giovedì, Settembre 24, 2020

FaceApp: tutto quello che c’è da sapere sull’ultimo tormentone social

Federica Tuseo
Federica Tuseohttp://ildigitale.it
Federica Tuseo. Classe 1994. Redattrice. Nomade digitale, alla costante ricerca di novità e sempre pronta a partire per girare il mondo, raccontando storie di vita vissuta. Una laurea triennale in Lingue e culture moderne ed una magistrale in Media, comunicazione digitale e giornalismo. Web, startup e innovazione sono i suoi orizzonti di ricerca.

Nel 2019 i tormentoni estivi non sono solo musicali: il nuovo trend dell’era digitale si chiama FaceApp e il suo successo è un fenomeno tutto da studiare. A differenza della solita canzone che gira in radio per una stagione, questa applicazione è l’ultima moda virale che in pochissimi giorni ha raggiunto migliaia di utenti nel mondo. Sicuramente vi sarà capitato di notare un numero esagerato di fotografie dei vostri amici sui social, i cui volti erano estremamente invecchiati o ringiovaniti. Questo è, infatti, il risultato di FaceApp, che ha scatenato una nuova challenge su Instagram, Facebook e Twitter.

Nascita e ascesa del fenomeno FaceApp

Il caso FaceApp potrebbe facilmente essere associato, data l’entità del tormentone virale, ai colossi come Facebook o Instagram, entrambe proprietà del gigante di Menlo Park. Invece, sorprendentemente, ricercando le radici del fenomeno si giunge in territorio russo. FaceApp è stata rilasciata nel gennaio 2017 dalla Wireless Lab, un’azienda russa con sede a San Pietroburgo, fondata da Yaroslav Goncharov. Se l’app aveva già riscosso un certo successo appena dopo il lancio, gli ultimi aggiornamenti hanno di fatto reso le modifiche ai selfie ancora più realistiche di quelle delle versioni precedenti. Il merito è tutto dell’intelligenza artificiale migliorata, che permette di ottenere una versione invecchiata o ringiovanita del volto ritratto nella foto. Sono ormai milioni i post condivisi negli ultimi giorni, tanto che è diventato virale l’hashtag #FaceAppChallenge. La moda ha coinvolto anche vip nazionali e internazionali: Leonardo Di Caprio, Tommaso Paradiso, Gigi Buffon, Silvio Berlusconi e tanti altri personaggi, famosi o meno, hanno risposto alla sfida pubblicando i loro visi trattati con l’effetto invecchiamento. Altri, come Donald Trump, hanno fatto l’opposto, mostrandosi ringiovaniti. Leggi anche: “Dietro un grande uomo c’è sempre un grande esperto di social media”: la storia del milionario Greg Baroth

Come funziona l’app

Disponibile gratuitamente sia sui telefoni con sistema operativo iOS che su quelli con Android, l’app ha raggiunto i primi posti nelle classifiche di quelle più scaricate in diversi paesi del mondo. Dopo averla installata il suo funzionamento è abbastanza intuitivo: basterà scattarsi una foto o sceglierla da quelle presenti nella propria galleria di immagini e, con un paio di tap sul display, sarà possibile modificare il volto. Sono tanti i filtri applicabili, il cambiamento d’età è infatti solo una delle tante possibilità offerte dall’applicazione, che spazia dal cambio dell’acconciatura a quello del sesso. Molti altri effetti da applicare alle foto sono disponibili nella versione a pagamento. E le tariffe sono di 3,99 euro se si sceglie un abbonamento mensile, 19,99 euro per quello annuale, 43,99 euro per sempre.

Privacy e utilizzo dei dati personali

Il principio fondamentale su cui si regge FaceApp, come detto, è una serie di algoritmi di Intelligenza Artificiale.

“Abbiamo sviluppato una nuova tecnologia che sfrutta le reti neurali per modificare in maniera realistica il volto nelle foto. Il nostro principale elemento di differenziazione è il fotorealismo. Dopo aver applicato un filtro, è ancora la tua foto. Altre app cambiano intenzionalmente un’immagine in un modo divertente, ma non restituiscono più una foto reale”, ha spiegato a TechCrunch il fondatore e Ceo, Yaroslav Goncharov.

