giovedì, Settembre 24, 2020

L’ospedale che cura i peluche dei bambini per regalare un sorriso

Martina Mugnaini
Martina Mugnaini
Martina Mugnaini. Classe 1991. Nata e vissuta a Roma, ha un forte legame con le sue origini fiorentine. Laureata in Filologia Moderna alla Sapienza e giornalista, ama scrivere di tutto quello che riguarda l’arte, la letteratura, il teatro e la cultura digitale. Da anni lavora nel campo della comunicazione e del web writing interessandosi di tutto ciò che riguarda l'innovazione. Bibliofila e compratrice compulsiva di libri di qualunque genere, meglio se antichi: d'altronde “I libri sono riserve di grano da ammassare per l’inverno dello spirito” e se lo dice la Yourcenar sarà vero.

L’esperienza in ospedale è spesso traumatica anche per un adulto, figuriamoci per un bambino che deve trascorrere giorni e giorni in una stanza. Tutte le attenzioni e la gentilezza di medici e infermieri non sempre bastano a rendere la vita del piccolo meno triste. Ecco perché iniziative come quella ideata dall’U.O. di Pediatria del Polo di Cava de’ Tirreni, l’Azienda Ospedaliera Universitaria di Salerno, sono da ammirare. I medici e gli infermieri, oltre a curare i bambini, si occupano dei loro peluche. Leggi anche: Ospedali e bambini: le terapie più innovative per aiutare i piccoli pazienti Sono proprio i bambini a poter richiedere l’intervento del medico per i loro giocattoli: grazie alla compagnia dei peluche malati terapie ed esami diventano più sopportabili ma soprattutto incutono meno paura. Come c’era da aspettarsi questa iniziativa ha riscosso grande successo fra i piccoli pazienti e sta facendo parlare di sé anche al di fuori della provincia: umanizzare le cure non è un’impresa superflua, anzi aiuta sicuramente a renderle più efficaci e sopportabili. Il fatto che l’idea non sia nuova non sminuisce la sua importanza: in Scozia avevano fatto il giro del mondo gli orsi di peluche con tubi e cerotti creati da una ragazzi di 28 anni costretta da anni a vivere con un sondino nel naso e un catetere: così ha pensato di “intubare” anche i pupazzettti preferiti dei bimbi malati dell’ospedale per rendere la situazione meno spaventosa. A Bressanone, era stato inaugurato lo scorso anno il primo ospedale degli orsacchiotti e da adesso anche in Campania verranno curati i peluche dei bambini ricoverati. L’U.O. è da sempre attenta a questo aspetto, da anni ospita volontari per la clownterapia ed organizza iniziative di beneficenza a favore dei bambini con patologie neurologiche. A rendere nota l’iniziativa dei peluche è stata la Società italiana di pediatria, che ha pubblicato sulla propria pagina Facebook un post dedicato all’ospedale. Leggi anche: Gaslini Beach, la spiaggia dove i bimbi ricoverati possono andare al mare   di Martina Mugnaini

Martina Mugnaini
Martina Mugnaini
Martina Mugnaini. Classe 1991. Nata e vissuta a Roma, ha un forte legame con le sue origini fiorentine. Laureata in Filologia Moderna alla Sapienza e giornalista, ama scrivere di tutto quello che riguarda l’arte, la letteratura, il teatro e la cultura digitale. Da anni lavora nel campo della comunicazione e del web writing interessandosi di tutto ciò che riguarda l'innovazione. Bibliofila e compratrice compulsiva di libri di qualunque genere, meglio se antichi: d'altronde “I libri sono riserve di grano da ammassare per l’inverno dello spirito” e se lo dice la Yourcenar sarà vero.

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

Maxi concorso al Comune di Roma: 1500 nuove assunzioni. Tutto quello che c’è da sapere

L’atteso concorso annunciato dal Campidoglio probabilmente sarà pronto per la seconda metà di agosto. Si cercano 1500 dipendenti in diversi profili, da assumere entro la primavera 2021. Causa Covid, le selezioni avverranno a distanza.

Olivia Paladino, giovane, elegante e in carriera. Ecco chi è la fidanzata di Giuseppe Conte

Figlia della Roma bene, più giovane del Premier di circa 15 anni, mamma di una adolescente e manager del prestigioso Hotel di famiglia. Incuriosisce la vita della First Lady italiana.

Ultimi

New York, la discarica più grande al mondo diventa parco naturale

Il Freshkills Park è un nuovo polmone verde alle porte della Grande Mela. La discarica più grande del mondo è stata trasformata in un’oasi naturale tre volte tanto Central Park. Un esemplare processo di ripristino ambientale.

Margherita Vicario critica “Sparami” di Emis Killa. I fan del rapper la insultano sui social

Bagarre sui social tra Margherita Vicario e Emis Killa. Volano insulti a...

Ibrahimovic positivo al Covid, da oggi è in quarantena a domicilio

Zlatan Ibrahimovic è risultato positivo al Covid. Lo ha comunicato il Milan....

La scrittrice siciliana Giovanna Giordano è candidata al Premio Nobel per la Letteratura 2020

La scrittrice di origine siciliana Giovanna Giordano, candidata al Premio Nobel per...

Perché oggi Google dedica un Doodle a Arati Saha?

Oggi Google dedica il suo Doodle alla vita e alle imprese della...