giovedì, Novembre 26, 2020

La storia di Dorothy, la madre le sequestra lo smartphone e lei twitta dal frigo

Enrica Vigliano
Enrica Vigliano
Enrica Vigliano, 33 anni, romana per adozione. Lavora nel mondo dell’arte e della comunicazione di eventi, dopo gli studi di Archeologia e di Business dei beni culturali. Adora parimenti la matematica e la grammatica, avendo una predilezione per le parole crociate e per la vita all’aperto.

Una giovanissima fan di Ariana Grande, utente Twitter @thankyounext327, ha recentemente suscitato l’ilarità della rete, riscuotendo larghissimi consensi a livello internazionale. Dorothy, 15 anni, social addicted ma al tempo stesso estremamente fantasiosa, ha ingaggiato una battaglia mediatica contro il divieto della madre a usare strumenti tecnologici. Tutto è iniziato da una punizione, a seguito di un piccolo incidente domestico causato dalla disattenzione della ragazzina, distratta dal cellulare. La madre le ha confiscato il telefono, ma l’adolescente non si è persa d’animo. Dapprima ha manifestato su Twitter la sua disperazione per l’esilio forzato dai social usando il suo Nintendo DS, requisito immediatamente dalla madre. Non dandosi per vinta, Dorothy è ricorsa quindi a twittare dalla Wii U, informando i suoi follower di essere in caccia del cellulare sequestrato. Leggi anche: Social warning: il movimento che porta l’educazione digitale nelle scuole

La rivincita social

Ma anche la console ha raggiunto i device confiscati, sfidando ancora una volta l’ingegno di Dorothy.

Mi ha preso tutti i miei strumenti tecnologici, così mi sono guardata bene intorno.

E proprio esplorando la cucina di casa, ecco l’illuminazione:

Non so se riesca a twittare da qui, sto parlando con il mio frigo, che diamine! Mia madre mi ha confiscato di nuovo tutti i miei apparecchi.

L’indicazione del supporto utilizzato non lascia dubbi: Dorothy twitta dal frigorifero intelligente LG nel tentativo di eludere il divieto della madre. L’esilarante escalation della vicenda ha generato oltre 21.000 retweet, la creazione dell’hashtag #FreeDorothy e la nomination a “icona” da parte di Twitter. Non solo, l’azienda dell’elettrodomestico ha simpaticamente rilanciato l’appello per la liberazione di Dorothy, mentre lei twitta con il The Guardian attraverso l’iPad della cugina. In pochissimo tempo i follower dell’adolescente, divertiti e ammirati da tanta ostinazione, sono schizzati da 500 a oltre 35.000. Dorothy si augura ora di recuperare al più presto tutti i suoi averi per ringraziare al meglio tutti i suoi sostenitori, sperando che la madre non stacchi anche il frigorifero o la connessione wifi. Quella di Dorothy può essere considerata una storia emblematica dell’attaccamento ai social network della cosiddetta generazione Z, dimostrandone anche la dose di genialità e creatività per rimanere connessi con i propri mutuals. Leggi anche: Quelli della generazione z? Hanno la stoffa per innovare e fare impresa   di Enrica Vigliano

Enrica Vigliano
Enrica Vigliano
Enrica Vigliano, 33 anni, romana per adozione. Lavora nel mondo dell’arte e della comunicazione di eventi, dopo gli studi di Archeologia e di Business dei beni culturali. Adora parimenti la matematica e la grammatica, avendo una predilezione per le parole crociate e per la vita all’aperto.

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Ti sei mai chiesto quali sono i 12 eserciti più potenti al mondo?

Ti sei mai chiesto quali sono i 12 eserciti più potenti al...

Nuove regole Inps sulla quarantena: l’isolamento fiduciario a casa non è malattia

Diversamente da quanto stabilito nel decreto Cura Italia, l’isolamento domiciliare non sarà automaticamente equiparato alla malattia. Ecco cosa c’è da sapere.

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

Ultimi

È morto Maradona per arresto cardiocircolatorio

La fine di una leggenda: a 60 anni muore Diego Armando Maradona,...

La rinascita di Mila, grazie a un farmaco su misura per lei

Mila ha otto anni ed è affetta da un rarissimo disturbo neurologico. Gli scienziati sono riusciti a creare un farmaco su misura per lei. Quali i risvolti etici?

Tragedia a Palermo, bambina cade e muore a scuola. Aveva appena 10 anni

Tragedia a Palermo, nella scuola media Vittorio Emanuele Orlando. Nella mattinata di...

Femminicidio a Padova, uccide moglie incinta: la violenza sulle donne non si ferma, neanche oggi

Oggi, nella giornata della lotta contro la violenza sulle donne, si è...

Plastica biodegradabile che si dissolve in acqua, la rivoluzione di Sharon Barak

L'ultima innovazione della scienza verso un'economia sempre più verde è la plastica biodegradabile: non inquina. Si dissolve in acqua in pochissimi secondi e resta così pulita da poter esser perfino bevuta.