mercoledì, Settembre 28, 2022

Giulia De Lellis a Venezia: perché l’abito si è rotto?

L'influencer romana si è presentata al Festival del Cinema di Venezia con un abito molto particolare. Ha sfilato sulla passerella del Red Carpet con una spallina completamente scucita. Ecco cos'è successo.

Melissa Matiddi
Esperta in comunicazione e digital marketing, studia lo yoga e le discipline orientali. Ama creare, leggere e viaggiare. Silenziosa ma rumorosa, è sempre pronta a varcare nuovi orizzonti.

Giulia De Lellis, la 26enne romana, è stata invitata al Festival del cinema di Venezia ed è sbarcata al Lido con un abito molto particolare.

La spallina del vestito dell’influencer romana si è completamente scucita ed ha iniziato a penzolare durante tutta la sfilata sul red carpet.

Ma perché la cucitura si è rotta? Si tratta di un errore di sartoria o di una trovata per far parlare di sé?

Giulia De Lellis incanta il Festival di Venezia

L’influencer romana, divenuta famosa grazie al programma di Maria De Filippi, Uomini e donne, è tornata a sfilare a Venezia.

Il suo debutto è avvenuto nel 2018, poco dopo la conclusione del programma che l’ha vista sul trono di canale cinque, ha preso parte al Festival anche nel 2020, quando si mostrò pubblicamente con l’acne sul viso, per sensibilizzare il tema della bellezza naturale.

Lo scorso 8 settembre, l’abbiamo vista sul red carpet del film “Blonde” e, anche questa volta, non è passata inosservata ed ha fatto parlare di sè.

Giulia De Lellis: ecco la verità sulla spallina rotta

Giulia De Lellis ha preso parte alla sfilata al Festival cinematografico più importante di sempre e l’ha fatto con stile e audacia.

La bella romana ha deciso di catturare l’attenzione con un abito molto particolare. Ha deciso di indossare un vestito firmato Act N° 1, la cui spallina apparentemente scucita, pendeva fastidiosamente sul busto. Invece, quel dettaglio, studiato e creato ad hoc, ha saputo rendere originale ed autentico l’outfit della De Lellis.

Inizialmente, molti personaggi hanno pensato che si trattasse di un difetto di fabbricazione o di un errore di cucitura.

Il brand in questione, scelto da Giulia, è quello di Galib Gassanoff e Luca Lin, due disegnatori che fin dall’inizio della loro carriera hanno mostrato capi unici ed innovativi. Attenti alla sostenibilità e all’inclusività, i due mixano stili e creano vestiti che non rispettano le leggi convenzionali della sartoria.

Leggi anche: Festival di Venezia 2022: i 5 film più discussi del momento

Melissa Matiddi
Esperta in comunicazione e digital marketing, studia lo yoga e le discipline orientali. Ama creare, leggere e viaggiare. Silenziosa ma rumorosa, è sempre pronta a varcare nuovi orizzonti.

Ultime notizie