domenica, Gennaio 24, 2021

Due donne accoltellate a Lugano, possibile attentato di matrice islamica

Due donne sono state accoltellate in un centro commerciale a Lugano in pieno giorno. Gli inquirenti indagano su un possibile attentato di matrice islamica.

Silvia Aldi
Silvia Aldi
Classe 1990, laureata in Scienze Politiche con una specializzazione in Comunicazione pubblica Internazionale. Amante della storia sin da piccola e appassionata di grandi classici della letteratura italiana. Si auto definisce una sognatrice che tende a considerare sempre il bicchiere mezzo pieno anche nelle situazioni più critiche. Altri segni particolari? Appassionata di calcio e tifosissima!

Una 28enne svizzera, poco prima delle 14 di martedì, ha accoltellato due donne in un centro commerciale a Lugano. Il tutto è avvenuto al quinto piano di Manor, un grande magazzino in piazza Dante a Lugano. La 28enne, dopo l’aggressione, è stata bloccata da alcuni clienti e arrestata dalla polizia cantonale. Secondo alcune testimonianze raccolte dal quotidiano ”La Regionela 28enne inneggiava all’Isis.

L’aggressione nel centro commerciale di Lugano

L’aggressione è avvenuta al quinto piano del grande magazzino Manor a Lugano. Per quanto si è appreso da alcune testimonianze l’accoltellatrice dopo l’aggressione ha cercato di scappare, ma due clienti l’hanno bloccata fino all’arrivo degli agenti di polizia cantonale. La 28enne è sotto interrogatorio.

È stata, inoltre, perquisita l’abitazione dell’accoltellatrice. Un portavoce della Polizia cantonale ai microfoni della Radio della Svizzera Italiana ha dichiarato:

Ci sono elementi seri e fondati che non escludono la matrice terroristica.

In un comunicato, la polizia ticinese ha dichiarato che una delle vittime ha riportato ferite gravi ma non mortali, mentre l’altra ha riportato ferite lievi.

Leggi anche: Il terrorismo è tornato, Al Qaeda spietata contro la cristianità

L’ombra del terrorismo sull’aggressione a Lugano

La polizia nel luogo dell’aggressione a Lugano.

Gli inquirenti hanno indetto una conferenza stampa via Skype con Nicoletta Della Valle, responsabile di Fedpol, la polizia federale elvetica, cui competono le indagini per terrorismo:

La sua presenza spiega la gravità del gesto della 28 enne. Non organizziamo conferenze stampa per semplici accoltellamenti. La giovane arrestata ha agito da sola ma questo non esclude che faccia parte di una rete.

ha dichiarato il responsabile del dipartimento di Giustizia e Polizia del Canton Ticino, Norman Gobbi.

Il comandante della Polizia cantonale Matteo Cocchi ha confermato che l’accoltellatrice è una cittadina svizzera e, ha confermato, che impugnava un coltello.

In Svizzera il rischio terrorismo rimane alto

Polizia Svizzera.

La situazione è aggravata dalla pandemia di Covid-19. Il rischio di terrorismo in Svizzera rimane alto. Sono queste le principali conclusioni del rapporto sulla “Sicurezza della Svizzera 2020” pubblicato dal Servizio delle attività informative della Confederazione (SIC).

Il rapporto del SIC mostra che la pandemia accentua le tendenze già in atto nel sistema internazionale e le accelera ulteriormente.

Nel contesto del terrorismo jihadista la minaccia terroristica in Svizzera rimane elevata.

Leggi anche: Parigi, 5 anni fa la strage al Bataclan

Silvia Aldi
Silvia Aldi
Classe 1990, laureata in Scienze Politiche con una specializzazione in Comunicazione pubblica Internazionale. Amante della storia sin da piccola e appassionata di grandi classici della letteratura italiana. Si auto definisce una sognatrice che tende a considerare sempre il bicchiere mezzo pieno anche nelle situazioni più critiche. Altri segni particolari? Appassionata di calcio e tifosissima!

Ultime notizie

Giornata mondiale dell’educazione 2021, in piena pandemia più sentita che mai

Il 24 gennaio si celebra la Giornata mondiale dell'educazione, perché l'educazione è...

E oggi si muore anche di social, su Tik Tok

La vicenda è drammaticamente nota: una bambina di Palermo ha partecipato sul...

Dante 2021, 5 cose da vedere a Firenze tra i luoghi del Sommo Poeta

Quest’anno sarà speciale. Pronti a celebrare i 700 anni dalla morte di...

Gli organi della piccola Antonella, morta a 10 anni per una sfida social, salveranno tre bambini

Gli organi di Antonella Sicomero, morta per una presunta challenge su Tik Tok, sono stati espiantati e destinati a tre piccoli pazienti. Intanto la procura della Repubblica indaga per istigazione al suicidio.

Smog, rapporto Mal’Aria 2020: ecco le città italiane più inquinate. Torino in testa

Ecco i nuovi dati dello studio sullo smog in città raccolti da Legambiente nel report Mal’aria 2020. L'associazione ambientalista ha stilato una pagella sulla qualità dell’aria di 97 città italiane.