Giada Pellizzari, da direttore di banca a travel designer: “Mollo tutto e vi racconto NY”

Da direttrice di banca a travel designer: la storia di Giada Pellizzari ci racconta di come la passione possa portare a essere felici, dimenticando ogni convenzione sociale.

Enrica Vigliano
Enrica Vigliano
Enrica Vigliano, romana per adozione. Lavora nel mondo dell’arte e della comunicazione di eventi, dopo gli studi di Archeologia e di Business dei beni culturali. Adora parimenti la matematica e la grammatica, avendo una predilezione per le parole crociate e per la vita all’aperto.
spot_img

La storia di Giada Pellizzari è un esempio di come sia possibile reinventarsi pur correndo il rischio di perdere tutto quello che si è costruito durante una vita intera. Nel mondo di oggi non sono pochi gli aneddoti di persone con una carriera avviata, famiglia e ricchezza che a un certo punto sentono la spinta a chiudere con il proprio percorso per dedicarsi a tutt’altro, magari lontano dalle proprie abitudini e sicurezze.

Giada Pellizzari è un emblema di questo fenomeno che va via via sovvertendo l’ormai sorpassato concetto di posto fisso e di step da superare per avere una vita dignitosa, socialmente approvata e al contempo soddisfacente.

Chi è Giada Pellizzari

Giada Pellizzari, veronese, 34 anni, nata da una famiglia di sole Donne con la D gigante, come ricorda lei stessa sul suo account Instagram, è una travel designer con una passione particolare per la città di New York, diventata negli ultimi tempi un esempio di come seguire le proprie passioni possa trasformarsi in una carriera gratificante e di successo.

A vent’anni inizia a viaggiare, visitando le capitali europee, ma anche paesi lontani come Messico, Giappone, Caraibi, Africa, fino ad approdare a quella che sarebbe stata, di lì a qualche tempo, la sua meta preferita in assoluto: New York, dove, sempre con le sue parole, vede “la migliore versione” di se stessa.

Intanto avvia una lunga carriera nel settore bancario, arrivando a ricoprire il ruolo di direttrice di filiale, per poi interrogarsi su “cosa volesse fare da grande”, a seguito di 32 giorni passati a studiare l’inglese in America.

E così, l’anno scorso, ha deciso di prendere un anno di aspettativa e di dedicarsi completamente al suo amore per i viaggi, specializzandosi in itinerari personalizzati nella Grande Mela, un lavoro che non solo la gratifica, ma che l’ha portata a essere il punto di riferimento per chi vuole visitare “la città che non dorme mai”.

Recentemente ha pubblicato il libro Chiedimi New York. Più di 200 domande e risposte per il tuo viaggio nella Grande Mela dove svela alcuni dei segreti più appetibili e divertenti della città.

La ricerca della felicità

Giada Pellizzari - new york

Ero una donna in carriera, dopo 15 anni di dura gavetta in banca avevo raggiunto la direzione di una filiale. Ero soddisfatta e realizzata, però dentro di me sentivo che mancava la cosa più importante, la felicità

Galeotti furono tre messaggi, in cui persone sconosciute le hanno chiesto di tracciare un itinerario ad hoc a New York vedendo i suoi post sui social. Da lì l’idea: abbandono tutto e faccio la travel designer.

Durante il suo soggiorno a New York nel 2022, infatti, aveva documentato le sue esperienze quotidiane, ottenendo un seguito significativo di persone interessate ai suoi consigli di viaggio.

Quindici anni di lavoro in banca le hanno conferito una sensibilità particolare verso il pubblico, un approccio concreto e trasparente, una capacità di organizzazione straordinaria e spiccate doti di gestione che ora Giada impiega nella sua nuova occupazione di travel designer.

Dal 2010 in poi Giada Pellizzari ha battuto New York, centimetro dopo centimetro, anno dopo anno, facendone di fatto la sua seconda casa.

La Grande Mela sembra riservarle sempre nuove attrazioni con cui poter arricchire i suoi itinerari con esperienze uniche, adattabili a diversi tipi di pubblico e richieste.

