gelosa della privacy, anche finanziaria.

Leggi anche: L’imprenditoria è donna: 5 startup italiane di successo ce lo dimostrano

Gli investimenti in Italia

Marie Cristine Coisne Roquette, presidente e amministratore delegato della Sonepar, azienda miliardaria leader nelle forniture di materiali elettrici.

Considerata la solidità dell’azienda, Madame Electricité non ha bisogno di cercare capitali in Borsa. E infatti, preferisce andare a caccia di aziende da incorporare. In Italia la Sonepar è arrivata nel 1988, acquisendo la Elettroingross di Padova, epicentro dell’azienda francese nel Bel Paese. Poi la scalata. Prima la Imep toscana e poi l’azienda Sacchi in Lombardia. Quest’ultima acquisizione è stato il salto di qualità, che ha procurato alla Sonepar un giro d’affari di oltre mezzo miliardo di euro. Un’azione di cui hanno parlato solo i media del settore, ma che ha fatto triplicare il fatturato di Sonepar Italia, guidata dall’amministratore delegato Sergio Novello. Dai 412 milioni di ricavi è arrivata al triplo, con più di 100 milioni l’anno di crescita.

L’ombrello olandese

In realtà, non esiste un consolidato economico preciso delle attività italiane, poiché sono tutte sotto l’ombrello della holding olandese Otra nv. Ma una nota dell’azienda sul consuntivo 2019 afferma che il fatturato aggregato è stato di 850 milioni, da cui probabilmente, scrive il Corriere, è stata tenuta fuori la Sacchi. Le ultimissime acquisizioni sono, invece, quelle della Demo in Piemonte e dell’Elettroveneta, anch’essa a Padova. Scaltrezza e riservatezza caratterizzano non solo la personalità di Marie Cristine Coisne Roquette , ma anche le sue scelte professionali. La presidente, infatti, ha sempre lasciato libertà e autonomia alle aziende acquisite. Marchi e manager spesso sono rimasti gli stessi, ma inseriti in un network che ha funzionato come effetto moltiplicatore del business.

Leggi anche: “Che nessun talento sia lasciato indietro!” – Alessia D’Epiro, la coach delle imprenditrici

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Nuove regole Inps sulla quarantena: l’isolamento fiduciario a casa non è malattia

Diversamente da quanto stabilito nel decreto Cura Italia, l’isolamento domiciliare non sarà automaticamente equiparato alla malattia. Ecco cosa c’è da sapere.

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

Maxi concorso al Comune di Roma: 1500 nuove assunzioni. Tutto quello che c’è da sapere

L’atteso concorso annunciato dal Campidoglio probabilmente sarà pronto per la seconda metà di agosto. Si cercano 1500 dipendenti in diversi profili, da assumere entro la primavera 2021. Causa Covid, le selezioni avverranno a distanza.

Ultimi

Chi è Annalisa Scarrone, vita di una cantante pop

Il suo nome d'arte è semplicemente "Annalisa" detta "Nali". Annalisa Scarrone deve...

C’era una volta il west: la sfida Trump-Biden

La Casa Bianca aspetta il suo nuovo Presidente per il giorno tre...

I cani possono riconoscere il Covid-19 se addestrati

I cani sono sensibili al Covid-19 distinguendo la saliva delle persona sane...

Chi è Greta Favino, una delle figlie di Pierfrancesco Favino

Il noto attore Pierfrancesco Favino e la compagna Anna Ferzetti hanno avuto...

Impronta ecologica, come alleggerire l’impatto della nostra vita sulla natura

L'impronta ecologica è un’unità di misura che calcola lo sfruttamento delle risorse...