giovedì, Settembre 24, 2020

“La mafia chiedeva il pizzo a mio padre, non chiamatemi la figlia del pentito”

Enrica Vigliano
Enrica Vigliano
Enrica Vigliano, 33 anni, romana per adozione. Lavora nel mondo dell’arte e della comunicazione di eventi, dopo gli studi di Archeologia e di Business dei beni culturali. Adora parimenti la matematica e la grammatica, avendo una predilezione per le parole crociate e per la vita all’aperto.

In Italia sono circa un’ottantina i testimoni di giustizia: persone che non hanno commesso alcun reato, provenienti dal tessuto economico e sociale imprenditoriale. A differenza dei collaboratori di giustizia, i “pentiti”, non appartengono ad ambienti malavitosi, anzi ne sono vittime. Diventano testimoni dopo aver subito estorsioni o aver visto e denunciato crimini di diversa natura.

Una volta che i testimoni e le loro famiglie accedono al programma di protezione, devono cambiare identità, nascondendo o del tutto annullando i legami con il loro passato, venendo sradicati dai contesti di provenienza. Lo stato contribuisce al sostentamento dei testimoni con uno stipendio che si aggira introno ai 1000-1500 euro al mese, ma spesso non è sufficiente.

Vivere sotto protezione significa rinunciare a un’esistenza normale, astenendosi dal lavoro, dai rapporti con amici e familiari più stretti, ma anche e soprattutto, dal dire la verità.

Un annientamento che logora dall’interno le persone che hanno avuto il coraggioTestimoni di giustizia di denunciare i loro vessatori. Le vittime del “pizzo” sono costrette a una vita di ombre, in cui l’angoscia dell’essere scoperti diventa una prigione forse peggiore alla galera vera e propria.

Leggi anche: “Qui non ci sarà spazio per mafiosi e razzisti”, il cartello comparso davanti a un negozio di Palermo

La storia di Sofia, una vita nell’ombra

La storia di questa ragazza figlia di un imprenditore testimone di giustizia ne è un emblema. A 22 anni ha già cambiato più volte nome e residenza per scappare alla mafia che ha perseguitato il padre.

Schiva e diffidente, Sofia – così l’ha soprannominata l’intervistatore del Corriere della sera che l’ha incontrata – ha dovuto affrontare un’infanzia e un’adolescenza difficili. Il padre, nel 2005, ha avuto il coraggio e la forza di denunciare i numerosi taglieggiamenti ricevuti da parte della malavita. Oggi forse quel coraggio non lo avrebbe più, considerando quanto sia cambiata la vita della sua famiglia da allora.

Trasferimenti, nascondigli, allarmi, divieti ma anche scorte armate e la paura costante di dover fuggire. Forse troppo per una ragazza con tanti sogni e molta malinconia. Il passaggio all’età della consapevolezza l’ha segnata profondamente, imparando a sue spese che la libertà è un concetto relativo nel programma di protezione.

Sofia ha dovuto mentire, nascondere la sua provenienza, instaurare legami basati sull’ambiguità e sulle bugie. Tutto questo l’ha portata alla soglia della depressione, sentendosi come in gabbia ed essendo additata, erroneamente, come “la figlia del pentito”. Ogni spostamento della ragazza doveva essere dichiarato e autorizzato, oltre che sorvegliato da tre uomini armati. L’unico suo momento di evasione era la lettura, a cui si è aggrappata negli anni di “prigionia”. E forse grazie ai libri e alla sua brama di libertà, Sofia è riuscita a riprendersi parte della sua vita rubata: andare in discoteca, uscire senza chiamare, seguire un corso da estetista, frequentare un ragazzo.

L’augurio è che tutte le persone nelle sue condizioni riescano infine a recuperare una vita dignitosa e la libertà di scegliere, pur continuando a combattere la criminalità. Leggi anche: Come valorizzare Napoli facendo l’imprenditrice quanto tutti ti dicono di andare via   di Enrica Vigliano

Enrica Vigliano
Enrica Vigliano
Enrica Vigliano, 33 anni, romana per adozione. Lavora nel mondo dell’arte e della comunicazione di eventi, dopo gli studi di Archeologia e di Business dei beni culturali. Adora parimenti la matematica e la grammatica, avendo una predilezione per le parole crociate e per la vita all’aperto.

Correlati

Perché oggi Google dedica un Doodle a Arati Saha?

Oggi Google dedica il suo Doodle alla vita e alle imprese della...

Nubifragio Roma, allagata la Capitale, chiusa la Metro e disagi sul GRA. Allerta meteo fino a venerdì

Una bomba d’acqua, nelle scorse ore, ha messo in ginocchio la Capitale....

Australia, 380 balene sono morte spiaggiate. È mistero sulle cause

I soccorsi continuano a intervenire senza sosta, ma l’operazione è molto complessa. Circa 50 esemplari sono stati messi in salvo, ma le perdite sono enormi. È lo spiaggiamento peggiore della storia moderna.

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

Maxi concorso al Comune di Roma: 1500 nuove assunzioni. Tutto quello che c’è da sapere

L’atteso concorso annunciato dal Campidoglio probabilmente sarà pronto per la seconda metà di agosto. Si cercano 1500 dipendenti in diversi profili, da assumere entro la primavera 2021. Causa Covid, le selezioni avverranno a distanza.

Olivia Paladino, giovane, elegante e in carriera. Ecco chi è la fidanzata di Giuseppe Conte

Figlia della Roma bene, più giovane del Premier di circa 15 anni, mamma di una adolescente e manager del prestigioso Hotel di famiglia. Incuriosisce la vita della First Lady italiana.

Ultimi

Perché oggi Google dedica un Doodle a Arati Saha?

Oggi Google dedica il suo Doodle alla vita e alle imprese della...

Nubifragio Roma, allagata la Capitale, chiusa la Metro e disagi sul GRA. Allerta meteo fino a venerdì

Una bomba d’acqua, nelle scorse ore, ha messo in ginocchio la Capitale....

Australia, 380 balene sono morte spiaggiate. È mistero sulle cause

I soccorsi continuano a intervenire senza sosta, ma l’operazione è molto complessa. Circa 50 esemplari sono stati messi in salvo, ma le perdite sono enormi. È lo spiaggiamento peggiore della storia moderna.

Tesla, rivoluzione veicoli green: “Batterie più efficienti e costi accessibili”

Auto elettriche a partire da un prezzo base di 25mila dollari e maggiore durata delle batterie. Ecco le novità più importanti annunciate da Elon Musk.

A Dubai strage di gatti e cani randagi per l’Expo: “Animali lasciati morire nel deserto”

A denunciare la strage che sta avendo luogo in questi giorni per...