lunedì, Marzo 8, 2021

L’Italia torna in zona rossa e il Capodanno sarà sorvegliato speciale, anche sul web

Da oggi e fino al 6 gennaio l’Italia torna in zona rossa. “Pausa” arancione il 4 gennaio. Intanto i controlli delle autorità aumentano, anche sul web, per intercettare feste e veglioni clandestini.

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Da oggi e fino all’Epifania l’Italia torna in zona rossa. Lockdown totale nella Penisola, dunque, con una “pausa” arancione prevista per il 4 gennaio 2021.

Il Capodanno sarà sorvegliato speciale, come è stato anche per il Natale. Le forze dell’ordine sono già a lavoro, impegnate nei controlli sul territorio, ma non solo. Osservato anche il web, nella speranza di intercettare feste e veglioni clandestini.

Per chiudere senza rischiare quest’anno 2020, allora, meglio ripassare le regole anti-contagio in vigore. Ecco cosa si potrà fare in questi giorni.

L’Italia torna in zona rossa, Capodanno sorvegliato speciale

L’Italia torna in zona rossa, ma gli italiani già conoscono le regole per festeggiare un Capodanno senza rischi. Le restrizioni, infatti, sono le stesse predisposte per le feste natalizie, dal 24 al 27 dicembre scorso. Nello specifico:

  • In casa non si possono ospitare più di due persone non conviventi.
  • Divieto di spostamento, anche all’interno del proprio comune, eccezion fatta per visite a parenti e amici, ma in un massimo di due persone (non si contano sul numero totale eventuali figli minori sotto i 14 anni e persone disabili al seguito) e solo una volta al giorno.
  • Divieto assoluto di spostamento nelle ore del coprifuoco, che nella notte di San Silvestro sarà in vigore dalle 22 alle 7 del mattino successivo, se non per comprovate esigenze di lavoro, salute e necessità o urgenza.
  • In questi giorni sarà necessario avere sempre con se l’autocertificazione in caso di spostamenti

Regole e controlli per festeggiare un Capodanno senza rischi

italia torna in zona rossa
Verona, l’esercito è stato impegnato nell’operazione Strade Sicure. L’Italia torna in zona rossa e i controlli aumentano.

Le forze dell’ordine saranno impegnate nella giornata di oggi, e fino alla mattina di domani, in serrati controlli su strada e anche sul web. Le misure sono necessarie per intercettare eventuali feste e veglioni clandestini.

Mentre per il Natale, infatti, a spostarsi sono state per lo più coppie e famiglie, per la notte di Capodanno si teme che saranno gli amici a riunirsi in feste non consentite. Per questo un occhio di riguardo sarà riservato alle macchine con più di due passeggeri a bordo.

Alta la guardia anche per possibili raduni e assembramenti nelle strade e nelle piazze delle città, come anche sui locali chiusi, che potrebbero riaprire clandestinamente per l’occasione.

Predisposti dalle autorità anche controlli per verificare il rispetto delle normative anti-botti e divieti per i fuochi d’artificio, così come voluto e predisposto in molte città italiane.

Leggi anche: Natale con droni, posti di blocco ed esercito, il piano del Viminale per la sorveglianza

Quali le sanzioni per chi trasgredisce le regole

In caso di mancata osservanza delle regole previste in zona rossa, i trasgressori rischiano multe che possono variare dai 400 ai 1000 euro ciascuno.

Attenzione in strada, dunque, ma anche a osservare le regole in casa propria. Secondo Coldiretti, quasi un italiano su due è pronto a denunciare eventuali comportamenti scorretti (47%).

Cosa succederà dopo il Capodanno

italia torna in zona rossa
Il premier Giuseppe Conte nella conferenza di fine anno.

Le restrizioni delle feste dureranno fino al prossimo 6 gennaio, con una breve “pausa” arancione il 4 gennaio 2021. Dopodiché, le fasce colorate torneranno in vigore a partire dal 7 gennaio 2021, come confermato ieri dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte in occasione della conferenza stampa di fine anno che ha detto:

Dobbiamo solo capire se le varianti, come quella inglese, che hanno un tasso di contagiosità più elevato, ci richiederanno o meno l’aggiornamento delle nostre misure.

Altrimenti il sistema per fasce col monitoraggio è assolutamente adeguato anche per la terza ondata.

La campagna vaccinale prosegue, rassicura il Premier in conferenza stampa, ma bisogna mantenere alta la guardia e lavorare ancora per scongiurare una potenziale terza ondata. L’Italia torna in zona rossa per le ultime festività, ma a partire dal 7 gennaio 2021 ci si augura una cauta ripresa.

Leggi anche: Oroscopo 2021, 12 viaggi (a prova di contagio) ideali per ogni segno

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Ultime notizie