lunedì, 17 Gennaio 2022

L’importanza di dormire bene: il segreto è nel materasso

Dormire bene è fondamentale per la nostra salute: per farlo, però, è necessario avere un buon materasso. Ecco quali sono i migliori tipi di materasso in commercio.

Dormire bene è fondamentale per la nostra salute. Le ore di sonno, che per gli adulti devono aggirarsi almeno tra le 7 e le 8 a notte, rappresentano per l’organismo un momento di pace, durante il quale il nostro cervello riduce al minimo la sua attività, occupandosi di rielaborare le esperienze della giornata. Ma affinché il sonno sia un vero momento di rigenerazione, è anzitutto necessario dormire bene. E, per farlo, bisogna necessariamente affidarsi ad un ottimo materasso.

La scelta del materasso matrimoniale non è così semplice come potrebbe sembrare, soprattutto a causa delle innumerevoli alternative presenti sul mercato. Oltre al tipo, quando ci si accinge ad acquistare un materasso matrimoniale bisogna pure tenere conto delle dimensioni: quelle standard sono di 140×190, ma ne esistono di più grandi, i cosiddetti king size. Lo spessore, invece, varia in base al materiale da cui il materasso è composto: si parte dai 20 cm del materasso in lattice, per arrivare ai 25 cm dei classici materassi a molle. Ma ecco quali sono le principali alternative offerte dal mercato dei materassi.

Quali sono i principali tipi di materasso matrimoniale presenti sul mercato

Quali sono i principali tipi di materasso matrimoniale presenti sul mercato

Nello scegliere il materasso bisogna innanzitutto valutare le alternative disponibili sul mercato. Esistono infatti diversi tipi di materasso matrimoniale, realizzati ognuno con specifici materiali. In particolare, tra i principali possiamo individuare:

  • Materassi a molle: uno dei tipi di materasso più antiquati. Sono vantaggiosi soprattutto per la loro economicità ed elasticità, ma la flessibilità garantita dalle molle può causare disagi, come un’eccessiva pesantezza o rumorosità del materasso, specie dopo un prolungato utilizzo. Questi materassi possono poi essere distinti per il sistema di molle utilizzato: vi è quello a molle multi-turn, create con un unico filo d’acciao, che rendono il materasso molto traspirante e perciò adatto a persone robuste o che tendono a sudare molto, e quello a molle insacchettate, racchiuse cioè in singoli sacchetti di stoffa, più adatto a distribuire il peso del corpo e a evitare avvallamenti;
  • Materassi di lattice: sono quelli realizzati con uno strato unico di lattice. Questo tipo di materasso ha la caratteristica di adattarsi alla forma del corpo di chi ci dorme, evitando il crearsi di pressioni, che potrebbero creare problemi di circolazione. Il lattice utilizzato, naturale o sintetico, dovrebbe avere uno spessore di almeno 10 cm per garantire il massimo comfort. Tale materasso risulta particolarmente adatto a chi soffre di allergia alla polvere;
  • Materassi in memory foam: una delle tecniche più moderne di realizzazione del materasso, che prevede l’utilizzo della memory foam, ovvero della schiuma poliuretanica. Materassi di questo tipo risultano più leggeri, oltre ad adattarsi perfettamente al corpo, al peso e al calore di chi ci dorme. Sono però sconsigliati per le persone allettate o che comunque passano molto tempo a letto, per i quali sono più adatti materassi matrimoniali ortopedici.

L’importanza del materasso: ecco perché dormire bene è fondamentale per la nostra salute

Dormire bene è una vera e propria necessità per la salute del nostro organismo. E un buon materasso è sicuramente il primo passo per un sonno davvero rigenerante. Tanto che diversi studi hanno dimostrato che dormire bene ha per il nostro corpo più o meno la stessa importanza di una buona alimentazione e di una regolare attività fisica.

A dimostrazione di ciò sono state portate avanti ricerche specifiche, che hanno dimostrato quanto il sonno possa influire sul nostro benessere. In particolare, ampi studi hanno dimostrato che:

  • La carenza di sonno può far ingrassare: la carenza di sonno rappresenta uno dei maggiori fattori di rischio per l’obesità;
  • Chi dorme bene assume meno calorie: la privazione del sonno disturba gli ormoni dell’appetito, impedendone una regolazione normale: stimola la grelina, l’ormone che fa aumentare l’appetito, e abbassa i livelli di leptina, l’ormone che inibisce l’appetito;
  • Dormire bene migliora la concentrazione e la produttività: dormire bene aumenta le capacità di problem solving e potenzia la memoria;
  • Dormire bene migliora le prestazioni atletiche;
  • Per chi dorme poco aumenta il rischio di patologie cardiache e ictus;
  • La privazione del sonno influenza il metabolismo del glucosio e aumenta il rischio di diabete di tipo 2;
  • C’è uno stretto legame tra carenza di sonno e depressione: si calcola che il 90% delle persone affette da depressione soffra di scarsa qualità del sonno;
  • Dormire migliora le condizioni del nostro sistema immunitario;
  • Dormire poco aumenta il rischio di infiammazioni: è stato dimostrato che la mancanza di sonno attivi i marcatori di infiammazione e daanneggiamento delle cellule;
  • Il sonno influenza le emozioni e le interazioni sociali.

Ora che è più chiaro quanto dormire bene rappresenti un pilastro fondamentale per la nostra salute, e quanto pure la scelta del materasso sia cruciale per assicurarsi un sonno davvero rigenerante, ti consigliamo di leggere le recensioni di questi materassi matrimoniali consigliati.

Leggi anche: Andare in palestra per dormire: è il nuovo trend

Correlati

Migliori brand di moda donna emergenti: ecco quelli da tenere d’occhio

Quali sono i migliori brand di moda donna emergenti del momento? Partiamo anzitutto col...

I selfie delle star: ecco i 7 più hot del 2021

Quali sono i 7 selfie più hot del 2021?Non c'è niente di più spontaneo...

Dieta senza lieviti, addio a gonfiore e pesantezza: ecco il menù settimanale

Quando Natale volge al termine, quella fasidiosa sensazione di pesantezza allo stomaco è comune...