Home»Digital Life»Le Maldive siberiane: il lago meraviglioso che nasconde un segreto

Le Maldive siberiane: il lago meraviglioso che nasconde un segreto

Le cristalline acque del lago Novosibirsk, sono uno degli scenari più popolari tra gli instagrammer, nonostante la loro bellezza sia pericolosa per i turisti.

0
Condivisioni
Pinterest Google+

Non giudicare il libro dalla copertina, questo è uno di quei casi in cui niente è ciò che sembra. Le limpide e turchesi acque del lago Novosibirsk, che attraggono migliaia di turisti in Russia, sono in realtà piene di agenti inquinanti provenienti dalla più grande centrale elettrica della Siberia. Il nomignolo che è stato attribuito a questo luogo surreale, “le Maldive Siberiane”, lascia intendere la bellezza unica di quello che ormai è sfondo di selfie e fotografie di gruppo postate su Instagram. Niente più filtri e saturazione al massimo grazie ad un fenomeno tutt’altro che naturale. L’incredibile colore che l’acqua del sito artificiale ha assunto, infatti, sarebbe merito proprio dei depositi di sali di calcio e di ossidi di metallo, che fanno arrivare la stessa ad un pH di 8, estremamente alcalino.

Leggi anche: Viaggiare ti rende felice: ecco come investire i tuoi soldi

Lago di Novosibirsk: instagrammer avvisato, mezzo salvato

Il laghetto ha così conquistato i social: c’è chi lo sceglie come sfondo per l’album di matrimonio e chi addirittura si fa fotografare in costume da bagno in mezzo alle acque tossiche. Il fenomeno ha iniziato così a preoccupare le autorità e l’azienda che gestisce la discarica, la Siberian Generating Company (SGK), ha pubblicato un comunicato rivolto espressamente agli instagrammer:

Sappiamo che il nostro deposito delle ceneri è diventato una webstar ed è lo sfondo preferito dei vostri selfie, ma vi preghiamo di non cadere al suo interno mentre vi scattate le foto. Questo è il rischio maggiore.

Quindi, anche se le fotografie al lago vi faranno acquisire moltissimi like e follower, un bagno nelle sue acque potrebbe provocarvi gravi danni alla salute, come forti allergie alla pelle. Immergersi nel lago artificiale non provoca la morte, ma irritazioni cutanee anche gravi. Inoltre si rischia, una volta bagnati dalle acque cristalline, di non riuscire più a nuotare verso la riva.

Nonostante lo scenario allarmante, il comunicato, postato anche sul social russo Vkontakte, ha sortito l’effetto contrario. Gli instagrammer non sono affatto diminuiti, anzi è apparso sulle rive del lago un cartello in legno dipinto a mano, con il simbolo di Instagram e la dicitura: “Maldive di Novosibirsk”. I visitatori aumentano, soprattutto nei weekend, sempre in cerca di fotografie da condividere sui social.

Leggi anche: Viaggi in compagnia e risparmi: come funziona Triptoshare

Non solo Siberia: anche in Spagna ci sono le “Maldive tossiche”

Come le Maldive siberiane, così esistono anche quelle “spagnole” fra i luoghi più amati dagli instagrammer, nonostante sia meglio non tuffarcisi dentro. Parliamo del lago di Monte Neme, nel nord della Spagna, che si trova nel sito di una vecchia miniera di tungsteno usata tra la Prima e la Seconda guerra mondiale per estrarre i materiali di fabbricazione di armi e munizioni. Una volta dismessa, questa ha lasciato in eredità meravigliose acque cristalline, ma nocive. Soprannominata “la Chernobyl della Galizia”, il lago spagnolo è sia lo sfondo per delle foto perfette, sia il modo migliore per andare incontro a problemi alla pelle ma anche nausea e vomito con un solo tuffo.

Anche qui, notato lo strano afflusso di turisti, l’associazione locale Salvemos A Cabana ha chiesto maggiori controlli da parte delle autorità, proprio per evitare incidenti. Si è quindi davanti ad una duplice soluzione: la prima è quella di posizionare un cartello per avvertire i turisti dei possibili rischi alla loro salute, la seconda, più radicale, implica la bonifica dell’area, operazione che costerebbe quasi 800mila euro secondo i conti de La Voz de Galicia.

Una cosa è certa, che si parli di Russia o Spagna, gli Instagram lovers sono disposti a correre qualsiasi rischio pur di realizzare la foto perfetta.

Leggi anche: In viaggio dentro se stessi: 7 mete per scoprire il mondo meditando

di Federica Tuseo

Articolo Precedente

Novità Instagram: spariscono i like dalle foto

Articolo Successivo

Ospedali e bambini: le terapie più innovative per aiutare i piccoli pazienti

Nessun Commento Presente

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *