mercoledì, Agosto 4, 2021

Look-down, l’opera da un milione di euro “abbandonata” dallo scultore Jago in Piazza Plebiscito

“Il significato della mia opera? Andatelo a chiedere a tutti quelli che, in questo momento, sono stati lasciati incatenati nella loro condizione".

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Questa mattina i riflettori sono puntati su Napoli e sull’opera “abbandonata” nella notte in Piazza Plebiscito da Jago, scultore di fama internazionale recentemente tornato a vivere nella città partenopea, a Rione Sanità. La scultura si chiama Look-down, rappresenta un bambino in catene, rannicchiato a terra in posizione fetale e vale un milione di euro. “Oggi va di moda fare dei gesti veloci, nascosti e a costo zero” ha dichiarato l’artista. “Io voglio metterci la faccia. Sì, ho lasciato un milione di euro in mezzo alla piazza. È un rischio, ma va bene così”.

Da Look-down al Figlio velato, l’omaggio di Jago a Napoli

Negli ultimi due anni e mezzo Jago ha vissuto a New York, ha respirato aria internazionale e ha deciso di tornare a Napoli “per fare un salto di qualità” ha raccontato con un sorriso. “Per fare questo salto” spiega meglio Jago, “Sanità è l’unica scelta possibile, perché è un terreno fertile, sarà la Manhattan del futuro. Fertile perché c’è bellezza, possibilità di coltivare, e un capitale umano e artistico con un potenziale incredibile”. Jago è originario del frusinate, ma Napoli è la città che ha scelto per prosperare. C’è già un’altra sua opera bellissima custodita nella Cappella dei Bianchi, nella chiesa di San Severo, anche questa donata dall’artista alla Cooperativa Sociale la Paranza, realtà virtuosissima del territorio. “Insomma, è il terreno giusto” ha commentato l’artista.

Leggi anche: Oltre 20mila bugie di Trump trascritte per formare un muro: ecco il Wall of Lies

Look-down, l’opera da un milione di euro “abbandonata” da Jago in Piazza Plebiscito

Nella notte sui canali social dello scultore sono stati condivisi i video dell’istallazione di Look-down, la seconda opera che Jago ha scelto di donare alla città di Napoli. Nei video si vede proprio l’artista che in Piazza Plebiscito accompagna il movimento della gru che trasporta l’opera, realizzata in marmo bianco. Interrogato sul significato della scultura Jago ha risposto:

Look-down è un invito a guardare in basso, ai problemi che affliggono la società e alla paura di una situazione di povertà diffusa che si prospetta essere molto preoccupante, soprattutto per i più fragili.

Un’opera sociale consapevole, un grido di denuncia che arriva in un momento di grande difficoltà per tutto il Paese. La crisi sanitaria provocata dal Covid sta minando alle basi la sicurezza economica delle famiglie, dei giovani, dei cittadini tutti, intrappolandole nella gabbia della loro condizione. “Riguardo all’opera ho già detto quello che volevo dire facendola. Il significato dell’opera andatelo a chiedere a tutti quelli che, in questo momento, sono stati lasciati incatenati nella loro condizione”.

Leggi anche: I colori di Arò, l’arte come vibrazione

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Ultime notizie