sabato, 24 Luglio 2021

La rivoluzione dell’eolico domestico: una scelta sostenibile e conveniente per la propria casa

L'eolico domestico, detto pure "mini eolico”, è una fonte di energia rinnovabile applicabile all'edilizia privata, accessibile a tutti e capace di garantire un vantaggioso risparmio in bolletta. Ecco come funziona.

L’eolico domestico è una scelta sostenibile e conveniente, oltre che necessaria. L’emergenza climatica che stiamo vivendo è ormai tristemente nota a tutti: basti pensare che da qui al 2050 è previsto un innalzamento delle temperature di almeno 3° rispetto all’epoca pre-industriale, con i conseguenti disastrosi effetti a catena che ne deriveranno. Per questo motivo, cominciare a scegliere soluzioni sostenibili non è una semplice opzione, ma un percorso obbligato, una vera e propria esigenza.

Una delle strade migliori da intraprendere per agire in nome della sostenibilità è operare, per la produzione di energia, una transizione verso fonti rinnovabili: una scelta simile, oltre che sostenibile, si rivelerebbe fondamentale anche per fronteggiare l’esaurimento di idrocarburi e abbattere i costi di produzione. Ma non bisogna necessariamente pensare in grande: anche noi, nel nostro piccolo, possiamo compiere una rivoluzione sostenibile. Come? Scegliendo l’eolico domestico, detto pure “mini eolico”: una fonte di energia rinnovabile applicabile all’edilizia privata, accessibile a tutti e capace di garantire un vantaggioso risparmio in bolletta. Ecco cosa c’è da sapere.

Energie rinnovabili: la soluzione dell’eolico domestico

Energie rinnovabili: l'importanza del settore eolico

Uno dei vantaggi principali dell’utilizzo di energia eolica è che il vento, da cui essa è generata, è una fonte di energia infinita, quindi non a rischio esaurimento come quella che deriva dai combustibili fossili. L’impianto eolico produce elettricità attraverso un sistema di turbine e pale di forma aerodinamica, che catturano l’energia del vento e la trasformano in energia elettrica grazie ai generatori eolici, detti pure aerogeneratori. Questi ultimi non inquinano in alcun modo, dato che non producono né emissioni di CO2, né altri tipi di scarti inquinanti.

Anche se nell’immaginario comune gli impianti eolici sono composti da enormi strutture posizionate in sterminati spazi aperti e ventosi, bisogna sottolineare che l’eolico può offrire esattamente gli stessi benefici in ambito residenziale. In breve, possiamo produrre anche nelle nostre case energia pulita, per poi utilizzarla nello svolgere le normali attività quotidiane: tale soluzione è definita eolico domestico o mini eolico.

Ovviamente, per poter procedere all’installazione dell’impianto non basta vivere in una zona ventilata: occorre che la velocità del vento sia compresa tra i 40 e i 50 Km/h, oltre alla necessità di ricevere autorizzazioni ufficiali, comunali o provinciali a seconda dell’impianto prescelto. Ad esempio, fino a 60 kW è sufficiente l’approvazione comunale del progetto (meglio conosciuta come PAS, Procedura abilitativa semplificata), mentre per gli impianti più grandi occorre fare domanda di Autorizzazione Unica alla Regione (i regolamenti possono variare da regione a regione).

Eolico domestico: le differenze tra impianti ad asse verticale e orizzontale

L’eolico domestico è un settore in costante crescita. Questo perché tale sistema, con un investimento non troppo alto, assicura ampia autonomia energetica e grande risparmio in bolletta. Inoltre, l’unica differenza tra gli impianti eolici industriali e quelli del mini eolico sta nella dimensione: il funzionamento di base rimane esattamente lo stesso, col concetto del movimento delle pale eoliche proposto su scala ridotta. Come ridotti sono, ovviamente, i livelli di potenza del mini eolico , variabili da 0 a 200 kW. I componenti dell’impianto domestico non sono molto differenti da quelli utilizzati per impianti di grandi dimensioni: per il mini eolico saranno necessari il generatore eolico, il regolatore di ricarica per eolico, il banco batterie di accumulo, l’inverter ad onda sinusoidale pura e gli eventuali elementi accessori.

Il consiglio è di posizionare gli impianti del mini eolico sul giardino, sul tetto o, se abbastanza ampi, sul balcone o sul terrazzo. La posizione è importante: se optassimo per ambienti dell’abitazione più protetti, come terrazzi e balconi, la scelta ideale è quella di impianti eolici domestici ad asse verticale, mentre se l’impianto è destinato al tetto, l’ideale è optare per un impianto ad asse orizzontale, più adatto a un vento maggiore e unidirezionale.

Gli impianti ad asse verticale hanno dimensioni compatte e poco ingombranti, lavorano silenziosamente e funzionano indipendentemente dalla direzione del vento: si prestano bene alle installazioni su condomini o edifici di città con tetti piani. Il mini eolico con turbine ad asse orizzontale, invece, è solitamente costituito da tre pale mini eoliche e si orienta in base alla direzione del vento: questo gli consente di produrre più energia di quello ad asse verticale.

Eolico domestico: ecco a chi rivolgersi per averlo

Energie rinnovabili: la nuova innovazione nel campo dell'energia eolica

Ma a chi ci si può rivolgere per installare nella propria casa un impianto di mini eolico davvero efficiente e conveniente? Tra le alternative disponibili, una delle scelte migliori è l’azienda Enessere (Clean Energy Company), creatrice del micro eolico domestico ad asse verticale: essa, in questo settore, rappresenta l’eccellenza.

La turbina eolica ad asse verticale di Enessere produce fino a 4kW e, grazie alla sua forma, è in grado di sfruttare il vento da qualsiasi direzione esso provenga, senza bisogno di riorientarsi. La sua struttura portante è in fibra di carbonio e acciaio, con vele interamente rivestite in legno di Paulownia, la pianta simbolo della lotta contro il cambiamento climatico e il riscaldamento globale. Si tratta di piccoli generatori eolici di 9 metri d’altezza, che si integrano perfettamente con l’ambiente circostante, valorizzando il contesto architettonico e paesaggistico dove sono installati.

Se non fosse abbastanza, una delle peculiarità delle turbine è che sono silenziose e funzionano al loro meglio con basse ventosità, ma sono pronte ad offrire ottime performance anche quando i venti forti iniziano a soffiare. I generatori eolici di ENESSERE sono prodotti in Italia e sono fonte di energia pulita garantita al 100%.

Leggi anche: La Danimarca punta tutto sull’eolico: nel Mar del Nord nasce la più grande isola energetica al mondo

Correlati

Superbonus e fotovoltaico: tutte le ultime le novità

Dato l’enorme successo ottenuto dal sistema di agevolazioni fiscali in materia di ristrutturazioni, i...

L’avvincente storia del fotovoltaico

Ormai l’energia solare è identificata come quella che caratterizzerà il futuro di tutta l’umanità:...

Ottimizzatore fotovoltaico, come ottenere il 25% di resa in più dal proprio impianto solare

L’ottimizzatore fotovoltaico è un dispositivo elettrico che si connette all’inverter dell’impianto per aumentare l’efficienza...