Home»Travel»Hai 18 anni? DiscoverEU ti fa viaggiare gratis in Europa

Hai 18 anni? DiscoverEU ti fa viaggiare gratis in Europa

Torna l’iniziativa dell’Unione europea che mette a disposizione ai diciottenni 20mila pass per conoscere il proprio continente.

0
Condivisioni
Pinterest Google+

Spesso si tende a sottovalutare la bellezza dei paesi europei. Molti sono alla costante ricerca di mete esotiche, lontane, senza conoscere le tante attrazioni che il nostro continente offre: non solo i caffè a Parigi, le intramontabili rovine romane o la fiabesca Foresta Nera. Se è vero che viaggiare in Europa può risultare costoso, è altrettanto vero che ci sono nazioni semplicemente meravigliose e tutte da scoprire. Quindi i centennials alla ricerca del viaggio low cost e i backpackers dovrebbero comunque impegnarsi nella ricerca di una soluzione per poter visitare luoghi meravigliosi, che arricchiscono il proprio patrimonio culturale. I giovani amanti dei viaggi, nati entro il 2 luglio 2000 e il primo luglio 2001, interessati a vivere un’esperienza unica sono i principali interessati del programma DiscoverEU.

DiscoverEU: alla riscoperta dell’identità europea

Sulla falsariga del programma Interrail, l’iniziativa DiscoverEU promossa dall’Unione Europea mette a disposizione a 20mila diciottenni – questo è il numero di pass concessi dalla Commissione europea – l’opportunità di imbarcarsi in un viaggio nei Paesi membri, muovendosi sulla rete ferroviaria del continente europeo da uno a trenta giorni fra il primo agosto 2019 e il 31 gennaio 2020. Questa seconda edizione, forte dei risultati raggiunti nell’anno precedente, si propone vari obiettivi:

  • far conoscere l’Europa e consolidare l’identità europea partendo dai giovani, in particolare i diciottenni, che vivono una fase di passaggio proiettati verso l’età adulta;
  • la crescita personale dei giovani che, entrando a contatto con nuove realtà imparano qualcosa in più sul prossimo e sulla propria personalità;
  • stringere relazioni con altri viaggiatori;
  • spingere all’emancipazione personale, ad essere più autonomi;
  • capire le dinamiche europee.

Leggi anche: Trasferirsi all’estero: le città migliori al mondo per la qualità della vita

 Come si fa a partecipare?

I requisiti per cui far richiesta, oltre ad esser nati tra il 2 luglio 2000 e il primo luglio 2001 (inclusi), è avere la cittadinanza europea nel momento in cui si vuole partecipare. Il progetto è rivolto a tutti, anche per quei giovani che hanno disabilità o problemi di salute: sul sito si specifica infatti che in caso di condizioni che rendano difficile il viaggio, la UE assicura “condizioni speciali per consentire di partecipare a DiscoverEU“. Si potrà viaggiare da soli o in gruppi composti al massimo da cinque persone, principalmente in treno escluse eccezioni per chi, nel suo programma di viaggio, vorrebbe raggiungere isole o zone remote.

Partecipare è semplice: dal 2 maggio alle ore 12 del 16 maggio è possibile compilare un modulo online per fare richiesta del pass DiscoverEU. Una volta fatto, si viene selezionati in base a un quiz a cui si è invitati a partecipare, rispondendo a una domanda a spareggio. Se si viene scelti, si potrà godere di un’esperienza di slow tourism che può cambiare la vita, viaggiando lungo percorsi antichi e lontani dal turismo di massa. Perché viaggiare in treno, diversamente dall’aereo, fa scoprire la bellezza della periferia, delle campagne, delle cittadine che collegano due metropoli. È di certo il modo migliore per scoprire la vera essenza dell’Europa e delle sue nazioni.

Per i diciottenni italiani i pass disponibili sono 2361, il numero è calcolato in base alla popolazione e alla sua età media. Una volta partiti per questo viaggio, si diventa ambasciatori del progetto DiscoverEU e quindi è richiesto di testimoniare la propria esperienza, soprattutto attraverso i social o organizzando una presentazione nella loro scuola o comunità locale. Condividendo i paesaggi meravigliosi e i traguardi raggiunti lungo il viaggio si diventa automaticamente degli ottimi esempi per i futuri possibili interessati ad affrontare la stessa avventura.

Leggi anche: Sei un tipo avventuroso? Ecco le 10 esperienze adrenaliniche che fanno per te

di Federica Tuseo

Articolo Precedente

Me, Myscent: un algoritmo trasforma i tuoi dati online in profumo

Articolo Successivo

La scienziata italiana che ascolta le onde dell'universo

Nessun Commento Presente

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *