mercoledì, Settembre 23, 2020

Influencer vegana sorpresa a mangiare pesce fritto: “Vi chiedo perdono, sto male”

Martina Mugnaini
Martina Mugnaini
Martina Mugnaini. Classe 1991. Nata e vissuta a Roma, ha un forte legame con le sue origini fiorentine. Laureata in Filologia Moderna alla Sapienza e giornalista, ama scrivere di tutto quello che riguarda l’arte, la letteratura, il teatro e la cultura digitale. Da anni lavora nel campo della comunicazione e del web writing interessandosi di tutto ciò che riguarda l'innovazione. Bibliofila e compratrice compulsiva di libri di qualunque genere, meglio se antichi: d'altronde “I libri sono riserve di grano da ammassare per l’inverno dello spirito” e se lo dice la Yourcenar sarà vero.

I social possono diventare un’arma a doppio taglio e gli influencer lo sanno bene. Può accadere di rimanere intrappolati nell’immagine che ci si è costruiti con tanta cura. Quella stessa immagine può diventare quasi una prigione: non conta più quello che vuoi, il tuo stato di salute e soprattutto non puoi cambiare idea. Il caso di Yovana Mendoza Ayres ne è una dimostrazione emblematica e per certi versi drammatica. Questa ragazza di 29 anni è una delle influencer più seguite del mondo crudista e vegano, o almeno lo era fino a ieri. Solo sulla sua pagina Instagram, Rawvana, è seguita da oltre un milione e trecento mila follower.

Il fenomeno Rawvana, l’influencer del crudismo vegano

Scorrendo la sua bacheca si possono vedere decine di foto di una bella ragazza sorridente, sulla spiaggia o nella cucina di casa sua: denti bianchi, vestiti leggeri, pelle levigata e tra le braccia un cesto pieno coloratissima frutta e verdura. Parliamo di Yovana Mendoza Ayres che però è conosciuta nel mondo social come Rawvana: da sei anni è una delle porta-voci più autorevoli del crudismo vegano: secondo questa filosofia si possono mangiare solo frutta e verdura cruda, mettendo al bando ogni tipo di proteina di origine animale come latte, uova, carne e pesce. La sua vita è perfetta, brillante, colorata: studi in Francia, sposata al coetaneo Dorian Ayres impegnato in varie startup salutiste, questa influencer californiana dai suoi canali social da milioni di follower e dal sito Rawvana.com parla di pace, amore, felicità e alti livelli di energia e vende a soli 99 dollari un transformation kit per perdere peso e migliorare la propria vita grazie alla sua dieta crudista e vegana. Leggi anche: Da grande voglio fare l’Influencer: a Madrid la prima università per diventarlo

Quando basta un piatto di pesce fritto a rovinare una vita

Ora però la sua carriera è seriamente a rischio. Qualche giorno fa Rawvana è andata in vacanza a Bali e un’amica — che ovviamente rispetta i requisiti fisici di bellezza e gioventù per poter vivere nel mondo social – l’ha ripresa al ristorante. Fin qui nulla di male, se non fosse che nell’inquadratura è finito anche il piatto. Rawvana se ne accorge, fa finta di nulla, continua a sorridere e prova a nascondere il cibo spostando in avanti le braccia ma ormai il danno è fatto: stava mangiando pesce fritto, e ora il mondo intero lo sa. Non c’è bisogno di dire che questa foto ha fatto il giro del Web scatenando l’ira dei suoi follower che si sono sentiti presi in giro e traditi. Centinaia di commenti e insulti sono piovuti sulle sue pagine: “Troppo tardi per le tue scuse, sei una falsa”, “Dovresti ridare indietro tutti i soldi che hai fatto dicendo che sei vegana”, “Ormai puzzi di pesce” e ancora “Noi non ti scusiamo, fai schifo!. La delusione dei fan è enorme e, come al solito, ha scatenato una campagna di odio e insulti che purtroppo sembra essere una deriva frequente dell’utilizzo dei social. Leggi anche: Le modelle curvy di Calvin Klein insultate sulla pagina Facebook di Zalando

Le scuse su YouTube non sono bastate

Venerdì scorso la ragazza ha voluto rivolgersi ai suoi fan con un lungo video di 33 minuti sul suo canale YouTube, dove spiega nel dettaglio le sue condizioni di salute: da due anni non ha il ciclo mestruale, è stata colpita da infezioni intestinali e vaginali e per questo è stata costretta a reintrodurre cibi di origine animale nella sua dieta, fatto avvenuto appena due mesi fa. Nel video racconta:

Mi dispiace davvero tanto per il modo in cui le notizie vi sono state comunicate, il modo in cui l’avete scoperto. So che molti di voi si fidano di me, mi ascoltano e probabilmente ora vi sentite ingannati e avete tutto il diritto di sentirvi così. E per questo chiedo perdono, ma sono un essere umano… Non avrei mai pensato di dovermi sedere un giorno davanti a questa videocamera per dirvi che sono già due mesi che mangio uova e pesce e mi sento molto meglio perché la dieta crudista vegana fa male. Tornerò a una dieta vegetariana.

Le conseguenze di questa affermazione sono scontate, l’ormai ex-influencer perderà molti dei suoi follower e soprattutto i ben remunerati contratti di sponsorizzazione con prodotti e marchi raw food. Andando oltre il fatto specifico, il dato su cui dovremmo riflettere è che spesso ci dimentichiamo che dall’altra parte del nostro smartphone ci sono persone vere, che hanno problemi di salute, che vivono la loro vita in vetrina e che qualche volta hanno il diritto di cambiare idea e di essere incoerenti senza per questo dover subire ad una gogna mediatica di tali proporzioni. Quando ci viene voglia di scrivere un commento offensivo, carico di odio e di disprezzo, forse sarebbe meglio che andassimo a fare una passeggiata. Leggi anche: Quando il selfie è un’ossessione  

di Martina Mugnaini

Martina Mugnaini
Martina Mugnaini
Martina Mugnaini. Classe 1991. Nata e vissuta a Roma, ha un forte legame con le sue origini fiorentine. Laureata in Filologia Moderna alla Sapienza e giornalista, ama scrivere di tutto quello che riguarda l’arte, la letteratura, il teatro e la cultura digitale. Da anni lavora nel campo della comunicazione e del web writing interessandosi di tutto ciò che riguarda l'innovazione. Bibliofila e compratrice compulsiva di libri di qualunque genere, meglio se antichi: d'altronde “I libri sono riserve di grano da ammassare per l’inverno dello spirito” e se lo dice la Yourcenar sarà vero.

Correlati

San Gennaro, a Napoli un liquore per omaggiare il santo patrono della città

Il 19 settembre, ogni anno, Napoli sta con il fiato sospeso per...

Ecco come il Covid sta rubando il futuro ai giovani: la storia di Marta

Il clima di incertezza che regna sovrano nella società e nell’economia mondiali,...

Alessia Bonari a Venezia 77: l’infermiera simbolo della lotta al Covid sul Red Carpet

Alessia Bonari a Venezia 77. La 23 enne infermiera in un ospedale...

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

Maxi concorso al Comune di Roma: 1500 nuove assunzioni. Tutto quello che c’è da sapere

L’atteso concorso annunciato dal Campidoglio probabilmente sarà pronto per la seconda metà di agosto. Si cercano 1500 dipendenti in diversi profili, da assumere entro la primavera 2021. Causa Covid, le selezioni avverranno a distanza.

Olivia Paladino, giovane, elegante e in carriera. Ecco chi è la fidanzata di Giuseppe Conte

Figlia della Roma bene, più giovane del Premier di circa 15 anni, mamma di una adolescente e manager del prestigioso Hotel di famiglia. Incuriosisce la vita della First Lady italiana.

Libellula significato, simbologia e leggende

Libellula significato e spiritualità. Un insetto dai mille colori che affascina con il suo volo leggero incarnando diversi significati a seconda delle culture

Ultimi

È Sidney la prima città al mondo alimentata al 100% da energia rinnovabile

Un progetto da 60 milioni di dollari che, oltre a tutelare l’ambiente, farà risparmiare alla città circa mezzo milione all’anno sulle bollette della luce.

Referendum Costituzionale, le reazioni della politica e le conseguenze istituzionali

Referendum Costituzionale, le reazioni del mondo politico Il 20...

Elezioni Regionali, ecco cosa c’è di nuovo

Il 20 e 21 settembre, contemporaneamente al Referendum Costituzionale si sono svolte...

Torino, la sindaca Appendino condannata nel processo Ream: “Ero in buona fede”

La sindaca di Torino è stata condannata in primo grado per falso ideologico in atto pubblico nell’ambito del cosiddetto processo Ream. Imputati anche l’assessore comunale al Bilancio, Sergio Rolando, e l’ex capo di Gabinetto, Paolo Giordano.

Omicidio Lecce, l’arbitro Daniele De Santis e la compagna uccisi a coltellate in casa loro

Quando i sanitari sono arrivati i due erano già morti. I vicini riferiscono di aver sentito urla provenire dall’appartamento, poi hanno visto fuggire un uomo con il passamontagna e un grande coltello in mano.