venerdì, Dicembre 2, 2022

Guerra Ucraina, Putin: “Usa non sono messaggeri di Dio in terra, nulla tornerà come prima”

Oggi il presidente russo Vladimir Putin ha lanciato un attacco aperto all'Occidente in occasione del Forum economico di San Pietroburgo: ecco cosa ha detto.

Asia Buconi
Classe 1998, romana. Studia scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.

Guerra Ucraina: il discorso di Putin a San Pietroburgo. Qualche giorno fa era stato l’ex presidente della Federazione russa e attuale vice capo del Consiglio di sicurezza nazionale russo Dmitrij Medvedev a spendere parole dure contro gli occidentali: “sono bastardi e degenerati, vogliono la morte per noi, per la Russia. E finché sarò vivo farò il possibile perché spariscano”, aveva detto l’agguerritissimo falco di Putin.

Oggi non si è risparmiato neppure il Presidente russo, che in occasione di un intervento al Forum economico di San Pietroburgo ha detto: “Le sanzioni contro la Russia sono folli e sconsiderate, il loro scopo è schiacciare la nostra economia, ma non hanno funzionato e hanno causato danni all’Europa. È finita l’era dell’ordine mondiale unipolare, nonostante tutti i tentativi di conservarlo con qualsiasi mezzo, e l’operazione in Ucraina è basata sul diritto di difesa della sicurezza russa”.

Guerra Ucraina, Putin: “Usa pensano di essere il centro del mondo, Ue ha perso sovranità”

Guerra Ucraina: da San Pietroburgo è arrivata pure la stoccata del presidente russo Vladimir Putin a Stati Uniti e Ue, con i primi che “pensano di essere il centro del mondo” e la seconda che ha perso la sua sovranità politica” a causa di “élite burocratiche che danzano sulle note di qualcun altro”.

L’affondo contro il Governo di Washington si spinge pure oltre: “Dopo aver dichiarato la vittoria nella Guerra Fredda – ha detto Putin – gli Stati Uniti si sono assunti il ruolo di messaggeri di Dio, senza obblighi ma solo per interessi. Non si stanno accorgendo che i centri di potere sono cambiati”.

Guerra Ucraina, Putin da S.Pietroburgo: “Occidente mina fondamenta internazionali”

L’Occidente, continua Vladimir Putin, è colpevole di aver “minato intenzionalmente le fondamenta internazionali in nome delle proprie illusioni geopolitiche”. E, secondo il presidente russo, le sanzioni che avrebbero dovuto schiacciare l’economia di Mosca hanno finito invece per rovinare l’Ue, “che potrebbe perdere oltre 400 miliardi di dollari”.

Dopo aver ribadito che nella guerra Ucraina “tutti gli obiettivi militari saranno raggiunti”, escludendo quindi al momento la possibiità di un accordo, Putin ha comunque sottolineato che la Russia “non sceglierà mai il percorso dell’autoisolamento e dell’autarchia”.

Guerra Ucraina: l’attacco di Putin dopo la visita a Kiev di Macron, Scholz e Draghi

Guerra Ucraina: l'attacco di Putin dopo la visita a Kiev di Macron, Scholz e Draghi

Le dichiarazioni di Putin da San Pietroburgo, pur non discostandosi di molto da quelle fatte in precedenti occasioni, suonano particolarmente velenose, al limite della minaccia. Non a caso arrivano a seguito dell’incontro al vertice a Kiev tra il presidente ucraino Zelensky e i leader di Francia, Germania e Italia, ovvero Macron, Scholz e Draghi (senza contare la visita a sorpresa del giorno dopo del Premier inglese Boris Johnson).

Un incontro, quello di Kiev, che è stato una dichiarazione diretta dell’appoggio dei tre Paesi Ue alla causa ucraina e che quindi potrebbe aver infastidito Putin.

Il presidente Usa Joe Biden è comunque convinto che la strategia giusta rimanga quella di ostacolare Putin prima che la situazione possa farsi ancor più grave. In una dichiarazione rilasciata pochi minuti fa, l’inquilino della Casa Bianca ha ribadito: “Sono convinto che se avessimo lasciato andare Putin in Ucraina non si sarebbe fermato. Se l’Occidente non fosse intervenuto le conseguenze sarebbero state peggiori del prezzo che sta pagando. Putin ha seminato il caos in Europa”.

Leggi anche: Draghi, Macron e Scholz: com’è andato l’incontro con Zelenski a Kiev

Asia Buconi
Classe 1998, romana. Studia scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.

Ultime notizie