sabato, Maggio 21, 2022

Mano criminale sui vaccini, lotti contraffatti in Messico e Polonia: “Persone iniettate con acqua distillata”

Sono circa 80 le persone che hanno ricevuto false dosi di Pfizer in Messico. In Polonia le autorità hanno recuperato fiale che probabilmente contenevano un trattamento antirughe.

Tommaso Panza
Salentino, classe 1993. Una laurea in mediazione linguistica. Fondazione Basso(Roma). Amante della lettura e del cinema, in particolare delle opere che raccontano spaccati di realtà. Deciso sin da piccolo a diventare un giornalista.

False dosi di vaccino Pfizer. L’azienda americana Pfizer Inc. ha confermato nelle scorse ore di aver identificato in Messico e Polonia i primi casi confermati di versioni contraffatte del vaccino Covid-19 sviluppato con la cooperazione del colosso farmaceutico tedesco BioNTech SE.

Ancora un tentativo delle organizzazioni criminali di sfruttare la campagna di vaccinazione a livello mondiale.

False dosi di vaccino Pfizer: i falsi lotti rinvenuti in Messico e Polonia

False dosi di vaccino Pfizer: le indagini coordinate dalle autorità

Le fiale di false dosi di vaccino Pfizer sono prima state individuate e sequestrate dalle autorità in indagini separate. Successivamente sono state testate e i risultati di laboratorio hanno confermato che si trattasse di vaccini fasulli

Le fiale recuperate in Messico erano identiche sia nel flaconcino che nell’etichetta contraffatta. Le fiale rinvenute in Polonia probabilmente contenevano al loro interno un trattamento antirughe.

Secondo quando dichiarato da Pfizer, inoltre, dalle indagini sarebbe emerso che circa 80 persone hanno ricevuto in una clinica messicana nello stato di Nuevo León un falso vaccino da circa 1.000 dollari a dose. Fortunatamente nessuno di questi ha avuto tangibili effetti collaterali.

Le fiale erano conservate all’interno d refrigeratori portatili per la birra, quelli che si portano in spiaggia l’estate, tanto per rendere l’idea.

Il dettaglio che ovviamente è emerso immediatamente al momento del sequestro è il numero di serie appuntato sui lotti che contenevano le false dosi di vaccino Pfizer, numero diverso da quelli registrati e inviati allo stato e con una data di scadenza errata.

Lo ha confermato anche il dottor Manuel de la O, Segretario sanitario dello stato di Nuevo León, che ha poi aggiunto:

Le persone sono state iniettate con acqua distillata.

In Polonia le autorità polacche hanno invece fatto sapere detto che nessuno aveva ricevuto il vaccino contraffatto, sequestrato nell’appartamento di un uomo.

False dosi di vaccino Pfizer: il mercato nero dei vaccini nel mondo

False dosi di vaccino Pfizer: il mercato nero dei vaccini nel mondo

Come è ben risaputo, il mercato nero si fonda su due basi: la disperazione delle persone e l’irreperibilità della merce sul mercato (di qualunque genere, anche animali).

Nel caso dei vaccini può quindi capitare che molte persone siano anche disposte a pagare grandi cifre al mercato nero a causa di una situazione disperata.

In quei paesi dove il vaccino manca o è in grave ritardo rispetto alla tabella dei contagi o morti giornalieri, provare ad afferrare la mano tesa della criminalità spesso pare l’unica soluzione. Come il caso dell’India, dove a causa della mancanza di bombole d’ossigeno si è generato un grande mercato nero intorno a queste.

Le indagini sulle false dosi di vaccino Pfizer

I sequestri a cui abbiamo assistito sono stati gli ultimi di alcuni risultati ottenuti dalla cooperazione tra le autorità dei vari paesi e produttori di farmaci come Pfizer, Moderna Inc. e Johnson & Johnson per arginare l’attività criminale relativa ai vaccini Covid-19.

Riguardo le false dosi di vaccino Pfizer, ma anche riferito agli altri vaccini, Lev Kubiak responsabile mondiale della sicurezza di Pfizer ha dichiarato:

Abbiamo un’offerta molto limitata, un’offerta che aumenterà quando man mano anche altre aziende entreranno nello spazio dei vaccini.

Tutti sul pianeta ne hanno bisogno. Molte persone sono disperate, nel frattempo c’è un’opportunità perfetta per i criminali.

Secondo i rapporti dell’Interpol le autorità in Cina e Sud Africa il mese scorso hanno sequestrato migliaia di dosi di vaccini Covid-19 contraffatti in magazzini e stabilimenti di produzione, arrestando dozzine di persone.

Le autorità messicane dopo aver sequestrato le false dosi di vaccino Pfizer stanno anche analizzando una spedizione di circa 6.000 dosi di presunto vaccino Sputnik dalla Russia, che sono state sequestrate da un aereo privato diretto in Honduras. 

Per mesi, agenti del National Intellectual Property Rights Coordination Center, un braccio investigativo del Dipartimento per la sicurezza interna degli Stati Uniti, hanno indagato su frodi legate alla pandemia Covid-19 a livello globale, recuperando tra l’altro migliaia di mascherine fasulle.

Secondo i funzionari che si occupano della sicurezza dei DPI (dispositivi di protezione individuale) negli Stati Uniti, nell’ambito della vendita di dispositivi di protezione fasulli negli ultimi mesi sono stati chiusi 30 siti online e sequestrati 74 domini Web.

False dosi di vaccino Pfizer: come la big pharma americana sta gestendo il caso

False dosi di vaccino Pfizer: come la big pharma americana sta gestendo il caso

Il colosso americano sta continuando a collaborare con le forze dell’ordine locali sui casi delle false dosi di vaccino Pfizer scoperte in Messico e Polonia.

A differenza del Messico, in Polonia Pfizer ha chiaramente ha avuto la certezza che i vaccini fossero falsi perché non erano nelle fiale che l’azienda usa solitamente.

L’azienda una volta testato il liquido nelle fiale che contenevano le false dosi di vaccino Pfizer a Groton in Connecticut (USA) ha scoperto che mancavano ingredienti chiave per la composizione del vaccino e che inoltre il liquido conteneva invece acido ialuronico, che viene utilizzato nei prodotti per la pelle.

L’allarme principale per adesso arriva sicuramente dal Sud America riguardo la contraffazione dei vaccini.

In particolare in paesi come il Messico e il Brasile, dove i casi di Covid-19 sono alti c’è un tasso contraffazione di farmaci da prescrizione che rappresenta una vera e propria industria, hanno detto gli esperti di sicurezza.

Il mercato dei farmaci da prescrizione contraffatti ha un valore di oltre 200 miliardi di dollari all’anno.

Pfizer negli ultimi anni ha lavorato con le forze dell’ordine per trovare venditori di false dosi di Viagra per il trattamento della disfunzione erettile e di farmaci ansiolitici come lo Xanax.

Leggi anche: AIFA impugna il ricorso al TAR del Comitato Terapia Domiciliare Covid 19 su Tachipirina e vigile attesa. Grimaldi: “senza parole”

Tommaso Panza
Salentino, classe 1993. Una laurea in mediazione linguistica. Fondazione Basso(Roma). Amante della lettura e del cinema, in particolare delle opere che raccontano spaccati di realtà. Deciso sin da piccolo a diventare un giornalista.

Ultime notizie