lunedì, Gennaio 25, 2021

Guardia di Finanza al Pirellone per fare chiarezza sui fondi della Lega

I finanzieri perquisiscono il palazzo della regione Lombardia per acquisire documenti sulla compravendita “gonfiata” del capannone di Cormano, nel Milanese, sede della fondazione Film Commission.

Luca Tartaglia
Luca Tartaglia
Classe 88. Yamatologo laureato in Lingue Orientali, specializzato in Editoria e Scrittura, con un Master conseguito in Diritto e Cooperazione Internazionale. Ama dedicarsi a Musica e Cultura, viaggiare, “nerdeggiare” e tutto ciò che riguarda J. J. R. Tolkien

Nuovi guai per la Lega. Dopo la convalida del fermo per Luca Sostegni, presunto prestanome fermato la scorsa settimana dagli uomini del Nucleo di polizia economico finanziaria della Guardia di Finanza di Milano, sono partite le perquisizioni per l’inchiesta della compravendita dell’immobile Cormano nel 2017 a prezzo alterato. Sostegni è stato arrestato mentre prendeva 5 mila euro, dopo averne ottenuti già 20 mila per un suo presunto silenzio, e in possesso di biglietti per bus e aereo con cui voleva scappare in Brasile. Il presunto prestanome è accusato di peculato, estorsione e l’inchiesta vede indagati anche tre commercialisti vicini alla Lega: Alberto Di Rubba e Andrea Manzoni, entrambi ex tesorieri della Lega in Parlamento, e Michele Scillieri, nel cui studio è stata registrata la lista “Lega per Salvini Premier”.

Il Caso

L’ipotesi degli inquirenti è che dietro al milione di euro stanziato a favore della Film Commission per acquistare il capannone fosse mascherato un regalo che partiva dalla Regione, presieduta all’epoca dall’esponente della Lega Nord Roberto Maroni, ai tre commercialisti vicini alla Lega. Soprattutto perché suddetta fondazione aveva già una sede operante in via San Gottardo. I magistrati vogliono chiarire dove sia finita la plusvalenza del capannone Cormano, acquistato per 800 mila euro dalla società Andromeda, la quale l’aveva acquistata sua volta per 400 mila euro. I finanzieri stanno ora ricostruendo dove siano finiti questi soldi, dopo aver scoperto che una parte, di 250 mila euro, è finita attraverso la fiduciaria Fidirev, in Svizzera.

Lega Maroni e Salvini
Una fotografia del leader della Lega Matteo Salvini e dell’ex-Presidente della Regione Lombardia ed esponente della Lega Roberto Maroni. 2017.

Leggi anche: Salvini: “Ho vissuto male il mio lockdown. Voglio poter abbracciare di nuovo”

Le indagini e le reazioni

Un’indagine che viene precisato essere ancora oggi alle prime battute. Inizi che però hanno portato già le autorità competenti a scoperchiare un sistema presumibilmente “criminoso”, soprattutto dopo i primi interrogatori di Sostegni, al quale è stato convalidato il fermo. Diversi i fatti che cominciano a delinearsi. Il tentativo di estorsione di Sostegni verso i tre commercialisti sotto la minaccia di rivelare ai giornali della pianificazione e attuazione di quella che gli inquirenti definiscono una “articolata operazione illecita”.  Si stanno delineando le contestazioni di turbata libertà degli incanti e peculato, legati al fatto che i tre avevano avuto un ruolo attivo nel portare alla Lombardia Film Commission l’immobile di Cormano. Anche il leader attuale della Lega Matteo Salvini è stato chiamato in causa sulla questione:

Non c’entrano assolutamente niente i fondi della Lega. Non ho il piacere di conoscere Luca Sostegni. Sono assolutamente tranquillo sulle dichiarazioni fatte da Sostegni di fronte agli inquirenti perché la Lega non c’entra nulla.

Leggi anche: Salvini mangia ciliegie in conferenza stampa e scatena la bufera politica

Luca Tartaglia
Luca Tartaglia
Classe 88. Yamatologo laureato in Lingue Orientali, specializzato in Editoria e Scrittura, con un Master conseguito in Diritto e Cooperazione Internazionale. Ama dedicarsi a Musica e Cultura, viaggiare, “nerdeggiare” e tutto ciò che riguarda J. J. R. Tolkien

Ultime notizie

Cinque anni dalla scomparsa di Giulio Regeni, Mattarella: “L’Egitto dia risposte adeguate”

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella “in questo giorno di memoria” rinnova la solidarietà alla famiglia Regeni e chiede un impegno “comune per giungere alla verità”.

Olimpiadi Tokyo 2021, Italia verso l’esclusione. Entro mercoledì la decisione del CIO

Entro mercoledì 27 gennaio arriverà la decisione del CIO sull'esclusione dell’Italia dalle...

Covid, spunta l’idea di una zona rosso scuro in Europa: cos’è e quali le regole per viaggiare

Dall'Europa arriva l'idea di istituire la zona rosso scuro per indicare dove la circolazione del virus è molto alta. Ecco cos'è, pechè è necesssaria e quali sono le regole.

Brescia, arrestato primario: “Ha indotto la morte di pazienti Covid con farmaci non idonei”

È successo a Montechiari, presidio degli Ospedali Civili di Brescia. Il primario Carlo Mosca è ora accusato di omicidio volontario.

Manifestazioni e proteste in Russia e nel mondo per la liberazione di Alexey Navalny

Mentre l'ormai noto oppositore di Putin, Alexey Navalny, è in carcere, in Russia, ma non solo, si rivendicano democrazia e libertà e si chiede la liberazione del dissidente avvelenato.