domenica, Gennaio 29, 2023

Intervento record: 19enne pugliese salvata da trapianto di cuore e polmoni

Aurora, una ragazza 19enne originaria di Bari, affetta da una rara malattia, ha subito un delicatissimo intervento, durato 12 ore che le ha salvato la vita.

Melissa Matiddi
Esperta in comunicazione e digital marketing, studia lo yoga e le discipline orientali. Ama creare, leggere e viaggiare. Silenziosa ma rumorosa, è sempre pronta a varcare nuovi orizzonti.

Intervento record: una 19enne pugliese è stata salvata con un trapianto di cuore e polmoni in Ecmo, presso l’ospedale Molinette della Città della Salute di Torino.

Colpita da ipertensione polmonare primitiva, una rara patologia che provoca la disfunzione contemporanea degli organi vitali, Aurora ha subito una delicatissima operazione di 12 ore.

I primi segnali di malessere sono arrivati lo scorso maggio, quando la ragazza ha iniziato a soffrire di fiato corto, a stancarsi facilmente e ad avere rigonfiamenti sulle gambe. Da quel momento, è stata una corsa contro il tempo.

Intervento record: 12 ore in sala operatoria

Aurora è stata immediatamente trasportata dal Policlinico di Bari, dopo l’aggravarsi delle sue condizioni, con un volo speciale dell’Areonautica Militare a bordo di un C-130, presso il Centro Trapianti Cuore, nella città di Torino, diretto dal Professore Mauro Rinaldi.

Da qui, la chiamata contro il tempo per trovare alla ragazza un donatore. La 19enne portata in sala operatoria, ha subito un intervento di oltre 12 ore, eseguito dai Professori Mauro Rinaldi e Massimo Boffini.

Definite le ultime suture, il cuore e i polmoni hanno iniziato a funzionare autonomamente. Il cammino verso la guarigione è ancora lungo, ma Aurora sta bene e respira da sola.

Il Direttore generale Città della Salute di Torino, Giovanni la Valle ha commentato così questo trapianto: “É una storia bellissima a lieto fine per la giovane ragazza e per la vita da vivere che ha ancora davanti a sé. Complimenti alle nostre équipe e al sistema trapianti, che ancora una volta si confermano punto di eccellenza della Città della Salute”.

Intervento record: la patologia che ha colpito Aurora

La rara patologia, di cui era affetta Aurora, l’ipertensione polmonare primitiva, provocava alla ragazza la disfunzione parallela di cuore e polmoni.

Questa malattia, infatti, può essere caratterizzata da un’alterazione dei vasi polmonari che genera un aumento delle resistenze del letto vascolare e un’insufficienza del ventricolo destro. Si verifica, quindi, una modificazione dell’endotelio, il tessuto che riveste l’interno dei vasi sanguigni, linfatici e del cuore che si presenta più strati impilati.

Radiografia al torace ed ecocardiogramma possono aiutare a rilevare la presenza di questa alterazione.

Intervento record: i trapianti di cuore in Italia

La situazione dei trapianti di cuore e polmoni in Italia è in miglioramento, anche se la più grande difficoltà rimane quella di trovare dei donatori compatibili.

Il rapporto 2019 Donazioni e trapianti di organi e tessuti recentemente pubblicato dal Centro Nazionale Trapianti, ha registrato che nel 2019 sono stati eseguiti 246 interventi di cuore, con un incremento del 5,6% rispetto al 2018.

Nel corso dell’ultimo decennio, l’urgenza di ricevere un trapianto è aumentata in modo significativo, nel 2019 hanno rappresentato il 44,3% degli interventi totali.

Leggi anche: Torino, si sposa in ospedale in fin di vita: 12 ore dopo arriva un cuore nuovo e si salva

Melissa Matiddi
Esperta in comunicazione e digital marketing, studia lo yoga e le discipline orientali. Ama creare, leggere e viaggiare. Silenziosa ma rumorosa, è sempre pronta a varcare nuovi orizzonti.

Ultime notizie