lunedì, Ottobre 18, 2021

Dora Lagreca era nuda quando è caduta. Ipotesi dei pm: “Si è aggrappata al parapetto per salvarsi”

Secondo la procura Dora Lagreca, la 30enne che a Potenza si è lanciata dal 4 piano di una palazzina, avrebbe provato a salvarsi aggrappandosi al parapetto del balcone.

Michela Sacchetti
Aspirante giornalista. Ama la letteratura, il cinema e il teatro. Dopo il diploma in ragioneria cambia itinerario iscrivendosi alla facoltà di Lettere. Laureata in Scienze del Testo, crede che nella vita si può e si deve continuare sempre ad imparare.

Dora Lagreca, la donna di 30 anni precipitata dal quarto piano di una palazzina in via Giura a Potenza nella notte tra l’8 e il 9 ottobre, si sarebbe aggrappata al parapetto del balcone, probabilmente nel tentativo di salvarsi. É questa l’ipotesi della procura, come fa sapere Il Corriere della Sera.

Per il momento è indagato Antonio Capasso, il fidanzato 29enne della vittima, con l’accusa di istigazione al suicidio.

Dora Lagreca: i rilievi dei Ris

dora lagreca_

I Ris stanno cercando delle tracce di Dna della donna sul balcone. In particolare è stata staccata una parte della copertura in alluminio del parapetto, che sarà analizzata. Lo scopo è quello di avvalorare l’ipotesi della procura, ossia che Dora Lagreca prima di cadere dal balcone del 4 piano si sia aggrappata al parapetto con l’intenzione di salvarsi.

Il Reparto investigazioni scientifiche ha esaminato l’intero appartamento. Si tratta di una mansarda che da sabato scorso è stata posta sotto sequestro per permettere ai carabinieri di fare tutte le rilevazioni del caso. Sono state portate via cinque valigie di materiale da esaminare ai raggi x nella speranza di trovare elementi utili per l’indagine.

Altri accertamento sono stati fatti sul terreno dove è caduta la ragazza, prima di urtare una parabola al primo piano.

Dora Lagreca e il rapporto con il fidanzato Antonio Capasso

Dora Lagreca e il fidanzato qualche ora prima della morte della ragazza hanno trascorso la serata in un locale nella periferia della città, in occasione di una festa di laurea di un’amica. Sarebbero stato visti in atteggiamenti teneri anche se qualcuno ha raccontato di averli sentiti litigare. Pare che si trattasse di una coppia con alti e bassi, a tratti litigiosa.

Lo stesso indagato ha fatto menzione del litigio avuto quella stessa sera, iniziato in macchina e poi proseguito nell’appartamento, dove sarebbero rientrati intorno alle 2.15.Ecco cosa ha detto l’avvocato del ragazzo di Antonio Capasso ai giornalisti, in difesa del suo assistito:

Ma il mio assistito ha parlato ai Carabinieri di una discussione più che di una lite, nata per motivi di gelosia.

Erano ubriachi? Antonio sicuramente no, anche perché ha guidato per tornare a casa, mentre Dora ha bevuto alcuni cocktail.

E riguardo ai litigi ha aggiunto:

Come tutte le coppie litigavano, senza che però ci fossero mai state violenze, e poi facevano la pace.

Ma lui era veramente innamorato e con la sua fidanzata avrebbe voluto creare un futuro insieme. Non è riuscito a fermarla e ora è profondamente scosso.

I genitori della ragazza, di Montesano sulla Marcellana in provincia di Salerno, ribadiscono il fatto che la loro figlia era una persona solare che non si sarebbe mai suicidata.

Leggi anche: Morte Dora Lagreca, fidanzato indagato per istigazione al suicidio. I genitori: “Non si è uccisa”

Michela Sacchetti
Aspirante giornalista. Ama la letteratura, il cinema e il teatro. Dopo il diploma in ragioneria cambia itinerario iscrivendosi alla facoltà di Lettere. Laureata in Scienze del Testo, crede che nella vita si può e si deve continuare sempre ad imparare.

Ultime notizie