lunedì, Settembre 27, 2021

Giacomo Celentano, figlio d’arte e sposo devoto

Giacomo, figlio di Adriano Celentano, non ha avuto una vita facile. Dopo un periodo buio riesce a raggiungere una stabilità grazie all'amore per Katia e alla fede in Dio.

Michela Sacchetti
Aspirante giornalista. Ama la letteratura, il cinema e il teatro. Dopo il diploma in ragioneria cambia itinerario iscrivendosi alla facoltà di Lettere. Laureata in Scienze del Testo, crede che nella vita si può e si deve continuare sempre ad imparare.

Giacomo Celentano è secondogenito di Adriano Celentano e Claudia Mori. Giacomo ha due sorelle: Rosita e Rosalinda. La famiglia Celentano è controversa. Giacomo non ha avuto una vita facile e Rosalinda ha sempre fatto fatica ad acquisire una certa stabilità, sotto tutti i punti vista, sia affettivo che lavorativo.

Giacomo Celentano

Giacomo Celentano e la sua “difficile” vita

Purtroppo sappiamo come per i “figli d’arte” la vita non sia sempre facile. Potremmo oggettivamente pensare il contrario, perché il successo dei genitori di certo permette loro di vivere una vita agiata ma capita molto frequentemente che questi abbiano dei problemi, sia nella nella relazione con i genitori che nel perenne confronto con loro, cosa che gli impedisce quindi di “spiccare il volo”. Questo è quanto accaduto a Giacomo, come lui stesso ha raccontato in molte interviste e descritto anche in un suo libro.

Leggi anche: Adrian ci ricorda che siamo automi: ecco perché dà fastidio

Giacomo Celentano: dal buio alla luce

Quando una persona soffre, molte volte tende ad allontanarsi anche dalle persona a cui vuol bene. Giacomo ne ha fatto esperienza in prima persona e racconta così nel suo libro autobiografico “La luce oltre il buio” riguardo l’inizio del suo malessere:

Nel cuore della notte capii che era successo qualcosa di grave dentro di me, ma non sapevo cosa. La mia stessa famiglia faceva fatica a comprendermi, tant’è che mi ritrovai da solo con la mia malattia.

Leggi anche: Chi è Sofia Jirau, la modella con sindrome di down che conquistò le passerelle di New York

Giacomo Celentano: il suo lavoro nella musica e non solo

Giacomo nasce il 19 novembre 1966. Diplomato al liceo scientifico decide fin da subito di intraprendere la carriera nella musica. Il suo primo album “Dentro il Bosco“, che vede la collaborazione di Mario Lavezzi, esce nel 1989. In seguito per un periodo si dedica ad altri lavori: il commesso in un negozio di dischi e il rappresentante nel settore dell’editoria multimediale. Nel 1996 firma un pezzo per il padre Adriano “Vento d’estate“, riavvicinandosi alla musica però in veste di autore. Nel 2002 partecipa, nella sezione Giovani, alla 52esima edizione del Festival di Sanremo, con il brano You and me. Ha inoltre lavorato come redattore nel giornale satirico Il Cartone.

Leggi anche: Chi è Armine Harutyunyan, la modella di Gucci che ribalta i canoni di bellezza

Giacomo Celentano e i suoi due punti fermi: l’amore e la fede

Il 2002 rappresenta un anno fortunato per Giacomo perché si unisce in matrimonio con Katia, con la quale era stato fidanzato per quattro anni. Al figlio di Celentano piace raccontare nelle varie interviste l’aneddoto riguardante il modo in cui avrebbe conosciuto la moglie: dalla finestra l’avrebbe vista passare e canticchiare assieme ad un’amica. Da quel momento avrebbero iniziato a frequentarsi, uniti entrambi da una grande fede, che li avrebbe portati anche a voler mantenere la castità prematrimoniale. Per questo non ci stupisce che, tra le altre cose nella vita, per un periodo abbia pensato anche di farsi frate. Nel 2005 Giacomo e Katia diventano genitori di Samuele, unico figlio per la coppia.

Michela Sacchetti
Aspirante giornalista. Ama la letteratura, il cinema e il teatro. Dopo il diploma in ragioneria cambia itinerario iscrivendosi alla facoltà di Lettere. Laureata in Scienze del Testo, crede che nella vita si può e si deve continuare sempre ad imparare.

Ultime notizie