Ogni volta che il viso viene processato, l’app potrebbe potenzialmente memorizzare e archiviare ogni scatto nei server della società russa. Nella sezione dell’app dedicata all’uso delle informazioni si legge:

L’applicazione potrebbe condividere i contenuti e le informazioni degli utenti con le aziende che fanno parte del gruppo di società di FaceApp.

Al momento questa applicazione non risulta coinvolta in scandali informatici riguardo l’utilizzo dei dati personali. Tuttavia, conviene sempre tenere a mente queste dinamiche quando si sceglie di scaricarla e utilizzarla. Leggi anche: Professioni del futuro: chi è il social media wedding concierge e di cosa si occupa di Federica Tuseo

Federica Tuseo
Federica Tuseohttp://ildigitale.it
Federica Tuseo. Classe 1994. Redattrice. Nomade digitale, alla costante ricerca di novità e sempre pronta a partire per girare il mondo, raccontando storie di vita vissuta. Una laurea triennale in Lingue e culture moderne ed una magistrale in Media, comunicazione digitale e giornalismo. Web, startup e innovazione sono i suoi orizzonti di ricerca.

Correlati

Australia, 380 balene sono morte spiaggiate. È mistero sulle cause

I soccorsi continuano a intervenire senza sosta, ma l’operazione è molto complessa. Circa 50 esemplari sono stati messi in salvo, ma le perdite sono enormi. È lo spiaggiamento peggiore della storia moderna.

Tesla, rivoluzione veicoli green: “Batterie più efficienti e costi accessibili”

Auto elettriche a partire da un prezzo base di 25mila dollari e maggiore durata delle batterie. Ecco le novità più importanti annunciate da Elon Musk.

A Dubai strage di gatti e cani randagi per l’Expo: “Animali lasciati morire nel deserto”

A denunciare la strage che sta avendo luogo in questi giorni per...

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

Maxi concorso al Comune di Roma: 1500 nuove assunzioni. Tutto quello che c’è da sapere

L’atteso concorso annunciato dal Campidoglio probabilmente sarà pronto per la seconda metà di agosto. Si cercano 1500 dipendenti in diversi profili, da assumere entro la primavera 2021. Causa Covid, le selezioni avverranno a distanza.

Olivia Paladino, giovane, elegante e in carriera. Ecco chi è la fidanzata di Giuseppe Conte

Figlia della Roma bene, più giovane del Premier di circa 15 anni, mamma di una adolescente e manager del prestigioso Hotel di famiglia. Incuriosisce la vita della First Lady italiana.

Ultimi

Australia, 380 balene sono morte spiaggiate. È mistero sulle cause

I soccorsi continuano a intervenire senza sosta, ma l’operazione è molto complessa. Circa 50 esemplari sono stati messi in salvo, ma le perdite sono enormi. È lo spiaggiamento peggiore della storia moderna.

Tesla, rivoluzione veicoli green: “Batterie più efficienti e costi accessibili”

Auto elettriche a partire da un prezzo base di 25mila dollari e maggiore durata delle batterie. Ecco le novità più importanti annunciate da Elon Musk.

A Dubai strage di gatti e cani randagi per l’Expo: “Animali lasciati morire nel deserto”

A denunciare la strage che sta avendo luogo in questi giorni per...

Premio Nobel, per la prima volta dal 1944 non si terrà la cerimonia di premiazione

I nomi dei vincitori saranno comunicati tra il 5 e il 12 ottobre, ma in Svezia non ci sarà alcun ricevimento. Annullati il tradizionale banchetto e il concerto dopo la cerimonia.

Milano riparte dalla moda con la Fashion Week: “Dobbiamo andare avanti”

Pur nella difficoltà di organizzare incontri fisici, è partita la Milano Fashion Week. Un’edizione diversa dalle altre che per l’occasione ha previsto numerosi appuntamenti digitali.