sabato, Aprile 17, 2021

Emilia-Romagna, gratuito il test sul DNA fetale che permette di evitare l’amniocentesi

Marianna Chiuchiolo
Marianna Chiuchiolo
Laureata in Mediazione Linguistica, con un passato nella musica e nel teatro e un'avida curiosità per tutto ciò che riguarda scienza, arte e scrittura. Ha abbracciato da tempo la crociata della Mental Health Awareness come missione di vita. Autrice di racconti, poesie e sceneggiature perché l'immaginazione lo pretende, giocatrice di ruolo perché immaginare storie è bellissimo, ma viverle è meglio.

L’Emilia-Romagna dalla parte della salute. Per le donne in gravidanza il Nipt Test, il test prenatale di screening non invasivo che permette di evitare il ricorso alla più rischiosa amniocentesi, sarà gratuito. La prima fase pilota di 9 mesi parte proprio oggi e interessa la città di Bologna. In un secondo momento, l’iniziativa sarà estesa a tutta la regione. Il test analizza il DNA fetale presente nel plasma materno e per farlo basta effettuare un semplice prelievo di sangue alla madre. In questo modo è possibile valutare il rischio di trisomia 21 ─ o Sindrome di Down ─ e le trisomie 13 e 18 nel feto senza correre rischi. Finora il Nipt Test poteva essere eseguito solo privatamente, con costi che toccavano anche i 700 Euro, e non era rimborsato dal SSR. Per poterlo effettuare in maniera gatuita bisogna partecipare agli incontri informativi organizzati nei Consultori familiari e nei Punti Nascita della provincia di Bologna e poi prenotare lo screening entro l’11esima settimana dall’ultima mestruazione. Per chi volesse più informazioni è possibile contattare lo 051/6862530 dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 13:00. Leggi anche: Cancro al seno: l’Intelligenza Artificiale ti dirà se sei a rischio di Marianna Chiuchiolo

Marianna Chiuchiolo
Marianna Chiuchiolo
Laureata in Mediazione Linguistica, con un passato nella musica e nel teatro e un'avida curiosità per tutto ciò che riguarda scienza, arte e scrittura. Ha abbracciato da tempo la crociata della Mental Health Awareness come missione di vita. Autrice di racconti, poesie e sceneggiature perché l'immaginazione lo pretende, giocatrice di ruolo perché immaginare storie è bellissimo, ma viverle è meglio.

Ultime notizie