Com’è la vita da travel designer

Giada Pellizzari

Ma cosa fa una travel designer esattamente? Crea itinerari dettagliati e personalizzati per i suoi clienti, assecondando gusti ed esigenze che variano di caso in caso: chi viaggia da solo, chi con la famiglia con bambini piccoli, chi è più interessato alla storia, chi invece alla vita notturna… le combinazioni possibili sono infinite così come infinita è la creatività di Giada nel trovare la soluzione giusta per la persona giusta.

Il suo punto di forza è proprio la creazione di itinerari su misura che permettono ai visitatori di vivere New York come se fossero abitanti locali, scoprendo sia le attrazioni principali che le perle nascoste della città.

Ogni itinerario è studiato nei minimi dettagli per ottimizzare tempi e spostamenti, garantendo un’esperienza fluida e priva di stress.

Diversi sono i tipi di servizio che offre Giada Pellizzari:

  • Take it easy: per chi è pratico negli spostamenti e vuole una guida per vivere New York in autonomia
  • Happy go lucky: Perfetto per chi desidera vivere l’esperienza senza preoccuparsi dei dettagli logistici, ideale per chi è intimidito dall’uso della metropolitana
  • Ready to go: Itinerari già pronti per esplorare la città in vari periodi dell’anno, come Natale, primavera o autunno

E non finisce qui: Giada non si limita a organizzare viaggi, ma condivide anche la sua passione e le sue conoscenze attraverso una vivace community su Instagram, sul suo sito-blog e su altri social media.

I feedback dei clienti sono estremamente positivi: molti di loro raccontano di come i suoi itinerari dettagliati e personalizzati abbiano trasformato i loro viaggi a New York in esperienze indimenticabili. Ad esempio, alcuni viaggiatori hanno scoperto la città in modo molto più approfondito e autentico rispetto a visite precedenti fatte senza una guida esperta. La capacità di Giada di combinare pragmatismo ed empatia nelle sue consulenze è spesso lodata, sottolineando quanto sia abile nel comprendere e soddisfare le diverse esigenze dei suoi clienti.

Un esempio di empowerment femminile

Nel gennaio 2023, Giada Pellizzari ha sospeso la sua attività avviata per dedicarsi alla sua passione: un gesto coraggioso, ma che sottolinea ancora una volta come credere nei propri sogni possa portare a una condizione di vita migliore.

Lasciandosi guidare dalla sua forte determinazione a trasformare il suo hobby in una professione a tempo pieno, Giada ha potuto contare sulla sua famiglia, che ha sempre sostenuto le sue scelte, infondendole coraggio e supportandola con ogni mezzo.

Giada Pellizzari è così diventata anche un simbolo di empowerment femminile, avendo preso in mano la propria vita per renderla più adatta alle sue pulsioni e inclinazioni, svincolandosi di fatto dalle convenzioni e dalle convinzioni comuni.

Leggi anche: Vendono casa per vivere in barca a vela. La famiglia Barberis realizza un sogno

spot_img

Correlati

Il veterinario che cura gratis cani e gatti dei senzatetto: “Ho salvato più di 400 animali”

Kwane Stewart è un 53enne originario di Albuquerque meglio, conosciuto come The Street Vet,...

Giulia Ruffato, dall’ischemia alla mail di Alex Zanardi: “Ora voglio vincere alle Paralimpiadi”

Giulia Ruffato, 37enne originaria di Pianiga in provincia di Venezia, continua a collezionare successi....

Giulia Duro, lieto fine per la 19enne scomparsa a Palermo: “Sta bene, è tornata a casa”

La 19enne Giulia Duro, scomparsa nel nulla tre giorni fa nel palermitano, è stata...
Enrica Vigliano
Enrica Vigliano
Enrica Vigliano, romana per adozione. Lavora nel mondo dell’arte e della comunicazione di eventi, dopo gli studi di Archeologia e di Business dei beni culturali. Adora parimenti la matematica e la grammatica, avendo una predilezione per le parole crociate e per la vita all’aperto.
spot_img