sabato, Maggio 8, 2021

La Gran Bretagna è senza premier: Boris Johnson è in terapia intensiva

Pochi giorni fa Boris Johnson vantava di “stringere mani a chiunque”, oggi la Gran Bretagna non ha più un leader operarativo alla guida del governo, la situazione per Boris Johonson si è aggravata, adesso è interapia intesiva. Martedì all’ora di pranzo Downing Street comunica che il premier britannico non ha la polmonite. La precisazione da Downing Street, “non è attaccato a un ventilatore”, “non ha la polmonite”.

Il ricovero per precauzione o per pericolo?

“Per precauzione”, dicono è ricoverato al St Thomas, ospedale pubblico vicino al Parlamento di Westminster. A pranzo il twitt di Johnson che fa ben sperare:

Ho dormito bene, sono di buon umore e in contatto con la mia squadra, sono in ospedale per esami di routine.

Però stavolta niente foto e niente video.

La paura della polmonite

Sono passati ormai 11 giorni e qualcuno pensa al peggio per 55enne Boris Johnson, i più grandi avversari politici come il laburista Corbyn, e Macron hanno dedicato l’augurio di pronta guarigione. La situazione è precipitata alle 19, dopo una serie di complicazioni che hanno portato alla paura della polmonite. Il premier ha lasciato le sue deleghe al breziter Dominic Raab, ministro degli Esteri. Leggi anche: L’appello all’Onu: “Stop a macello di animali vivi, la pandemia parte da lì”

Ultime notizie