Home»Digital Life»Il Canada è la terra promessa: quali sono le 10 cose che proprio non puoi perderti?

Il Canada è la terra promessa: quali sono le 10 cose che proprio non puoi perderti?

Un paradiso da scoprire, viaggiamo alla scoperta delle tappe imperdibili.

8
Condivisioni
Pinterest Google+

Desideri una vita felice e un lavoro in Canada? Questo sogno potrebbe presto diventare realtà ora che il governo ha annunciato che accoglierà più di un milione di viaggiatori nei prossimi tre anni. Nel Rapporto annuale al Parlamento sull’immigrazione, il ministro per l’Immigrazione Ahmed Hussen, ha rivelato questa cifra, dimostrando quanto i migranti rappresentino un contributo immenso per il Paese. L’obiettivo del Canada, che dovrebbe essere condiviso con tanti altri paesi europei, è quello di accogliere ed integrare tutti nel migliore dei modi, trasformando un apparente ostacolo in un punto di forza.

Il primo ministro Justin Trudeau ha firmato il Global compact sull’immigrazione.

Da qui possiamo dire che non solo il Canada è la terra delle opportunità, ma è anche sinonimo di alta qualità della vita, paesaggi da favola, civiltà e ordine, fermento e progresso. Da città meravigliose come Vancouver e Montréal, alle bellezze naturali dei parchi nazionali e i suoi laghi, le ragioni per voler visitare e vivere un’esperienza in questo paese sono davvero innumerevoli. Realizza il viaggio che hai sempre sognato, non una semplice vacanza ma una vera e propria avventura che ti porterà a scoprire un paese dai grandi spazi e dalle mille sfaccettature, dove la Natura regna ancora incontrastata.

  1. Vancouver, la metropoli più vivibile

È una delle metropoli più vivibili del mondo. Sofisticata, cosmopolita e piacevole da visitare per il suo clima mite. Oltre ad offrire le comodità della città, Vancouver è ricca di parchi in cui perdersi per un momento di assoluto relax, un qualcosa di unico rispetto ad altre città.

  1. Parco Nazionale Banff e la Natura sovrana

Il Banff National Park è casa di uno degli ambienti naturalistici più ricchi e protetti di tutto il Canada. Incorniciato dalle possenti Montagne Rocciose, questo parco è uno dei più antichi e dei più estesi al mondo. Un’area di sconfinata wilderness, tra montagne, vallate, foreste, ghiacciai, torrenti e cascate che sono un vero paradiso per gli escursionisti.

  1. Toronto e il suo skyline

Capitale dell’Ontario e città dallo skyline inconfondibile. Toronto è una città unica del Nord America, disposta in un’area estesa, con affascinanti comunità etniche, quartieri e complessi commerciali, luoghi dall’incantevole architettura e graziosi giardini per tutta la città.

  1. Cascate del Niagara al confine con gli USA

Uno spettacolo naturale che non ha bisogno di presentazioni. Al confine fra gli Stati Uniti e il Canada, le Cascate sono sempre capaci di stupire. Il lato canadese ospita la famosa Horseshoe Falls, la cascata a ferro di cavallo, in cui il fiume Niagara riversa la maggior quantità d’acqua.

  1. Ottawa, cuore pulsante

Ottawa è il cuore pulsante del Canada. Una città sobria ed elegante, dominata dalla sagoma austera del Parlamento, costruito sulla sommità di una collina per esser avvistato anche a lunga distanza. La “collina del Parlamento” simboleggia un’area di luce e protezione sia per la città sia simbolicamente per l’intera nazione.

  1. Lago Moraine, il più fotografato

Uno di quei luoghi che lasciano increduli e senza fiato, regalando la sensazione di pace ed infinita serenità. Il Lago Moraine è una delle aree più fotografate in tutto il Canada ed il perché non è affatto un mistero. Le sue acque turchesi, circondate dalle Montagne Rocciose, rendono il paesaggio surreale e talmente bello da essere immortalato persino sulle banconote da 20 dollari canadesi.

Leggi anche:Kazakistan: esiste un’incredibile foresta ‘sottosopra’ nel lago Kaindy

  1. Montréal e la città sotteranea

La città francofona più grande al mondo, dopo Parigi ovviamente, si distingue per uno spirito elitario e ricercato. Come altre metropoli, si percepisce un tocco di multiculturalismo ed è proprio l’accoglienza di etnie da tutto il mondo a dare stile alla città. Il Vieux-Montréal, il nucleo storico d’epoca francese con chiese, palazzi e piazze settecentesche, è una delle principali attrazioni, seguita dalla città sotterranea di Montréal. Una provvidenziale rete di 30 chilometri di gallerie dove gli abitanti si rifugiano nei lunghi inverni canadesi.

  1. Québec city e l’eleganza europea

Fondata nel 1600, la parte storica del Québec è troppo incantevole per essere ignorata. Una città affascinante che rivela una certa eleganza europea, soprattutto nella parte antica della città, dove troviamo strette stradine e mura di cinta. L’unione del centro storico con il resto della città, più moderna e vicina agli stili nordamericani, riesce quasi a far dimenticare di trovarsi in Canada.

  1. Isola del principe Edoardo, unica nel suo genere

L’Isola del Principe Edoardo è un’isola nel Golfo di San Lorenzo piena di piccole città e piccole comunità rurali. Le spiagge e la famosa terra rossa caratterizzano l’intero ambiente dell’isola. Nota soprattutto come tappa delle crociere, questa piccola provincia marittima è caratterizzata da un paesaggio unico nel suo genere. Charlottetown, la città più grande dell’isola, offre il perfetto equilibrio tra ospitalità, buon cibo, charme e cultura.

  1. Churchill e le aurore boreali

Un villaggio da fiaba nel nord della Manitoba, lontano dal turismo di massa, raggiungibile solo via treno o aereo, e situato nella Baia di Hudson. È il regno degli orsi polari e delle aurore boreali, un luogo dove d’inverno la neve e il ghiaccio avvolgono il panorama e accolgono specie rare tipiche delle regioni fredde, come ad esempio la civetta bianca. D’estate è la meta perfetta per ogni naturalista: con lo sciogliersi della spessa coltre di neve, Churchill si trasforma in un tripudio di colori e profumi, rivelando una ricca biodiversità.

Leggi anche: A caccia di aurore boreali! L’esperienza che non dimenticherai mai.

di Federica Tuseo

Articolo Precedente

Da fedeli a follower il passo è breve: arriva l'App per pregare con il Papa

Articolo Successivo

Il futuro dei libri è di carta, ma c'è chi preferisce l'ebook

Nessun Commento Presente

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *