sabato, Luglio 11, 2020

Inseguito da un orso in Trentino. Christian: “Non uccidetelo, impariamo a gestirli”

Christian passeggiava con il padre in val di Non, quando un orso li ha inseguiti. Il sindaco di Trento vorrebbe abbatterlo, ma arriva il no dal Ministero: "Non sono ancora noti i dettagli".

2
Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Christian Massironi e suo padre Fabio, la scorsa settimana sono stati inseguiti e aggrediti da un orso sul monte Peller, in val di Non. Lo spavento è stato grande, Christian è ancora sotto shock, ma stanno bene. A seguito dell’episodio, per correre ai ripari, il presidente della provincia autonoma di Trento, Mauruzio Fugatti, ha ordinato l’abbattimento dell’animale e, come previsto dal piano tutela, l’avvio della riduzione degli esemplari. Ma l’iniziativa è stata bloccata da una denuncia di Legambiente e accolta dal ministro dell’Ambiente, Sergio, Costa che ha detto:

Inaccettabile l’abbattimento dell’orso in una fase in cui non sono noti i dettagli.

Sono contrari all’abbattimento anche Christian e suo padre.

Gli avvistamenti sono sempre più frequenti

Il monte Peller è una delle zone più frequentate da turisti, fungaioli e amanti della montagna. Ma passeggiare in quei sentieri sta diventando sempre più rischioso. E tutta la zona sembra essere sempre meno sicura. Complice, forse, anche il lockdown, in questi mesi abbiamo visto diversi video che immortalano la presenza di orsi un po’ ovunque. C’è il video dell’orso che si arrampica su un condomino nel centro di Calliano, paese fra Trento e Rovereto. C’è quello dell’orso che insegue un bambino sopra la malga Nova di Sporminore. Qualche giorno fa è diventata nota la vicenda di un padre e figlio feriti da un orso in località Verdé, sempre in Trentino. E ora la storia di Christian e suo padre. E conferma il ragazzo:

I plantigradi si stanno spostando sempre di più in paese, si ripetono gli avvistamenti frequenti vicino alle case, qualcosa va fatta. Purtroppo, nella nostra zona la popolazione degli orsi è satura, rispetto al territorio. Non è di mia competenza dire come poterli gestire, ma bisogna trovare soluzioni intelligenti oppure non si potrà più andare in montagna.

Leggi anche: Eduardo, attivista di 17 anni, apre un rifugio tutto suo per salvare cani e gatti randagi

“È un problema di mala gestione. Va risolto”

Christian e suo padre sono amanti della natura e degli animali e non vorrebbero l’abbattimento dell’orso, ma mettono l’accento sulla mala gestione che viene fatta nella protezione del territorio. Quel giorno, ricorda Christian, non è successo nulla che avrebbe potuto turbare la serenità dell’orso, eppure l’animale li ha seguiti digrignando i denti. Il ragazzo e il papà sono cacciatori, frequentano regolarmente la montagna e sanno come comportarsi responsabilmente. Ma gli orsi sono anche loro stressati dalla presenza sempre maggiore dell’uomo, ha detto Christian e ricorda:

Eravamo usciti dal sentiero per una decina di minuti. Io ero davanti. E di colpo ho visto l’orso venirmi addosso, digrignando i denti. È uscito dal sottobosco come un razzo, come una furia. Eppure, stavamo solo camminando. Io ora sono terrorizzato al pensiero di andare in montagna a farmi una passeggiata e questa cosa non è ammissibile. A causa della mal gestione, mi è stata rovinata la mia più grande passione.

“Non uccidetelo, impariamo a gestirli”

Più volte, durante l’intervista al Corriere, Christian ha ripetuto di non volere l’abbattimento dell’orso, ma solo una gestione il più limpida possibile. E il ragazzo risponde ai numerosi animalisti che lo stanno attaccando:

Io non voglio assolutamente abbatterli gli orsi, ma vanno gestiti, rispettando le loro vite. Noi amiamo la montagna e gli animali e a chi ci sta accusando della futura morte dell’orso… dico che questo mi distrugge, ma noi non possiamo fare nulla. Ora è una questione politica.

Leggi anche: Coronavirus, Brian May: “Mangiare animali ci ha messo in ginocchio”

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Correlati

Giornalisti del Messaggero: Sciopero di tre giorni contro nuovo taglio ai compensi

Dopo l’apertura formale dello stato di agitazione insieme alla Fnsi lo scorso mese, i collaboratori del quotidiano romano annunciano tre giorni di sciopero in risposta ad un taglio del 30% dei compensi.

Addio a Mario, il barista di “Certe notti” di Ligabue

“Ci vediamo da Mario, prima o poi” Quante volte abbiamo canticchiato questo...

ISTAT, produzione industriale +42,1%: Stiamo uscendo dalla crisi?

Pubblicati i dati dell’Istituto nazionale di statistica che comunica: “A maggio 2020 si stima che l’indice destagionalizzato della produzione industriale aumenti del 42,1% rispetto ad aprile”.

Popolari

Lucarelli, Ordine Giornalisti la deferisce: ecco la replica

Leon Pappalardo, il figlio minorenne di Selvaggia Lucarelli contesta pubblicamente Matteo Salvini...

Daniela Zanardi: “Fate di tutto per salvare Alex, purché ci sia speranza”

Il nuovo bollettino medico parla di rischio di eventi avversi che potrebbero aggravare ulteriormente le condizioni del campione. La moglie è con lui ma eviterebbe l'accanimento terapeutico.

Olivia Paladino, giovane, elegante e in carriera. Ecco chi è la fidanzata di Giuseppe Conte

Figlia della Roma bene, più giovane del Premier di circa 15 anni, mamma di una adolescente e manager del prestigioso Hotel di famiglia. Incuriosisce la vita della First Lady italiana.

Calendario Maya: il mondo finirà il 21 giugno 2020?

Secondo un’errata interpretazione del calendario, la vera fine del mondo non sarebbe stata il 21 dicembre 2012 ma sarà il 21 giugno 2020. La bufala che sta facendo impazzire il web.

Europa: ecco dove gli italiani possono andare in vacanza

In alcuni Paesi, come ad esempio la Spagna, vince ancora la prudenza. Italiani sotto controllo. Da Luglio maggior libertà di spostamento anche verso il resto del mondo.

Ultimi

Giornalisti del Messaggero: Sciopero di tre giorni contro nuovo taglio ai compensi

Dopo l’apertura formale dello stato di agitazione insieme alla Fnsi lo scorso mese, i collaboratori del quotidiano romano annunciano tre giorni di sciopero in risposta ad un taglio del 30% dei compensi.

Addio a Mario, il barista di “Certe notti” di Ligabue

“Ci vediamo da Mario, prima o poi” Quante volte abbiamo canticchiato questo...

ISTAT, produzione industriale +42,1%: Stiamo uscendo dalla crisi?

Pubblicati i dati dell’Istituto nazionale di statistica che comunica: “A maggio 2020 si stima che l’indice destagionalizzato della produzione industriale aumenti del 42,1% rispetto ad aprile”.

Jennifer Aniston e Tom Hanks infuriati: “Chi non usa la mascherina si vergogni”

Da quando ha aperto il profilo Instagram, l’attrice Jennifer Aniston è sotto...

Conte verso proroga stato di emergenza Covid al 31 dicembre

L’Italia non è ancora fuori pericolo dal rischio contagi da Covid 19....