lunedì, Giugno 21, 2021

Green pass, vaccino in vacanza e 3°dose: quello che bisogna sapere per l’estate 2021

L'estate 2021 sarà quella del green pass, dei vaccini in vacanza e dell'organizzazione per le terze dosi. Ecco tutto quello che c'è da sapere per affrontarla al meglio.

Asia Buconi
Asia Buconi
Classe 1998, romana. Studia scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.

L’estate 2021 sarà diversa. Molti torneranno a godere del sapore di antiche esperienze. Certo, non sarà come quelle precedenti alla pandemia di Covid-19, ma ci si sta adoperando con ogni mezzo per dare dare alle vacanze degli italiani almeno una parvenza di normalità. L’estate del 2021 sarà quella del green pass e dei vaccini in vacanza, dei festeggiamenti per la fine del coprifuoco e dello stato di emergenza.

Estate 2021: come funzionerà la 3°dose e quale sarà il futuro della struttura commissariale di Figliuolo

Estate 2021: come funzionerà la 3°dose e quale sarà il futuro della struttura commissariale di Figliuolo

Come noto, infatti, il 31 luglio terminerà lo stato di emergenza. Un giorno importante, che segna ufficialmente l’uscita dalla fase critica della pandemia e dalla situazione di “straordinarietà” causata dal Covid-19. Che ne sarà del Commissario per l’emergenza Francesco Paolo Figliuolo? Per ora, si pensa ad una norma ad hoc per lasciare in piedi la stuttura commissariale ancora per qualche mese (così come, con tutta probabilità, avverrà per il Cts). E se si pensa che l’ufficializzazione dell’uscita dalla fase critica da parte della struttura non arriverà prima di novembre, si capisce che Figliuolo e i suo saranno impegnati ancora per qualche mese, forse fino alla primavera 2022.

Nel frattempo, il Ministero della Salute ha cominciato a lavorare al piano per la terza dose di vaccino, confrontandosi con la struttura commissariale di Figliuolo: l’obiettivo è quello di immunizzare riuscendo a fare a meno dei grandi hub vaccinali e di affidare la somministrazione delle terze dosi, una volta raggiunta la copertura adeguata, a medici e pediatri familiari.

Quel che è certo è che le terze dosi saranno di vaccini a mRna, in particolare Pfizer. Ci sono ancora dubbi riguardo i tempi ma, considerando che l’immunità fornita dal siero dura circa un anno, le terze dosi partiranno già dal prossimo gennaio. E saranno destinate da un lato ai fragili per età (over 60-65) o per motivi di salute, dall’altro a operatori sanitari e lavoratori essenziali, per un totale di circa 20 milioni di persone.

Leggi anche: Green pass europeo in arrivo dal 1°luglio: come funzionerà e cosa permetterà di fare

Estate 2021: tutto quello che bisogna sapere sul green pass

Estate 2021: tutto quello che bisogna sapere sul green pass

Nel frattempo, ieri il Parlamento europeo ha dato il via libera definitivo al “Certificato digitale Covid dell’Ue”, l’ormai noto green pass. Esso servirà ai cittadini dell’Unione per viaggiare con meno restrizioni, anche se non verrà considerato un vero e proprio documento di viaggio. In 9 Paesi (tra cui Spagna e Grecia) è già attivo, mentre in Italia entrerà in vigore dal 1°luglio. Il certificato verrà rilasciato in formato digitale o cartaceo e funzionerà attraverso un QR code anti-frode, in cui saranno contenuti tutti i dati del turista. Nel nostro Paese si potrà accedere ad esso attraverso l’app IO o Immuni, ma anche tramite un sito pensato per chi ha meno dimestichezza con lo smartphone.

Al green pass potranno accedere le persone che si sono vaccinate con sieri approvati dall’Ema (Pfizer, Moderna, AstraZeneca, J&J), coloro che hanno un tampone negativo e chi è guarito dal Covid. Ne sono esenti i bambini under-6. Nello specifico:

  • Il green pass di chi fa il tampone antigenico durerà 48 ore, quello di chi fa il test molecolare ne durerà 72;
  • Per chi ha avuto il Covid e possiede il certificato di guarigione, il green pass durerà 180 giorni dall’11° giorno successivo al primo test positivo;
  • Per chi si vaccina il green pass durerà 9 mesi, da contare a partire dal 15° giorno dopo l’immunizzazione.

Il green pass potrà essere utilizzato nei 27 Paesi dell’Ue e in altri 4 Stati: Svizzera, Norvegia, Islanda e Liechtenstein. Se si viaggerà in questi Paesi sarà necessario avere con sé soltanto biglietto e green pass: quest’ultimo farà evitare al turista l’obbligo di periodi di quarantena o di ulteriori test una volta giunto a destinazione, salvo eccezioni per tutela della salute pubblica (ad esempio se scoppiasse un’altra ondata di Covid). Per chi arriva in Europa da Paesi extra-Ue, invece, è tutto più complicato: il soggetto potrebbe accedere attraverso il vaccino al green pass, facendone richiesta, ma non è sicuro che lo ottenga. Qualora gli venisse negato, dovrà seguire le regole del Paese di destinazione.

Se un cittadino dell’Ue viaggia in Paesi che non fanno parte dei 31 presenti nell’elenco, il green pass non ha valore: in questo caso, l’individuo dovrà rispettare le regole del Paese di destinazione, consultabili in Italia sul sito della Farnesina o delle Ambasciate italiane.

Estate 2021: come funzionerà il vaccino in vacanza

Il Commissario Figliuolo, intervistato ieri a “24 Mattino” su Radio 24, ha parlato della vaccinazione in vacanza: in breve, quest’estate sarà possibile vaccinarsi in una Regione diversa da quella di residenza. Figliuolo ha detto in merito:

C’è già un meccanismo di flessibilità della seconda dose per non farla coincidere col periodo delle vacanze, ma, se questo non dovesse avvenire, le Regioni si stanno impegnando per far sì che il vaccino si possa fare in un’altra Regione.

I sistemi informativi saranno allineati perché la registrazione avvenga in modo corretto.

Quello del vaccino in vacanza perciò, come ammesso dallo stesso Figliuolo, sarebbe più uno spot che una necessità. In ogni caso, chi pensa di voler immunizzarsi in vacanza dovrà avvertire che soggiornerà in un luogo diverso da quello della prima dose per molto tempo, almeno due settimane. La misura in questione, infatti, ha carattere di eccezionalità: la vaccinazione in vacanza non verrà garantita a tutti, ma solo a quelli che si fermeranno in un luogo di villeggiatura per molto tempo. Per ora sono esclusi dalla possibilità di vaccinarsi i turisti provenienti dall’estero.

Leggi anche: Le novità del Bonus vacanze: ecco a quanto ammonta e come ottenerlo

Asia Buconi
Asia Buconi
Classe 1998, romana. Studia scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.

Ultime notizie