lunedì, Settembre 26, 2022

Chi è Sofia Jirau, la modella con sindrome di down che conquistò le passerelle di New York

Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Lo scorso febbraio Sofia Jirau, giovane modella di Porto Rico, ha brillato sulle passerelle della fashion week newyorkese, uno degli appuntamenti della moda più seguiti al mondo. Indossando gli abiti della stilista Marisa Santiago, Sofia ha lasciato tutti senza fiato. È forse la prima modella con sindrome di down a sfilare su un palcoscenico così prestigioso. La sua determinazione e un sorriso smagliante le hanno garantito un posto d’onore tra le star della settimana della moda americana. Ha scritto la ragazza sul suo Instagram, seguito da oltre 50mila followers:

Un giorno mi sono guardata allo specchio e ho detto: “Sarò una modella e arriverò a New York”, e guardate dove sono. Ci sono riuscita e ora voglio salire sulle passerelle di tutto il mondo.

“Non ci sono limiti, quindi non c’è differenza”

Sofia Jirau, modella con sindrome di down, infrange un altro tabù di bellezza. Sin da piccola sognava la moda. È per questo che la mamma, Mimi Gonzále, l’ha iscritta alla scuola di modelle di San Juan a Porto Rico, dove la modella ha imparato a camminare in passerella. E da quando Sofia era ancora una bambina ha imparato ad essere indipendente, nonostante le sue difficoltà. La carriera parte nel 2019, quando inizia a sfilare per Kelvin Giovannie e altri designer portoricani. Poi l’invito di Marisa Santiago per partecipare alla fashion week di New York. Ha detto la stilista:

Lei è uguale alle altre ragazze, non ha alcun tipo di impedimento. E come dice lei, non ci sono limiti, quindi per me non ci sono differenze.

La moda ha aperto le porte a Sofia, dimostrando al mondo, ancora una volta, che la bellezza non ha nulla a che fare con la perfezione. Anche in questo ambiente qualcosa sta cambiando e non sono più la taglia perfetta o gli stereotipi di bellezza a guidarne necessariamente le scelte.

Leggi anche: Le modelle curvy di Calvin Klein insultate sulla pagina Facebook di Zalando

Passerelle e non solo per Sofia Jirau

Sofia, coltivando il suo sogno, cerca di essere anche una fonte di ispirazione per altre giovani ragazze. Le invita a superare i propri limiti e a essere determinate per contrastare gli stereotipi, qualunque essi siano. Ognuno ha diritto ai propri sogni e se non lo credete possibile, guardatela sfilare. O seguite la sua carriera nel mondo degli affari. Infatti, la giovane modella non è solo indossatrice. Grazie alla Down Syndrome Foundation ha creato Alavett, un brand che vende maglie, cappelli e accessori per la casa. Non a caso il motto di Sofia recita:

Dentro e fuori, non ci sono limiti. Puoi sempre raggiungere i tuoi obiettivi.

Leggi anche: “Niente è impossibile”: parla Valeria Cagnina, giovane promessa della robotica

di Elza Coculo

Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Ultime notizie