lunedì, Ottobre 18, 2021

Festival di Cannes 2021, cosa sappiamo?

Non sarà "The french dispatch" di Wes Anderson ad aprire il Festival di Cannes 2021, ma "Annette" di Leos Carax. Nanni Moretti presente e molti altri.

Asia Solfanelli
Intraprendente e instancabile penna, poliglotta, appassionata lettrice e avida viaggiatrice. Sviscerata amante del cinema. E ultimo, ma non per importanza, eterna studiosa, perché non si finisce mai d’imparare.

Festival di Cannes 2021, ecco le prime certezze e indiscrezioni: ritornano in selezione ufficiale i film già in lista nel 2020, ma bloccati dalla pandemia. A differenza di quanto fino a poco tempo fa si vociferava però, non sarà The French Dispatch ad accendere gli schermi, bensì Annette di Leos Carax.

Covid permettendo, non si può non menzionarlo, quello che è uno degli eventi più seguiti da tutti i cinefili si terrà dal 6 al 17 luglio, mentre già il 27 maggio con la conferenza stampa di rito dovrà essere annunciato il cartellone completo.

Il Festival di Cannes 2021 si aprirà con Annette di Leos Carax

Il Festival di Cannes 2021 si aprirà con Annette di Leos Carax.

Dopo gli straordinari Gli amanti del Pont-Neuf (1991) e Holy Motors (2012), passati ben nove anni dalla sua ultima regia, Leos Carax torna a regalare emozioni. Perché come ammette lo stesso presidente del Festival di Cannes 2021, Pierre Lescure: “Ogni film di Carax è un evento, e questo lavoro mantiene tutte le aspettative”.

Annette è l’ultima impresa del regista francese nonché prima in lingua inglese: un musical che racconta di uno stand-up comedian, Adam Driver e di sua moglie, una cantante d’opera, Marion Cotillard, le cui vite saranno stravolte dalla nascita di Annette, una bambina con un dono speciale e cui spetta un destino eccezionale.

Pierre Lescure aggiunge:

Annette è un vero regalo per gli amanti del cinema, della musica e della cultura in generale, il titolo che stavamo aspettando dopo l’ultimo, durissimo anno.

Il direttore Thierry Frémaux invece chiosa:

Tutta l’opera di Carax è un’espressione di quelle alchimie misteriose che sono il segreto del cinema, fatto insieme di modernità ed eternità.

Aprirà il 74° festival il 6 luglio e uscirà in contemporanea nelle sale francesi.

Leggi anche: In The Mood for Love al cinema dal 28 aprile: si preannuncia un ritorno nelle sale in grande stile

Festival di Cannes 2021: The French Dispatch di Wes Anderson ci sarà 

Festival di Cannes 2021: The French Dispatch di Wes Anderson ci sarà.

Il direttore Thierry Frémaux ha annunciato:

Non posso rivelare ancora nessun titolo, tranne quelli che già conoscete e che erano selezionati per lo scorso anno, come The French Dispatch di Wes Anderson e Benedetta di Paul Verhoeven.

Torneranno entrambi nella selezione ufficiale.

È ufficiale: The French Dispatch di Wes Anderson, la sua decima regia, al Festival di Cannes 2021 ci sarà. Attesissimo da ormai un anno, bloccato a causa della pandemia che ha impedito lo svolgersi del Festival di Cannes 2020, il nuovo film del regista dei Tenenbaum e Grand Budapest Hotel, solo per citarne alcuni, sarà finalmente presto sul grande schermo.

Il nome di Wes Anderson fa già presagire un grande successo, ma se si considera anche il cast non resta davvero alcun dubbio che The French Dispatch sarà un grande capolavoro. Benicio del Toro, Adrien Brody, Tilda Swinton, Frances McDormand, Timothée Chalamet, Léa Seydoux, Mathieu Amalric, Bill Murray e Owen Wilson la dicono lunga.

The French Dispatch racconta la vita di una bizzarra redazione, supplemento francese di un giornale americano, ed è “una lettera d’amore ai giornalisti”, una dedica speciale del regista al New Yorker, magazine di cui è appassionato lettore.

Festival di Cannes 2021: altre indiscrezioni

Festival di Cannes 2021: altre indiscrezioni.

Tra i titoli, ispirato al romanzo dell’israeliano Eshkol Nevo, Tre piani di Nanni Moretti, con Alba Rohrwacher, Margherita Buy, Riccardo Scamarcio e Adriano Giannini, dovrebbe essere una certezza. A hero del due volte premio Oscar Asghar Farhadi e girato in lingua farsi, sembra lasciarsi invece ancora corteggiare.

Con il dramma Flag Fly altrettanto assicurata dovrebbe essere anche la presenza di Sean Penn, mentre, secondo quanto riportato da Variety, The power of dog di Jane Campion e il thriller di Paul Schrader, The card counter, sarebbero ancora oggetto di contesa tra Cannes e Venezia. A mischiare le carte è ancora, inesorabilmente, la pandemia.

C’è di più. Voci di corridoio dicono di un possibile ritorno di Antonio Banderas, di nuovo al fianco di Penelope Cruz e protagonista di Official competition di Mariano Cohn e Gastón Duprat.

Con Memoria e nelle vesti di una coltivatrice di orchidee in visita a sua sorella malata a Bogotà, c’è poi grande attesa Tilda Swinton, protagonista del film debutto in lingua inglese del regista tailandese Apichatpong Weerasethakul.

Tra star e pellicole locali, sulla Croisette si aspettano anche Juilette Binoche, interprete in Feu, Catherine Deneuve nel cast di De Son Vivant di Emmanuelle Bercot e Sophie Marceau in Tout s’est bien passé di Francois Ozon.

Leggi anche: La cultura della sorveglianza attacca ancora: la Cina censura l’Oscar a Chloé Zhao

Asia Solfanelli
Intraprendente e instancabile penna, poliglotta, appassionata lettrice e avida viaggiatrice. Sviscerata amante del cinema. E ultimo, ma non per importanza, eterna studiosa, perché non si finisce mai d’imparare.

Ultime notizie