giovedì, Maggio 13, 2021

Intitolato a Nadia Toffa il reparto di oncoematologia pediatrica dell’ospedale di Taranto

Marianna Chiuchiolo
Marianna Chiuchiolo
Laureata in Mediazione Linguistica, con un passato nella musica e nel teatro e un'avida curiosità per tutto ciò che riguarda scienza, arte e scrittura. Ha abbracciato da tempo la crociata della Mental Health Awareness come missione di vita. Autrice di racconti, poesie e sceneggiature perché l'immaginazione lo pretende, giocatrice di ruolo perché immaginare storie è bellissimo, ma viverle è meglio.

Oltre 90.000 firme raccolte in poco più di un mese: un vero plebiscito da parte della città di Taranto per intitolare a Nadia Toffa il reparto di oncoematologia pediatrica dell’ospedale Santissima Annunziata.

Dietro il nome di Nadia ci sono tutti quei piccoli angeli che non ce l’hanno fatta ma hanno combattuto fino alla fine e di tutti quelli che stanno ancora combattendo.

Così ha commentato Alessandra Marotta, promotrice della petizione. La celebre conduttrice, già cittadina onoraria di Taranto per le sue inchieste sull’ILVA, era stata la fautrice della raccolta fondi grazie alla quale è stato possibile inaugurare il reparto nel dicembre dello scorso anno. Attualmente conta 5 posti letto per un’utenza di 60 pazienti, ma sono già in vista lavori di ampliamento. “La Puglia glielo deve”, ha commentato il governatore Michele Emiliano, che si è anche dichiarato disponibile a sostenere la realizzazione di una serie di progetti trovati in bozza nel computer della Toffa dopo la sua morte. Leggi anche: Il regalo di Nadia Toffa: ci insegna a non avere paura   di Marianna Chiuchiolo

Marianna Chiuchiolo
Marianna Chiuchiolo
Laureata in Mediazione Linguistica, con un passato nella musica e nel teatro e un'avida curiosità per tutto ciò che riguarda scienza, arte e scrittura. Ha abbracciato da tempo la crociata della Mental Health Awareness come missione di vita. Autrice di racconti, poesie e sceneggiature perché l'immaginazione lo pretende, giocatrice di ruolo perché immaginare storie è bellissimo, ma viverle è meglio.

Ultime notizie