Operaio licenziato da ArcelorMittal, Sabrina Ferilli gli offre spese legali e stipendio

Oltre alla nota attrice Sabrina Ferilli anche Simona Izzo, Ricky Tognazzi e Michele Riondino hanno mostrato la loro solidarietà verso Riccardo Cristello.

Michela Sacchetti
Michela Sacchetti
Intuitiva, con un occhio attento alla realtà e alla sua evoluzione, attraverso una lente di irrinunciabile positività. Vede sempre nella difficoltà un’occasione preziosa per migliorarsi da cogliere con entusiasmo.
spot_img

Riccardo Cristello non avrebbe mai immaginato di ricevere nella sua vita una telefonata da Sabrina Ferilli. L’uomo è noto per essere il tecnico licenziato da AcelorMittal (ex Ilva) dopo aver pubblicato un post sulla fiction “Svegliati amore mio”, interpretato proprio dalla Ferilli.

Il post, a detta dell’azienda con sede in Lussemburgo, avrebbe “denigrato l’azienda stessa e il suo management” associando lo stabilimento di Taranto al caso raccontato dalla serie Tv, come si legge espressamente nel post incriminato.

L’attrice lo avrebbe chiamato per offrirgli uno stipendio e assistenza legale, che però l’uomo ha deciso di rifiutare pur ringraziando la Ferilli del gesto di solidarietà.

Cristello: “La telefonata di Sabrina Ferilli mi ha fatto molto piacere”

Sabrina Ferilli_Riccardo-Cristello

Riccardo Cristello è stato licenziato da AcelorMittal dopo aver condiviso il post che invitava alla visione della fiction “Svegliati amore mio”.

L’ex operaio, 45enne con due figli, ha raccontato della telefonata ricevuta da Sabrina Ferilli. Ecco cosa ha detto al Corriere della Sera:

Mi ha chiamato sabato mattina esprimendomi la massima solidarietà e sostegno per tutto, chiedendomi se avessi bisogno di assistenza legale.

Se ne sarebbe occupata lei con i suoi avvocati. Ho ringraziato perché ho già l’assistenza legale dell’Usb. Ma il suo interessamento mi ha fatto molto piacere.

Perché era sincero e non lo ha fatto perché si sentisse in colpa per la mia situazione a causa della sua fiction. Lo ha fatto perché ritiene ingiusto che si possa licenziare una persona per un post che invita a vedere una fiction.

Sindacato di Taranto ringrazia Sabrina Ferilli

L’assistenza legale di cui parla Riccardo Cristello è quella del sindacato Usb di Taranto.

Francesco Rizzo, coordinatore dell’ente, esprime a La Stampa il proprio ringraziamento verso Sabrina Ferilli e tutti coloro i quali che hanno mostrato il loro interessamento e sostegno in questa triste vicenda, come Simona Izzo e Ricky Tognazzi, i registi di “Svegliati amore mio”. Ecco quali sono state le sue parole:

A Sabrina Ferilli va il ringraziamento, mio ​​e di tutto il sindacato che rappresento, per aver offerto al lavoratore la propria disponibilità immediata per sostenere le spese legali, oltre al pagamento di uno stipendio.

Allo stesso modo ringraziamo i registi della fiction Simona Izzo e Ricky Tognazzi i quali, attraverso video pubblicati sui social, hanno espresso la propria vicinanza al lavoratore.

Ha poi aggiunto un ulteriore ringraziamento:

Nelle ultime ore siamo stati contattati anche dall’attore Michele Riondino, protagonista della serie Tv Il giovane Montalbano: anche lui si è offerto di sostenere le spese legali e di questo lo ringraziamo.

Stiamo già procedendo, tramite il nostro avvocato, al ricorso contro il licenziamento.

Riccardo Cristello riuscirà a riottenere il suo lavoro?

Anche un altro collega di Cristello era stato punito per aver condiviso sui social lo stesso post. Si era però scusato pubblicamente, riuscendo così ad evitare il licenziamento.

Cosa che, a detta dell’AcelorMittal, non aveva fatto Riccardo Cristello.

L’azienda nelle ore scorse ha fatto sapere con una nota “di non aver ricevuto alcuna richiesta di confronto dal dipendente, anzi ribadisce che le giustificazioni formulate dallo stesso non fanno che confermare le motivazioni della sanzione disciplinare”.

AcelorMittal ha poi ribadito la propria disponibilità ad un confronto analogo a quello avuto recentemente con l’altro dipendente.

Repubblica riporta la replica di Cristello, il quale effettivamente ammette di non poter chiedere scusa per un cosa che non ha commesso ma si dice pronto a sedersi a un tavolo e a confrontarsi con l’azienda.

Vedremo nel contraddittorio chi la spunterà e se l’ex dipendente riuscirà a riottenere il lavoro.

Leggi anche: Inquinamento atmosferico, OMS lancia l’allarme: oltre 7milioni di decessi l’anno

spot_img

Correlati

Terence Hill e il nuovo film di Trinità: “Ci sto lavorando, ma non vi svelo il titolo”

Terence Hill si sta preparando a un nuovo film, 54 anni dopo l'uscita di...

Addio a Bruno Zanin, Titta di Amarcord, i figli: “Papà non vuole fiori, fate un dono a Save The Children”

È morto Bruno Zanin, il Titta Biondi di Amarcord, film di Federico Fellini che...

Perché il Festival di Sanremo 2025 potrebbe essere rinviato? Tutti i motivi

Novità per il Festival di Sanremo 2025: la kermesse canora potrebbe non andare più...
Michela Sacchetti
Michela Sacchetti
Intuitiva, con un occhio attento alla realtà e alla sua evoluzione, attraverso una lente di irrinunciabile positività. Vede sempre nella difficoltà un’occasione preziosa per migliorarsi da cogliere con entusiasmo.
spot_img