lunedì, Aprile 19, 2021

Ddl Zan, Fedez contro Pillon: “Ci spieghi il rifiuto. Non è prioritario che lo Stato tuteli i diritti di tutti?”

Fedez sul suo profilo social articola un discorso contro il senatore della Lega Pillon, in seguito alle sue recenti esternazioni riguardo alla legge Zan sull'omotransfobia. Vediamo cosa ha detto il rapper.

Michela Sacchetti
Michela Sacchetti
Aspirante giornalista. Ama la letteratura, il cinema e il teatro. Dopo il diploma in ragioneria cambia itinerario iscrivendosi alla facoltà di Lettere. Laureata in Scienze del Testo, crede che nella vita si può e si deve continuare sempre ad imparare.

Il noto cantante Fedez, marito dell’arcinota Chiara Ferragni, influencer di moda e imprenditrice digitale, apre alla polemica.

Sul suo profilo social, infatti, si è espresso contro la presa di posizione del senatore Simone Pillon riguardo alla legge sull’omotransfobia, il cosiddetto Ddl Zan, valutata dal leghista come non prioritaria.

La polemica in realtà non riguarda solo un parere personale. Tutto il centrodestra avrebbe bloccato la discussione della legge Zan a data da destinarsi, scatenando forti reazioni nell’opinione pubblica.

Vediamo cosa è successo e quali sono state le parole utilizzate da Fedez che, vista la sua popolarità, hanno avuto una forte risonanza.

Elodie: “Siete indegni, questa gente non dovrebbe essere in Parlamento”

Fedez_elodie

La commissione Giustizia del Senato non calendarizza la discussione della legge Zan sull’omotransfobia. Si ritiene che questo sia dovuto ad un blocco da parte di tutto il centrodestra.

Il senatore Pillon infatti ha reagito positivamente alla notizia. Oltre ad affermare che la legge Zan non è una priorità, avrebbe anche parlato di “norme ideologiche, inutili e divisive”.

Ufficialmente però la motivazione data è che la commissione deve continuare l’esame del decreto per l’abilitazione all’esercizio della professione di avvocato.

Anche la cantante Elodie è intervenuta tacciando alcuni esponenti della Lega come omotransfobici e indegni di stare in Parlamento, per essere stati d’ostacolo all’approvazione della legge Zan.

Non è la prima volta che la cantante si schiera a favore dei diritti LGBTQ. Qualche giorno fa aveva commentato la presa di posizione del Vaticano sulle unioni omossessuali dicendo che queste potevano tranquillamente continuare ad amarsi senza bisogno di alcuna benedizione.

Il duro sfogo di Fedez: “Dentro il Ddl Zan non si parla di uteri in affitto”

fedez_sfogo

Riportiamo per intero il duro sfogo di Fedez nei confronti del senatore Pillon.

Il cantante snocciola punto per punto le sue argomentazioni smontando la posizione del leghista. Prima di tutto spiega in che cosa consiste il disegno di legge, facendo alcune precisazioni:

Questa mattina mi sveglio con le dichiarazioni del senatore Pillon che ci spiega il concetto di priorità.

Io vorrei proprio entrare nel merito delle priorità del senatore e del Ddl Zan.

Ddl Zan è un disegno di legge che attua nuove misure di prevenzione e di contrasto della discriminazione e della violenza per motivi fondati sul sesso, l’orientamento sessuale, l’identità di genere, la disabilità.

Sostanza dà più diritti a chi non ne ha.

Il senatore Pillon nelle scorse settimane ha osteggiato l’approvazione di questa legge dando tale motivazione: “Questa legge non va bene perché darebbe il via libera agli uteri in affitto”.

Che è un bel titolo, è un bel titolo.

Il tema è che dentro il Ddl Zan non si parla di uteri in affitto, ma guarda un po’.

Fedez spiega a Pillol il concetto di priorità: “In Lombardia ci sono 80enni non ancora vaccinati”

Fedez_Pillon_Salvini

Fedez proprio non ci sta. Se per il senatore Pillon il Ddl Zan non è una priorità che cosa lo è allora.

Per prima cosa gli ricorda di aver basato un’intera carriera politica basandosi solo ed esclusivamente su questi temi e di essere famoso per aver partecipato al Family Day.

Prosegue poi nel mettere in evidenza le incongruenze della Lega, partito di appartenenza di Pillon:

Vogliamo parlare delle priorità di come sta gestendo la Lega il piano vaccinale in Lombardia, dove ci sono i 90enni e gli 80enni che non sono ancora vaccinati.

Vogliamo parlare di come la Lega non è riuscita a costruire una terapia intensiva spendendo decine di milioni di euro durante l’emergenza.

Oppure per lei era una priorità quando io e mia moglie abbiamo esortato nel nostro piccolo ad indossare le mascherine, mentre il vostro leader andava in giro a fare assembramenti, a togliersi la mascherina per fare i selfie, nel dire: Fedez è un personaggio blasfemo che uccide la nostra civiltà e non può fare appelli di questo tipo.

Cioè per lei il mio Gesù Cristo tatuato sulla pancia era una priorità per lei in un momento così delicato per il Paese, perché non so che priorità abbia lei a questo punto.

Leggi anche: Lucci spiega a Salvini perché i ristoranti sono chiusi: “Se riapri la gente esce, ‘lo voi capì’?”

Fedez: “Lo Stato deve arginare le dinamiche discriminatorie”

L’ultimo sfogo di Fedez riguarda un affondo personale, ponendo al centro della questione le preoccupazioni di un padre, quale egli é. E conclude:

Le dico una cosa da padre signor Pillon, io ho un figlio di tre anni che gioca con le bambole e questa cosa non desta alcun tipo di turbamento in me.

E non desterebbe turbamento in me nemmeno se un giorno dovesse avvertire l’esigenza di truccarsi, di mettersi il rossetto, uno smalto, una gonna, perché ha il diritto di esprimersi come meglio crede mio figlio.

La cosa che mi destabilizzerebbe un po’ è sapere che vive in uno Stato che non tutela il suo sacrosanto diritto di esprimersi in piena libertà cercando di arginare le dinamiche discriminatorie e violente che molto spesso si verificano in questo Paese.

Questo per me è una priorità.

Leggi anche: Diritti LGBTQ+, il Parlamento dichiara l’Europa “zona di libertà”: 492 i voti a favore

Michela Sacchetti
Michela Sacchetti
Aspirante giornalista. Ama la letteratura, il cinema e il teatro. Dopo il diploma in ragioneria cambia itinerario iscrivendosi alla facoltà di Lettere. Laureata in Scienze del Testo, crede che nella vita si può e si deve continuare sempre ad imparare.

Ultime notizie